Napoli, Koulibaly resta

L'agente spegne le sirene inglesi e conferma la permanenza a Napoli.

Napoli, Koulibaly resta
Napoli, Koulibaly resta

La stagione della consacrazione. L'attenta cura di Sarri è il trampolino perfetto per spiccare il volo. Kalidou Koulibaly rappresenta la maggior sorpresa del Napoli attuale, quantomeno a livello di rendimento. Potenza fisica straripante, concentrazione. Nel Napoli che gioca e diverte, spicca il centralone senegalese, oggetto del desiderio di diversi club europei. 

Mentre De Laurentiis si muove in entrata per garantire al tecnico ricambi di qualità, l'agente del nativo di Saint-Dié des Vosges chiude a una prematura partenza direzione Premier. Koulibaly è un perno della linea a quattro partenopea e, al momento, non esiste una reale trattativa per un addio anticipato nella sessione invernale. 

Ai microfoni di Radio Crc, Satin conferma la voce Newcastle, ma rimanda al mittente la proposta, esaltando il ruolo del ragazzo nell'undici di Sarri. 

Il rinnovo del contratto di Koulibaly non è una emergenza, il giocatore non si muoverà da Napoli durante questo mercato”.

Sono voci normali, il club inglese è in difficoltà e prova a evitare di retrocedere mentre dall’altra parte c’è il Napoli che cerca di vincere il campionato italiano”.

Decisiva la continuità di campo. Dalle fatiche con Benitez - in un continuo via vai tra panchina e terreno di gioco - alle gloriose apparizioni sotto l'egida Sarri. La certezza del ruolo, l'appoggio del gruppo, componenti da non sottovalutare per un difensore giunto in Italia - via Genk - nel luglio del 2014. 

L’inizio del 2015 non era stato tanto felice per il mio assistito perché ha giocato poco, invece nella stagione in corso il ragazzo ha la fiducia dell’allenatore, sta crescendo e ha voglia di andare sempre più in alto. Al momento giusto si discuterà del rinnovo del contratto, non è una emergenza assoluta del Napoli e non c’è fretta ma se il club vuole trattenerlo deve prendere in considerazione l’argomento perché potrebbero arrivare offerte migliori anche dal Newcastle”.

Un ruolo, quello di Sarri, non solo tecnico. Un passo avanti che coinvolge anche la sfera emotiva, un click decisivo ai fini della progressione di Koulibaly. 

E’ riuscito a far capire a Koulibaly che doveva fare di più e lo ha convinto a migliorarsi, ha ritrovato il posto da titolare e cerca di non deludere l’allenatore. Questi primi sei mesi di Kalidou sono ai livelli di una squadra che sta facendo molto bene. Siamo in contatto con tutti i grandi club ma Kalidou durante questo mercato non si muoverà da Napoli”.