Il Napoli alla ricerca del riscatto incontra una Lazio nel suo miglior momento

Le ultime due squadre a conquistare la Coppa Italia si ritrovano al San Paolo per giocare la gara di ritorno della seconda semifinale, con l'obiettivo di raggiungere la finale allo Stadio Olímpico, dove troveranno la Juve di Massimiliano Allegri, vittoriosa per 3-0 a Firenze.

Il Napoli alla ricerca del riscatto incontra una Lazio nel suo miglior momento
Azzuri e biancocelesti: chi andrà in finale? | Source: sscnapoli.it
Napoli
Lazio // ore 20.45

Terza partita stagionale fra gli azzurri di Benítez e i biancocelesti di Pioli: due squadre che vivono momenti di forma completamente diversi, con il Napoli che arriva proprio da una sconfitta nella capitale, contro la Roma, mentre la Lazio non perde dal 9 Febbraio ed è reduce da sette vittorie di seguito.

Dopo il pareggio 1-1 all’andata, toccherà ai biancocelesti rischiare di più e provare a vincere nel San Paolo, stadio dove hanno vinto per l’ultima volta nel 2009. La squadra di casa ritrova una Lazio con la fiducia al top, col suo gioco verticale, fluido e, ovviamente, con Felipe Anderson che incanta ad ogni pallone toccato. Il Napoli, in questo momento, è esattamente l’opposto. Squadra senza fiducia, che fatica a trovare sia i gol che il bel calcio. Gli azzurri non vincono dal 12 marzo, data della gara di Europa League giocata contro la Dinamo Mosca, vinta dagli uomini di Benítez per 3-1.

Tanta qualità in entrambe le squadre, che renderà questa una sfida ancora più affascinante: sono due delle squadre che creano più occasioni da gol, e regalano più spettacolo ai loro tifosi. Partita che avrà ritmi alti sin dall'inizio, con la Lazio obbligata a fare gol ed attaccare, col Napoli che può sfruttare le ripartenze congeniali ai partenopei. Potrà bastare il pareggio ai laziali, ma solo con più di due gol fatti. Gli azzurri di Benítez possono pure pareggiare 0-0, risultato poco probabile, guardando la qualità dei reparti offensivi delle due squadre, che ci regaleranno grandi confronti sulle fasce. Gli azzurri di Benítez partono come favoriti, ma più per il fattore casa che per il momento attuale della squadra. Ne potrebbero aproffitare gli uomini di Pioli, che vorranno raggiungere la finale e riscattare la sconfitta dello scorso anno proprio al San Paolo nei quarti di finale.

Le ultime dai campi:

Napoli

L’unico assente della partita sarà Michu. Come al solito, si vedrà una formazione diversa rispetto all’ultima partita. Andújar in porta, mentre in difesa qualche cambio in più: Strinic ha recuperato dal infortunio e visto che non può giocare in Europa League, tornerà ad essere titolare, così come Koulibaly, che è rimasto un pò a sorpresa in panchina a Roma. Ad affiancarlo, uno tra Britos e Albiol, con lo spagnolo dato come probabile titolare. A destra dovrebbe giocare Maggio, anche se Henrique lo insidia, visto che Benítez lo vede meglio come terzino che come centrale di difesa. A centrocampo, Jorginho resterà in panchina dopo la brutta prestazione contro la Roma, così come David López, che potrà riposare. Gargano e Inler non hanno giocato contro i giallorossi, uno per infortunio, l'altro per squalifica, e quindi giocheranno assieme dal primo minuto. In attacco, alle spalle di Higuaín, qualche dubbio: Mertens-De Guzman si giocano una maglia, mentre al centro ci sarà Hamsik e con Gabbiadini sulla destra.

Lazio

Keita, Radu, Onazi e Djordjevic non ci saranno, il primo per squalifica, mentre gli altri 3 recuperano ancora dai rispettivi infortuni. In porta, come detto dallo stesso Pioli, ci sarà Berisha. Ballottaggio a sinistra tra Lulic e Cavanda, con il belga favorito, essendo un elemento più affidabile in fase difensiva. Al centro, De Vrij continuerà a meritare la fiducia del suo allenatore, mentre Maurício e Cana si giocano il posto. A destra quasi al 100% ci sarà Basta. A centrocampo, e con il probabile ritorno al 4-3-3 al posto di Biglia potrebbe rivedersi Ledesma (anche se poco probabile) con Cataldi e Parolo affiancati. In attacco, Klose non si è allenato lunedì, ma è tornato ad allenarsi regolarmente ieri, quindi partirà dall'inizio. Sulle fasce, i soliti Felipe Anderson e Candreva.

