Higuain e co. battono un arrembante Sassuolo per 3-1 al San Paolo

Nel terzo anticipo di questa 20esima giornata di Serie A, il Napoli batte le reti di Callejon, che finalmente si sblocca in campionato, e l'ennesima doppietta di Higuain (la quinta in 7 partite) un grande Sassuolo che ha dato filo da torcere alla prima della classe nel suo stadio.

Higuain e co. battono un arrembante Sassuolo per 3-1 al San Paolo
20 goal in 20 partite per il Pipita
Napoli
3 1
Sassuolo
Napoli: Napoli (4-3-3) Reina,Hisaj,Chiriches (68' Kuolibaly),Albiol,Ghoulam, Allan,Jorginho, Hamsik( D. Lopez 87'),Insigne(77' Mertens),Callejon, Higuain
Sassuolo: Sassuolo (4-3-3) Consigli,Acerbi,Ariaudo, Versjalko,Peluso,Magnanelli,Duncan,Missiroli(16' Pellegrini),Sansone,Falcinelli,Politano( 68' Floro Flores-85' Defrel),
SCORE: 0-1 min. 3' Falcinelli (R); 1-1 min. 19' Callejon; 2-1 min 42' Higuian; 3-1 min 93' Higuain
ARBITRO: Piero Giacomelli (ITA) Ammonizioni. Acerbi 88'
NOTE: Stadio San Paolo (45.000 spettatori)

Il primato non si tocca, almeno per questa giornata, con un Napoli che batte con molta fatica un grande Sassuolo il quale non ha mollato un centimetro per tutta la durata della gara, giocando e divertendosi.


Sfida emozionante al San Paolo che comincia però in chiave negativa, col calcio di rigore procurato da Nicola Sansone al 3' su indecisione prima di Hysaj nel rilanciare la palla e poi di Albiol che atterra l'attaccante emiliano in area di rigore in maniera scomposta. Calcia Falcinelli che spiazza Reina, e che porta incredibilmente in vantaggio i suoi, ammutolendo i festanti 45.000 del San Paolo

Ultimo gol in Seria A : Cagliari nel campionato scorso.

Reazione che non tarda ad arrivare da parte della squadra di Sarri, nonostante il contraccolpo subito, attaccando e creando sopratttuto sul versante sinistro del campo con Insigne, Ghoulam e Higuain le occasioni più pericolose in trama offensiva.Pressando e attaccando con continuità, il Napoli trova il goal del pareggio al 19' con Josè Callejon, che finalmente interrompe il digiuno in campionato e firma di testa su assist di Insigne la rete del 1-1 che riaccende gli animi dei napoletani.

Sulle onde dell'entusiasmo gli attacchi del Napoli si fanno più frequenti, sia con Insigne che calcia a lato di destro al 25' che con Hamsik che calcia da fuori impensierendo non poco i difensori nero-verdi. Quest'ultimi che comunque non mollano, continuando a giocare a viso aperto e con buona qualità nonchè grande organizzazione tattica.

Fenomeno Higuain : 20 goal in 20 partite


Al minuto 42' c'è la chiave di volta che cambia la gara, che si chiama Marek Hamsik, il quale in maniera un pò fortuita ma sviluppata dal suo pressing su Magnanelli, ruba il pallone al capitano emiliano, corre sul fondo alza la testa e di mancino manda in porta Higuain, che di giustezza dopo un gran movimento in area piccola da grande centravanti, fa 2-1 e goal nr 19 in campionato.

Primo tempo che finisce 2-1 per i partenopei tra gli applausi del San Paolo ma con tanta voglia di continuare nella ripresa alla stessa maniera. Quest'ultima che riprende le scie della prima, con continui ribaltamenti di fronte sia da un parte che dall'altra, col Napoli che tenta l'affondo conclusivo, ma sovente viene bloccato dai difensori centrali del Sassuolo che alle volte lo triplicano pur di non farlo tirare in porta.


Sassuolo che per poco non trova la rete del pari con Pellegrini al minuto 82' di testa, dove la palla esce di poco a lato di Reina, molto estroso e sicuro di sè specialmente con i piedi, dove pochi minuti dopo compie un intervento da libero in tackle successivamente a un suo errore in rilancio. Partita che si avvia verso la sua conclusione e che viene per l'appunto chiusa da Higuain al 93' di sinistro in area di rigore, rifilando una saettata sul primo palo coperto da Consigli che però è inerme sul tiro del pipita, il quale arriva così alla ventesima realizzazione in 20 gare. Nessuno come lui.Il direttore di gara Giacomelli fa terminare la gara in successione alla rete, scatenando i cori dei tifosi che continuano a vivere il sogno chiamato scudetto.

Napoli che va a 44 punti, a più 4 sull'Inter che nel pomeriggio pareggia a Bergamo, attendendo la Juventus che giocherà domani a Udine contro l'Udinese di Colantuono.