Napoli, Valdifiori suona la carica: "Le sconfitte vanno accettate. Abbiamo voglia di riscatto"

Il regista ex Empoli ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli analizzando la sfida persa domenica a Reggio Emilia contro il Sassuolo, dando inoltre uno sguardo al prossimo match contro la Sampdoria.

Napoli, Valdifiori suona la carica: "Le sconfitte vanno accettate. Abbiamo voglia di riscatto"
Napoli, Valdifiori suona la carica: "Le sconfitte vanno accettate. Abbiamo voglia di riscatto"

Un inizio da dimenticare, possibilimente più in fretta possibile. Dopo la sconfitta rimediata a Reggio Emilia contro il Sassuolo, l'obiettivo principale del Napoli di Maurizio Sarri e Mirko Valdifiori è quello di riscattarsi già da domenica contro la Sampdoria di Ferrero e Zenga, reduce dalla roboante vittoria di Marassi con il pokerissimo inflitto al Carpi. Le prime critiche non sembrano scalfire tuttavia i nuovi protagonisti azzurri, con Valdifiori che allarga le spalle e, ai microfoni della radio ufficiale del calcio Napoli, analizza a viso aperto la sconfitta di domenica. 

"Il calcio d’agosto dopo le preparazioni ed i primi giorni di lavoro vede squadre ancora in preparazione. Contro il Sassuolo abbiamo fatto 20 minuti importanti poi abbiamo perso un po’ il baricentro, nel secondo tempo è arrivata questa mazzata nel momento in cui sembrava che il Napoli avesse la partita in pugno. Nel calcio vanno accettate anche le sconfitte e bisogna lavorare ancora di più. Bisogna portare più in alto il minutaggio con il quale giochiamo con intensità, dobbiamo lavorare su questo e dal primo giorno di ritiro stiamo cercando di capire ciò che ci chiede l’allenatore e metterlo in campo. Già da domenica dobbiamo riscattarci, settimana dopo settimana dobbiamo migliorarci sempre. Non è che quando si prende gol è solo colpa dei difensori, magari è un meccanismo di squadra che non ha funzionato in quel momento".

Il fantasista ex Empoli ha parlato anche dello schieramento tattico usato da Sarri che ha scatenato le prime polemiche in città: "Durante il ritiro abbiamo provato diversi moduli per avere più soluzioni anche a partita in corso, credo che in avanti abbiamo giocatori di qualità che permettono di giocare in qualsiasi modo. È l’allenatore che alla fine decide e noi dobbiamo essere pronti a qualsiasi tipo di modulo".

Sull'avversario che il Napoli affronterà domenica prossima, il regista azzurro ha così parlato della squadra di Zenga: "La Sampdoria è una squadra compatta e forte, saranno sicuramente in fiducia dopo la prima vittoria e c’è da dire che in avanti hanno giocatori veloci, dovremo cercare di fare noi la partita ma anche stare attenti alla loro rapidità. Sarà fantastico giocare al San Paolo, in questo momento c’è la concentrazione e la volontà di prepararci al meglio per riscattare la sconfitta contro il Sassuolo, quando si scende in campo c’è bisogno di lasciare l’emozione da parte. Siamo pronti per riscattarci, siamo carichi e ci teniamo: abbiamo perso ma ci è rimasta un po’ di rabbia, nel secondo tempo ci stati degli episodi proprio quando sembrava avessimo la partita in mano".

Sull'inizio di campionato delle rivali degli azzurri per un campionato di vertice: "Quello che mi ha sorpreso di più è stata la sconfitta della Juventus, la sconfitta del Milan a Firenze non è una sorpresa vista che i viola hanno fatto vedere grandi cose. Anche la Juve dovrà cercare il proprio assetto dopo aver cambiato tanto, cosi come il Napoli".

Infine, sull'accoglienza che si aspetta domenica dal San Paolo, Valdifiori spera che il pubblico partenopeo non abbandoni la squadra e la sostenga nonostante la prima sconfitta: "Abbiamo tanta voglia di far bene. So che domenica ci saranno accanto dal primo all’ultimo minuto, spero di festeggiare domenica sera la prima vittoria, daremo il massimo e lotteremo su ogni palla. Sono contento di far parte di questa squadra che cercherò sempre di dimostrare il mio valore per una piazza straordinaria come Napoli".