Probabili Formazioni:

Napoli (4-2-3-1): Andújar; Strinic, Koulibaly, Albiol (Britos), Maggio (Henrique); Inler, Gargano; Mertens (De Guzman), Hamsik, Gabbiadini; Higuaín

Lazio (4-3-3): Berisha; Cavanda (Lulic), Maurício (Cana), De Vrij, Basta; Biglia, Parolo, Cataldi; Felipe Anderson, Candreva, Klose

Precedenti:

Coppa Italia 2014/2015: Lazio 1-1 Napoli

Serie A 2014/2015: Lazio 0-1 Napoli

Serie A 2013/2014: Napoli 4-2 Lazio | Lazio 2-4 Napoli

Coppa Italia 2013/2014: Napoli 1-0 Lazio

Serie A 2012/2013: Napoli 3-0 Lazio | Lazio 1-1 Napoli

Le parole degli allenatori:

Tanta ambizione, grinta e fiducia nelle parole di Rafa Benítez, che questa mattina ha dichiarato di voler riconquistare la Coppa Italia: “Abbiamo la possibilità di centrare la seconda finale in due anni e questo sarebbe un risultato prestigioso. La squadra sta bene, gli ultimi risultati in campionato vanno valutati in una ottica ampia. Meritavamo di vincere sia con l'Atalanta che con la Roma, gli episodi non ci hanno aiutato ma come gioco la squadra ha mostrato di stare bene. Potrebbe bastare gestire la gara, ma noi non ci pensiamo e andremo in campo per vincere. Giocheremo contro una squadra in forma, che sta attraversando un buon periodo e che sa attaccare e difendere. Ma anche noi abbiamo dimostrato di saper fare cose importanti. Sono sereno e fiducioso”. Sull’attuale momento degli azzurri, e ciò che è mancato alla squadra per ottenere buon risultati, il tecnico spagnolo parla di mancanza di fortuna: “La condizione è buona, la squadra gioca, a volte pur non esprimendici ad alti livelli avremmo potuto conquistare un risultato positivo e non siamo stati aiutati nè dagli episodi, talvolta esterni, nè dalla buona sorte. Ripeto: la squadra crea, dobbiamo solo far gol. Se segnamo poi tutti prenderanno maggiore fiducia, anche i singoli. Dobbiamo migliorare nella conclusione, lo abbiamo visto a Roma dove loro hanno tirato una volta in porta mentre noi siamo andati tante volte in area senza riuscire a concretizzare le occasioni”. Ancora una volta, qualche domanda riguardo il suo futuro, con il tecnico degli azzurri che ha smentito le notizie che davano per certa una sua decisione e dichiarazione dopo il 16 Aprile: “Non è cambiato nulla rispetto a ciò che ho detto anche recentemente. Ciò che è stato scritto è falso. Parlerò del mio futuro con il Presidente nelle prossime settimane. Per ora concentriamoci sul match di domani. Poi c'è la corsa Champions e il cammino in Europa League. Possiamo fare ancora bene e la squadra deve dimostrare il suo valore”.

Sereno, ma con un discorso ambizioso. Così si è presentato Stefano Pioli nella conferenza stampa alla vigilia di questo match: “Sarà una partita molto importante, abbiamo l'opportunità di giocare una finale. Credo che abbiamo meritato di arrivare fin qui e meritiamo di arrivare fino in fondo. Abbiamo cominciato il torneo prima degli altri, abbiamo giocato molte partite fuori casa, ma ora dobbiamo meritarlo sul campo”. Terza partita stagionale contro gli azzurri, dopo un pareggio e una sconfitta, precedenti che naturalmente non lasciano soddisfato il tecnico laziale: “Il risultato dell'andata non ci lascia soddisfatti, ma ora dobbiamo pensare alla prossima partita. Abbiamo la capacità di vincere, potrebbe essere la volta buona. Noi dobbiamo fare una partita intelligente. Abbiamo l'obbligo di segnare, ma siamo consci che si può fare gol sia al primo che all'ultimo minuto. Ci aspetta una partita difficile, ma con tutto il rispetto dovuto ad una grande squadra come il Napoli, sappiamo che possiamo farcela”.