Maggio: "Orgoglioso di far parte della storia del Napoli. Dobbiamo migliorare"

Intervenuto questa mattina ai microfoni della radio ufficiale del Napoli, ecco le parole del vice-capitano, Christian Maggio.

Maggio: "Orgoglioso di far parte della storia del Napoli. Dobbiamo migliorare"
Maggio: "Orgoglio di far parte della storia del Napoli. Dobbiamo migliorare"

Uno dei giocatori con più presenze con la maglia del Napoli della rosa 2015/2016 è Christian Maggio. Il terzino destro, vicecapitano azzurro, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli per parlare del momento della squadra partenopea e delle aspettative per la stagione. Con un nuovo contratto valido per i prossimi 3 anni, il terzino non nasconde la sua felicità nel raggiungere un traguardo storico con la maglia azzurra. Ecco le sue parole.

"Sono orgoglioso di essere nella storia del Napoli. Sicuramente quando arrivai qui 8 anni fa non pensavo di poter fare così tanta strada. Sono felice di essere entrato nella 'top ten' delle presenze azzurre (264 ndr). E' un obiettivo che mi dà tanta gioia ma allo stesso modo anche tanta voglia di continuare a dare il massimo per il Napoli. Ho sempre pensato di poter compiere un percorso importante in maglia azzurra. In queste stagioni ci sono stati punti più alti e anche meno felici, ma il mio intento è sempre quello di dare continuità al rendimento ed un apporto costante alla squadra".

E sull'attuale momento degli azzurri e il suo pensiero di questi primi tempi sotto la guida di Sarri: "Io dico che bisogna lavorare e dare il tempo sia al tecnico che a noi del gruppo di poterci esprimere al massimo. Con Sarri è cambiato tanto sia dal punto di vista tattico che da quello del lavoro. Il mister è un allenatore meticoloso che è attento ad ogni minimo particolare e cura tantissimo la fase difensiva. Anche se non abbiamo iniziato in maniera brillante sotto il profilo dei risultati, sappiamo di avere potenzialità e capacità di disputare una stagione importante. Col Sassuolo qualcosa di buono l'abbiamo fatto e anche con la Sampdoria per 50 minuti abbiamo fatti movimenti perfetti. La condizione fisica si trova giocando. Dobbiamo ancora smaltire il lavoro della preparazione. A livello tattico possiamo migliorare. E quando arriveranno entrambe le cose potremo dire la nostra".

Sui nuovi rinforzi, parole che sicuramente daranno fiducia ai compagni ma anche ai tifosi azzurri: "Sarri conosce bene Valdifiori e Hysaj e sa che mano possono dare. Chiriches è impostato bene fisicamente, Allan dà dinamismo. Questi acquisti hanno un mix tale che ci possono dare una mano importante".

Sui suoi compagni più "vecchi", il terzino azzurro si dimostra felice per il ritorno di Zúñiga, e carica Higuaín, Insigne e Gabbiadini: "Sono contentissimo che Camilo sia rimasto con noi perchè è uno dei veterani, e potrà dare un contributo importante per i nostri obiettivi. Arriva da una situazione di mercato particolare, ma lo vedo tranquillo e fa quello che sa, può darci una grande mano. Higuaín? Capocannoniere? Obiettivo chiaro, un attaccante non può pensare ad altro. Sono contento che abbia segnato domenica due gol. Un fattore per noi importante, insieme a noi e al mister può vincere la classifica marcatori. Gabbiadini e Insigne? A loro dico di stare tranquilli. Hanno già esperienza entrambi e Manolo l'ho anche visto ieri in Nazionale. Può dare una mano a questa Nazionale e lo stesso Lorenzo può fare qualcosa di importante per noi. Il futuro è dalla loro parte".

E alla fine, un messaggio ai tifosi: "Ai tifosi dico di stare tranquilli e di starci vicino perchè loro sono per noi una grande forza. Non siamo partiti forte ma certamente c'è tanto terreno davanti a noi per poter recuperare. Quest'anno credo ci sarà un campionato molto e quilibrato e noi vogliamo dire la nostra. Abbiamo una rosa competitiva e tanti calciatori di qualità. Ai nostri sostenitori posso promettere che suderemo la maglia e che faremo di tutto per raggiungere obiettivi prestigiosi".