Il solito Higuain salva il Napoli: doppietta decisiva al Genoa. ma Napoli che brividi

Il mostro Higuain raggiunge quota 29 goal in Serie A - eguagliando il record di Cavani del 2013 - portando al suo Napoli la terza vittoria consecutiva, ma con tanta sofferenza. le parole dell'argentino È stata una vittoria sofferta ma molto importante per continuare la corsa allo Scudetto. Non ci arrendiamo. "

Il solito Higuain salva il Napoli: doppietta decisiva al Genoa. ma Napoli che brividi
Higuain top player vero.

"È stata una vittoria sofferta ma molto importante per continuare la corsa allo Scudetto: sono tre punti pesantissimi, conquistati in una partita molto difficile. Noi abbiamo fatto una grandissima seconda parte, per questo abbiamo vinto". Così Gonzalo Higuain, dai microfoni di Sky, commenta a caldo il successo del Napoli sul Genoa, di cui l'argentino è stato il primo artefice avendo segnato 2 reti.

"Non avevo mai segnato 29 gol in un campionato? Io lavoro per questo - dice ancora Higuain -, per questa città, per questa squadra, per la mia famiglia, per i miei amici. Sono orgoglioso di questa squadra, di questa tifoseria, dobbiamo continuare in questa lotta e in questo sogno che ancora si può fare". Ma quali sono ora per il Napoli le partite più importanti? Mancano ancora otto finali, dobbiamo continuare su questa strada - risponde l'argentino -. Penso che il Napoli stia facendo una stagione buonissima in campionato e dobbiamo continuare a lottare per questo sogno. Io provo a fare il mio lavoro sempre al meglio possibile.  Ora restano otto partite come otto finali, dobbiamo continuare a credere inquesto sogno che è ancora possibile. Abbiamo vinto una partita difficilissima, ora c'è la sosta e non dobbiamo mollare. Io amato come Maradona? È un grande orgoglio, ringrazio i tifosi e tuttaNapoli, stiamo facendo di tutto per non mollare questo sogno".

" Fa sempre piacere vincere per questo pubblico, che se lo merita. Si respira un clima bello e particolare in questo stadio" commenta il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, a Mediaset Premium. «Abbiamo incontrato una squadra in grande salute fisica e mentale. Siamo andati subito sotto – prosegue Sarri -, lo svantaggio ha complicato i piani e ci siamo innervositi. Abbiamo fatto un grande secondo tempo con grande voglia di arrivare al risultato".

L’allenatore azzurro fa anche i complimenti al Genoa, "se tutte le squadre giocassero come loro, il nostro campionato sarebbe più considerato, e nega che la fase difensiva azzurra abbia problemi. I numeri dicono che difendiamo bene, subiamo poco poi quando si è in svantaggio è normale concedere qualcosa". Il Napoli viaggia a vele spiegate, ma lo scudetto resta un sogno: "Non mi interessa sapere se la Juve è raggiungibile. In testa alla classifica c’è una squadra che ha fatto 58 punti su 60 nelle ultime gare, il fatto che noi siamo a 3 punti fa capire che abbiamo fatto un grande campionato".