Risultato Napoli - Milan in Serie A 3-0

Risultato Napoli - Milan in Serie A 3-0
Napoli
3 0
Milan
Napoli: Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Jorginho (Gabbiadini min.55), David Lopez (Luperto min.83); Callejon, Hamsik, Insigne (Mertens min.69); Higuain
Milan : Diego Lopez; De Sciglio, Alex, Paletta, Bocchetti (Bonera min.61); Poli, De Jong, Van Ginkel; Honda, Destro (Pazzini min.56), Bonaventura (Felicioli min.84)
SCORE: 1-0 min.70 Hamsik, 2-0 min.74 Higuain, 3-0 min.76 Gabbiadini
ARBITRO: Mazzoleni ammonisce Albiol (min.65) espelle De Sciglio (min.1)
NOTE: Serie A, 34° giornata, al San Paolo si affrontano Napoli e Milan.

22-45 - Per questa sera è tutto, Johnathan Scaffardi e Vavel Italia vi ringraziano per aver seguito la partita tra Napoli e Milan in nostra compagnia.

Le statistiche dell'incontro:

22.40 - Un altro Napoli nella ripresa. L'undici di Benitez scende sul terreno di gioco con maggior voglia di imporre idee e propositi, il Milan arretra e crolla, dopo 70 minuti. Lo schiaffo firmato Hamsik sancisce la resa ospite. Higuain e Gabbiadini dilatano il punteggio, il finale è d'accademia. Il Napoli sogna ancora il secondo posto, il Milan incamera la terza sconfitta consecutiva. L'espulsione in avvio tarpa le ali di un gruppo già in crisi, non basta il carattere.

Fischia Mazzoleni, Napoli batte Milan 3-0.

90' + 2' - Diego Lopez vola a sfiorare il tiro a giro di Mertens, altra gran prova del portiere rossonero.

90' - Partita che si trascina stancamente all'epilogo, pochi sussulti in questo finale. 2 i minuti di recupero.

84' - Nel Milan, Felicioli per Bonaventura.

83' - Fuori David Lopez, esordio per Luperto. Poco prima punizione alta di Mertens.

80' - Melina del Napoli, il Milan non riesce a recuperare il pallone. Inzaghi chiede energia per il finale.

76' - GOOOOOLLLL!! 3-0 Napoli!! Gabbiadini col tacco!! Ghoulam pesca Higuain, Diego Lopez dice no, ma sulla respinta c'è Gabbiadini!

74' - GOOOOOLLLLL!!! Higuain!!!! Mertens sfonda a sinistra, velo di Gabbiadini, tutto facile per il Pipita, 2-0!!

73'  - Difficile per il Milan trovare le energie necessarie ad organizzare una reazione, Napoli padrone del campo.

70' - GOOOOOOLLLLL!!! Hamsik!!!! Passa il Napoli, la palla resta sospesa nel mezzo dell'area di rigore, destro piazzato di Hamsik, la sfera bacia il palo e entra! 1-0!

69' - Mertens per Insigne, alla luce del replay rigore plausibile il precedente, Paletta strattona Gabbiadini.

67' - Protesta Gabbiadini, da rivedere il contatto con Paletta a centroarea. Il cross basso di Ghoulam era molto invitante.

66' - Punizione di Honda troppo su Andujar, Pazzini non trova la deviazione.

65' - Albiol su Honda, primo giallo della partita.

61' - Bonera per Bocchetti, secondo cambio nel Milan.

59' - Palo del Napoli! Il Milan non esce più! Sul tiro-cross di Callejon, contatto Hamsik - Alex, palla sul palo interno!

56' - Insigne a giro, dopo un fortunoso dribbling, questa volta poca gloria. Inzaghi lancia Pazzini per Destro, forze fresche davanti.

55' - Gabbiadini per Jorginho nel Napoli, Hamsik si abbassa sulla linea di centrocampo.

53' - Divora un'altra chance Callejon! Palla in verticale di Insigne ancora clamorosa, ma lo spagnolo ciabatta.

52' - Cross rivedibile, per usare un eufemismo, di Ghoulam.

49' - Napoli aggressivo in avvio di ripresa, l'undici di Benitez difetta ancora in precisione nell'ultimo passaggio. Callejon non trova al centro David Lopez, palla di Insigne di lusso ad avviare l'azione.

