Allan - Pogba, lo scontro a centrocampo che può valere il match di Torino

L'ex Udinese risulterà decisivo nelle fila del Napoli per ricercare quel risultato positivo che sarebbe oro contro la Juventus a Torino. Il suo avversario però non è da meno, Paul Pogba, che quando vede azzurro diventa il toro come nelle corride spagnole. La sfida a centrocampo deciderà le sorti dello spareggio scudetto.

Allan - Pogba, lo scontro a centrocampo che può valere il match di Torino
Allan vs Pogba: la sfida.

Come dice il comune detto: "Prima il dovere e poi il piacere", dove alla solita routine d'allenamento, si è in vena di festeggiare il doppio compleanno in casa azzurra con Callejon e Maggio che compiono rispettivamente 29 e 34 anni. Al mattino la squadra ha svolto ieri un allenamento finalizzato alla forza atletica in aggiunta ad uno sulla tattica, mentre nel pomeriggio il gruppo dopo l'attivazione, ha lavorato sul possesso palla chiudendo con partitina a campo ridotto. 

Doppia seduta prevista anche per oggi per il Napoli in quel di Castelvolturno, dove gli azzurri preparano il match di Torino contro la Juventus per l'anticipo della 25esima giornata di Serie A di sabato alle ore 20,45. Guardando al match clou di turno, Sarri a meno di cambiamenti improvvisi e clamorose sorprese, schiererà la formazione tipo, ovvero:

I titolarissimi di Sarri

La zona nevralgica che determinerà le sorti dell'incontro, sarà a centrocampo, nella sfida che vede fronteggiarsi (non è la prima volta) il brasiliano azzurro, Allan e il talento bianco-nero Paul Pogba. C’è chi sostiene che gli scudetti si vincano a centrocampo, e sarà proprio lì, che Napoli e Juventus si giocheranno una buona fetta di titolo.

Numeri alla mano, pardon di maglia, l’uno dovrebbe essere la metà dell’altro e il duello Allan (5)-Pogba (10) promette spettacolo senza esclusione di colpi. 

I punti a favore del brasiliano (classe 91') sono: qualità, ma non solo, tecnica, potenza fisica, resistenza, inserimento e ovviamente sostegno  imprescindibile quando c'è da spezzare il gioco degli avversari. Immancabile è, infatti, il contributo di Allan in fase di interdizione che lo rende uno dei recupera palloni più efficaci di tutto il torneo.

Mentre l’enfant prodige (classe ’93) della Juventus in questa stagione ha ereditato l’onore e l’onere di vestire la 10 bianconera che è stata, tra gli altri, anche del suo connazionale Platini. Un peso che ha avvertito soprattutto nella prima parte della stagione quando le cose non giravano dalla sua parte, ma ora è tutto diverso. Anche per lui la partita spartiacque del campionato è stata quella contro il Torino che ha segnato l’inizio della serie inarrestabile di vittorie consecutive dei bianconeri. Inoltre Pogba quando vede l’azzurro si scatena: in tre anni alla Juventus ha già segnato tre gol (uno più bello dell’altro) ai partenopei, di cui due a Torino e uno al San Paolo. Tutti al volo che hanno regalato vittorie importanti alla vecchia signora.

Pogba e Allan: diversi in tutto, dentro e fuori dal campo: uno timido e riservato, l'atltro che sfoggia look sempre più innovativi ed estrosi (l'ultimo dedicato ai Pokemon). Da un lato il dinamismo e l’aggressività di Allan, dall’altro la straordinaria eleganza, abbinata ad una fisicità esuberante, di Pogba. Entrambi si scontreranno sabato sera, in un match che prevedespettacolo, grandi attese e aspettative sia in Italia che nel resto del mondo.