Il ritiro fa bene al Napoli: battuta 3-0 la Fiorentina

Torna a vincere il Napoli, e lo fa con un'ottima prestazione contro la Fiorentina. I ragazzi di Benitez si impongono con un netto 3-0 sulla viola, forse già con la testa all'Europa League. In gol Mertens, Hamsik e Callejon. Forse il ritiro ha fatto bene agli azzurri, che vanno a meno 7 dalla terza posizione, occupata dalla Roma

Il ritiro fa bene al Napoli: battuta 3-0 la Fiorentina
Napoli
3 0
Fiorentina
Napoli: (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; D.Lopez, Gargano; Callejon, Gabbiadini (Hamsik), Mertens (Zuniga); Higuain (Insigne).
Fiorentina: (4-3-3): Neto; Richards, Savic, Basanta, Pasqual; Borja Valero, Badelj (Pizarro), Kurtic; Salah, Ilicic (Gomez), Vargas (Joaquin).
SCORE: 23' Mertens; 71' Hamsik; 89' Callejon
ARBITRO: Damato. Ammoniti: Vargas, Koulibaly, Strinic, Lopez
NOTE: Dallo Stadio San Paolo di Napoli, 31^ Giornata della Serie A 2014/2015. In campo Napoli e Fiorentina.

Il ritiro ha giovato al Napoli, che vince meritatamente contro una Fiorentina irriconoscibile. Pesa la scelta di Montella di non schierare inizialmente Gomez. I partenopei hanno dominato la partita, soffrendo solo nei primi 10 minuti della ripersa. Gli azzurri sono passati in vantaggio con Mertens nella prima frazione, mettendo poi la partita in ghiaccio nelle ripersa con Hamsik. Nel finale di Callejon la ciliegina sulla torta. Da segnalare anche un gol fantasma di Higuian: la palla era entrata nettamente ma non era stato segnalato il gol dal giudice di porta.

Benitez manda in campo una formazione molto offensiva, con Higuain punta e Callejon, Gabbiadini e Mertens sulla trequarti. Montella invece schiera un inedito 4-3-3 con il tridente formato da Ilicic, Vargas e Salah. Strana l'assenza di un punto di riferimento li davanti.

Inizio di partita molto equilibrato, con le squadre che si studiano e non offrono il fianco all'avversario. E' poi il Napoli ad uscire dal guscio e a cercare la rete. Al 10° la Fiorentina rischia il pasticcio ma Neto è bravissimo a mettere in angolo un tocco di Basanta, che per poco non fa autogol. I partenopei continuano a macinare gioco, ed al 23° minuto di gioco trovano il vantaggio con Mertens, che batte Neto con il suo classico tiro a giro. Il vantaggio fa bene al Napoli, che acquisisce maggio sicurezza e continua a mantenere le redini del gioco. Al 35° Higuain tira verso la porta di Neto, la palla prende la traversa e sbatte a terra superando la linea di porta, ma l'arbitro di porta non se ne avvede. Protesta El Pipita. Nel finale di primo tempo si scaldano gli animi e vengono ammoniti Vargas e Koulibaly.

Ad inizio ripresa entra Mario Gomez, con Montella che restitiuisce alla squadra un punto di riferimento in avanti. ll cambio dà uno scossone agli ospiti che credono al pareggio e alzano il baricentro. Ma il Napoli non è sparito, e si fa vedere in avanti con un contropiede di Gabbiadini, che per pochissimo non manda in porta Callejon. Al 64° minuto di gioco Benitez manda in campo hamsik al posto di Gabbiadini. Ed è proprio il capitano del Napoli a mettere in ghiaccio la partita. Callejon vede l'inserimento di Hamsik e lo serve con un perfetto assist, lo slovacco,  a tu per tu con Neto, piazza la palla a fil di palo e porta il Napoli sul 2-0. Il raddoppio degli azzurri mette k.o. la Fiorentina, che non riesce più ad essere incisiva in avanti. Entra anche Insigne per Higuain, che poco prima aveva fallito una grande occasione da gol. I partenopei però continuano a giocare e nel finale trovano anche il 3-0 con Callejon. Assist perfetto di Insigne per l'attaccante spagnolo che batte Neto con un tiro a volo molto preciso. Dopo 4 minuti di recupero il signor Damato mette fine alla partita. Torna alla vittoria il Napoli e lo fa nel modo migliore, battendo una diretta avversaria per la lotta alla zona Europa. Davvero irriconoscibile la Fiorentina di Montella, che dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia, prende altri 3 gol anche in campionato.