46' - Paletta centrato in pieno dalla botta di Callejon, ma che leggerezza di Poli in disimpegno!

21.50 - Fischia Mazzoleni, si riparte al San Paolo.

Si scaldano, in campo, le due panchine, qualche minuto prima dell'inizio della ripresa. Per ora, sembra rinviata l'entrata in campo di Daniele Bonera.

Termina senza reti la prima frazione di gioco. Punto di svolta in avvio, rosso a De Sciglio e rigore per il Napoli, Diego Lopez neutralizza Higuain e il Milan, anche in inferiorità, comincia a crescere. Bonaventura sfiora il vantaggio, per il Napoli possesso palla ma pochi spazi.

45' - 1 minuto di recupero.

44' - Che errore di Bocchetti!! Si fa soffiare palla da Insigne, chiamata per Higuain, controllo e conclusione a giro, niente da fare.

42' - Hamsik!! Evita De Jong e calcia dal limite, palla a lato.

42' - Questa volta cenni d'assenso per Jorginho, perfetto nel fermare Bocchetti, recuperando la sfera in zona d'attacco.

40' - Prova a incrociare Insigne sulla splendida apertura di Higuain, ma il tiro è strozzato.

39' - Bonaventura!! Che occasione!! Destro si apre, appoggia per Bocchetti, traversone e stacco aereo di Bonaventura, Andujar immobile ma palla sul montante!

37' - Ripiegamento difensivo di Insigne su Destro, dall'altra parte caos in area Milan, Paletta allontana, il Napoli a ondate.

33' - Aggancio volante di Callejon da applausi, ma Alex rinviene, poi Paletta su Higuain.

32' - Non si chiude l'uno due Callejon - Jorginho in area di rigore, rumoreggia il San Paolo, beccato il brasiliano.

29' - Si rivede il Napoli, Alex e Paletta però dominano sui palloni alti. Traversone fuorimisura di Insigne, Benitez molto nervoso.

25' - Maggio allunga in angolo il traversone di Bonaventura.

23' - Si batte Destro, il Milan ha bisogno del lavoro sporco del centravanti.

21' - Duello Insigne - Poli, per Mazzoleni è calcio piazzato, si arrabbia l'ex Samp.

20' - Callejon perfetto nell'aspettare il movimento di Insigne, ma lo scugnizzo partenopeo, forse tradito dal liscio di Poli, non impatta il pallone.

15' - Hamsik prova da molto lontano, palla lontano dallo specchio.

13' - Slalom e destro di Bonaventura, Andujar controlla.

12' - Il Milan riesce in questi minuti ad assorbire meglio l'inferiorità. Le due linee, ravvicinate, riescono a inibire le offensive di un Napoli troppo lento al momento.

8' - Prima timida apparizione del Milan, Honda cerca Destro, ma la difesa è attenta, la palla termina tra le braccia di Andujar.

7' - Bella palla di Jorginho, Higuain non riesce però ad arrivare. Solo Napoli al momento.

Si scalda Bonera nel Milan, Poli scala per ora da terzino, rossoneri con il 4-4-1.

5' - Preme il Napoli, ci prova Insigne, contrato in angolo.

2' - Diego Lopez para!! Si resta 0-0!! Che inizio!! Il portiere rossonero si getta sulla destra e respinge un rigore non perfetto.

1' - Rigore per il Napoli!! Rosso a De Sciglio!! Incredibile, meno di un minuto! Hamsik passa dietro a De Sciglio, Insigne palla geniale, fallo e calcio di rigore!!

20.47 - Higuain tocca il primo pallone.

20.45 - Stretta di mano tra i due capitani, Hamsik e De Jong. L'olandese rileva l'infortunato Montolivo nelle vesti di "guida".

20.40 - Le due panchine salgono sul prato del San Paolo, i titolari attendono nel tunnel. Arriva Mazzoleni e il pubblico accoglie le due squadre.

20.35 - Mancano dieci minuti al fischio d'inizio, squadre negli spogliatoi, pacche d'incoraggiamento, volti tirati, qualche sorriso. Napoli - Milan, ci siamo.

20.30 - Bocchetti "Siamo tutti con il Mister e vogliamo fargli un bel regalo".

