Calciomercato Napoli: sfoltire primo comandamento, per poi poter comprare con meticolosità

ADL e Giuntoli si muovono incessantemente sul mercato per sfoltire la rosa e piazzare quei giocatori lontani dalla causa azzurra. I sicuri partenti sono i brasiliani Rafael e Henrique, l'olandese De Guzman, e l'esterno colombiano Zuniga.

Calciomercato Napoli: sfoltire primo comandamento, per poi poter comprare con meticolosità
Le trattative sono alle porte del mercato

Festività a parte, la dirigenza partenopea, formata in special modo dal Ds. Giuntoli, l'Ad. Chiavelli e ADL (nickname social utilizzato del presidente n.d.r.) lavora "da mattina a sera" per regalare ai tifosi azzurri altre soddisfazioni e soprattutto qualcosa di importante per l'anno nuovo, il quale sarà ricco di appuntamenti e sfide che fortificheranno senza ombra di dubbio le ambizioni di successo partenopeo.

Summit in corso per dettare strategie sul mercato

Prima di comprare, però, c'è bisogno di vendere - prima regola del mercato - e quindi occorre posizionare altrove quelle pedine inutilizzate dal mister Sarri e che non collimano con la napoletanità espressa sempre con molto verve e prestanza da parte del presidente, il quale vuole al suo cospetto solo giocatori che rappresentano in pieno il suo progetto.
La linea strategica ha come priorità assoluta quella di non prendere giocatori che possano rompere l’equilibrio dello spogliatoio, ma che siano pedine utili nella rotazione ai titolari, operando quindi in scelte mirate e oculate, in grado di fornire un'alternativa in più.

I sicuri partenti sono : 

  • 1) L'estremo difensore brasiliano, Rafael Cabral Barbosa. (1990)
  •  
Vuole spazio e continuità di rendimento.

Messo nella mischia da Benitez nella scorsa stagione, dopo la partenza di Reina verso la Germania, dimostrò una parziale crescita di rendimento fino alla Supercoppa italiana vinta poi contro la Juventus ai rigori in Qatar (dove fu un netto protagonista), poi il nulla dopo le deludenti sortite in campionato. 
Definitivamente dietro Gabriel nelle gerarchie e mai utilizzato, al momento vi sono numerosi contatti, specialmente  in Brasile e mezza Europa.
Sondaggi, per ora, tanti, come quelli fatti proprio da FluminenseSantos. E pure il Bruges. Voci e rumors per ora, ma nulla di veramente concreto. Si vedrà.

2) Il difensore centrale, Henrique Adriano Buss. (1986)

Si profila un ritorno in patria per lui.

Ora è a casa sua in Brasile, e proprio là potrebbe restare. Prima il Gremio s'è fatto avanti, poi il Flamengo con la disponibilità dei fondi d'investimento, ora decisamente, e ufficialmente, anche in questa trattativa, il/la Fluminense, ed Henrique è tentato. 
C'è peró un prezzo e quello lo fa il Napoli: 2,5 milioni di euro. E fin qui tanti soldi sul tavolo non ci sono. Trattativa aperta e valutazione approfondita. Il suo contratto  è fissato fino a giugno 2017 con uno stipendio netto da 1,2 milioni circa. Cederlo - oltre a liberare un posto da extra - alleggerirebbe il monte ingaggi. Scatto felino della Fluminense, insomma, e prossimi giorni determinanti. Ci aveva provato anche il Guangzhou di Scolari, l'ex Ct verde-oro. Ma la Cina non è il Brasile.

3) Il centrocampista olandese, Jonathan De Guzman (1987) e il terzino destro, Juan Camilo Zuniga. (1985)

In pole position, la Premier League
Premier League anche per il colombiano

I due oggetti più misteriosi in casa azzurra, entrambi​ ai margini e assenti anche alla cena di Natale (con contratti a cifre importanti) per motivi societari di natura economica, che ne hanno determinato l'esclusione dalla rosa. Si prospetta un trasferimento in  Premier League per tornare a toccare con mano, e soprattutto con i piedi, il terreno di gioco. L'Inghilterra chiama e da un po' e si fa avanti il Bournemouth
Discorso avviato con l'olandese e poi allargato al colombiano e secondo quanto riferito dagianlucadimarzio.com, infatti, vi sarebbe un principio di accordo fra Napoli e Bournemouth per il trasferimento dei due giocatori nel mercato di gennaio. Le trattative procedono bene, avanti con i contatti tra l'entourage dei giocatori e il club.