20.25 - Analizzando le scelte di Inzaghi, poniamo l'occhio sul fronte offensivo. Senza Menez, fermato dal giudice sportivo, il tecnico vara un tridente di qualità, Destro è il punto centrale, Bonaventura e Honda ai lati. A farne le spese è ancora Cerci, Inzaghi punta sulla duttilità di Bonaventura, giocatore in grado di sdoppiarsi anche in copertura, proteggendo il centrocampo rossonero. Honda non può garantire il passo di Cerci, ma ha visione e piedi buoni.

Una grafica che racchiude i 22 al via:

20.15 - Il Napoli, per mantenere speranze di seconda posizione, è costretto ad ottenere oggi l'intera posta. Allu luce dei risultati odierni - successo della Roma sul Genoa, pari della Lazio con l'Atalanta, questa è la situazione di classifica: Roma 64, Lazio 63, Napoli 56.

20.05 - Il Milan è giunto al San Paolo circa 30 minuti fa, gara delicatissima per i rossoneri, in giornata altre voci sul futuro del club. Possibile incontro tra Berlusconi e la cordata cinese, con Lee che insidia Bee. In serata, la smentita del Presidente.

Alcune immagini tratte dallo spogliatoio del Napoli:

19.55 - Benitez conferma le indiscrezioni della vigilia. Jorginho al fianco di David Lopez per un centrocampo tecnico, Callejon e Insigne frecce ai lati di Higuain, Hamsik a completare il terzetto alle spalle del Pipita.

19.45 - Ci avviciniamo alla sfida di questa sera dando un occhio all'undici rossonero scelto da Filippo Inzaghi. Le novità riguardano il settore difensivo, perché Paletta recupera ed è in campo dal primo minuto, con lui, al centro, Alex. Novità anche sull'esterno, c'è Bocchetti. Confermati invece Honda e Bonaventura a supporto di Menez.

Buonasera e benvenuti alla diretta scritta live e di Napoli - Milan, incontro valido per la 34° giornata della Serie A Tim. Vincere, per diversi motivi, questo il diktat che accompagna le due squadre. Fermare la deriva, segnata dalla disfatta interna con il Genoa, questo vuole Filippo Inzaghi, riscattare la clamorosa battuta d'arresto del Castellani, questo chiede Rafa Benitez. Onorare il finale di stagione, l'obiettivo rossonero, non vanificare la rimonta di Coppa, il pensiero partenopeo.

Due punti in quattro partite, due sconfitte consecutive, con Udinese e Genoa, per cancellare le definitive speranze di rincorsa verso la sesta piazza, ultima utile per partecipare alla prossima Europa League. Per il Milan è una stagione anonima, si riparte nuovamente dall'inizio, con la rivoluzione d'estate. A San Siro, il pubblico contesta, Inzaghi scricchiola, la sensazione è che sia solo questione di tempo. Contro il Napoli, aldilà del punteggio serve una prova di carattere, d'orgoglio.

Difficile indentificare la vera natura del Napoli. Alla squadra di Benitez manca sempre un centesimo per completare l'euro. La cavalcata intrapresa tra Coppa e Serie A mostra il volto del miglior Napoli, divertente, continuo, ma al dunque, di fronte alla prova del nove, l'undici si inceppa. Le quattro reti subite con l'Empoli affievoliscono l'idea seconda posizione e allontanano i partenopei dalla prossima Champions League. Dopo il ritiro e i successi, ora un altro momento delicato. Fondamentale raccogliere punti contro il Milan.

Sono 66 le gare in archivio all’ombra del Vesuvio tra Napoli e Milan: il bilancio è molto equilibrato e vede la squadra di casa in vantaggio con 24 vittorie a 22 (20 i pareggi). I gol segnati sono in tutto 152, 78 dai partenopei e 74 dalla squadra ospite. Se si tiene conto anche dei 67 incontri disputati a Milano, nei 133 precedenti i rossoneri sono in vantaggio con 54 vittorie a 36, a fronte di 43 pareggi. Le reti messe a segno in totale sono 331, 194 di marca rossonera e 137 di marca azzurra.

Nella gara d'andata, sul finire del 2014, una delle migliori espressioni del Milan di Inzaghi. Il diavolo vive un momento di eccellente forma e si impone per due reti a zero, mettendo sulla graticola il turnover di Rafa Benitez. Gara aperta dal colpo di genio di Menez - serpentina e tocco a superare Rafael - e chiusa dal colpo di testa di Bonaventura su chiamata di Armero. In quell'attimo, il Milan pensa al grande salto verso l'alto, la realtà dei mesi successivi è poi amara.

Benitez, in prospettiva della sfida di giovedì col Dnipro, continua ad applicare il suo amato turnover. Rispetto ad Empoli non cambia, come da un pò di tempo a questa parte, il portiere, con Andujar stabilmente a difendere i pali azzurri. In difesa torna Albiol, in coppia con Koulibaly, chiamato al riscatto. Ai lati Maggio e Ghoulam (anche se non si esclude Britos), con Strinic convocato, ma che potrebbe non essere rischiato e restare a riposo. A centrocampo David Lopez torna dopo la pausa di giovedì, con Jorginho o Gargano al fianco visto. In attacco Callejon, Gabbiadini (favorito su Hamsik) ed Insigne, dietro Higuain che è l'unico che sfugge alla regola del turnover. 

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Jorginho/Gargano, Lopez; Callejon, Gabbiadini, Insigne; Higuain. All. Benitez

Inzaghi pare orientato a schierare il Milan con il 4-3-3. Diego Lopez tra i pali, linea a quattro composta da destraa sinistra da De Sciglio, Rami, alex e Bonera. De Jong schermo davanti alla difesa, Poli e Van Ginkel mezzali, Destro punta centrale, Honda e Bonaventura a rifinire. Due i dubbi del tecnico rossonero: Alex - Zapata - Bocchetti per una maglia, Cerci o Honda. Per squalifica fuori Menez, Abate e Mexes. Due assenze pesanti, dietro mancano per infortunio Antonelli e Paletta.

Ancora silenzio in casa Napoli, nessuna conferenza per Rafa Benitez, è da registrare però un incontro tra tecnico e Presidente, resta da definite il futuro dell'allenatore spagnolo, dopo le voci d'addio ora all'orizzonte un possibile accordo per prolungare la permanenza a Napoli di Rafa.

Inzaghi "Dovrò chiarirmi le idee: gioca De Sciglio a destra, rientra Poli. Poi valuterò se mettere Jack davanti, ho dubbi per le alternative a Menez. Ci saranno degli innesti. Avremo tre ragazzi della Primavera, che conosco molto bene. So delle loro qualità. La tattica conta poco, bisogna avere una reazione mentale. Spero che la squadra sia più libera di giocare un bel calcio. L'augurio è di dare una svolta. Purtroppo vedo che c'è grande impegno: se non ci fosse sarebbe semplice cambiare la rotta. Non so cosa è successo dopo il derby. Siamo uomini, ognuno ha le proprie fasi. Facciamo fatica ad uscirci. C'è voglia di farsi vedere che possiamo fare un bel finale di stagione. C'è la fortuna di giocare subito domani". Non poteva ovviamente mancare la domanda sul futuro societario e sulle trattative in corso: "Le abbiamo vissute senza problemi. Il presidente sta facendo di tutto per far tornare il Milan grande. E' uno stimolo per noi. Mi allineo con quello che ha detto il presidente. Di ufficiale non c'è nulla. Sono abituato alla presidenza di Berlusconi, con lui ho vinto tutto. Qualsiasi decisione prenderà sarà quella per far tornare grande il Milan". Infine, sui prossimi avversari: "In casa è la più forte. Sarà complicata. Giocare al San Paolo ci può solo giovare. Hanno avuto una battuta d'arresto. In Italia quando stacchi la spina, può batterti anche l'Empoli. Anche il Napoli troverà un Milan agguerrito".

Ieri l'incontro tra Berlusconi e Mr.Bee, due le notizie da riportare. Accordo quasi chiuso, mancano in sostanza i dettagli, il Milan apre all'estero, l'imprenditore thailandese entra in società. La maggioranza resta a Silvio Berlusconi, da un comunicato Finivest giunto nel tardo pomeriggio si evince che la trattativa si basa sulla cessione di una quota minoritaria del club. Berlusconi quindi accetta un "aiuto" necessario alla ricostruzione del Milan, ma non accenna ad ammainare la bandiera.