Napoli, atmosfera rovente a Dimaro: tornano Hamsik e De Laurentiis, Santon firma e Higuain...

Ore frenetiche in casa Napoli, con il presidente De Laurentiis in arrivo a Dimaro per la prima uscita stagionale della squadra di Sarri. Tiene banco, ovviamente, il discorso legato al futuro di Higuain, mentre si susseguono ancora le voci riguardo a Icardi, Tolisso ed Herrera.

Napoli, atmosfera rovente a Dimaro: tornano Hamsik e De Laurentiis, Santon firma e Higuain...
Napoli, atmosfera rovente a Dimaro: tornano Hamsik e De Laurentiis, Santon firma e Higuain...

Decimo giorno di ritiro in quel di Dimaro Folgarida, dove in casa Napoli tiene banco, ovviamente, il futuro di Gonzalo Higuain. Fare un punto della situazione sembra sempre più difficile: tra il ritorno in campo di Marek Hamsik, acclamato a mo' di Masaniello ieri in campo, e quello in tribuna di De Laurentiis, Sarri prepara la prima uscita stagionale della sua squadra, che questo pomeriggio sfiderà l'Anaune. Non ci sarà Pepe Reina, in dubbio Raul Albiol, entrmabe alle prese con problemi fisici così come Tonelli che continua a lavorare a parte, oltre ad Hamsik ed Hysaj che sono rientrati da poche ore in ritiro.

La sfida odierna servirà, per qualche ora, per distogliere l'attenzione dall'atmosfera rovente - e di assoluta frenesia - che si vive in Trentino: Higuain o non Higuain, questo è il dilemma. Soprattutto nell'ipotesi, concreta o meno, che il Pipita tanto amato tradisca i partenopei per approdare alla rivale storica dei napoletani, la Juventus. Le voci si rincorrono, incessanti, con la dirigenza che - in queste ore - sta già sondando il terreno con gli eventuali sostituti dell'argentino, per il quale De Laurentiis resta irremovibile sulla sua posizione del pagamento della clausola senza alcuna contropartita tecnica. 

IL FUTURO SENZA HIGUAIN - Da un attaccante albiceleste ad un altro, con Giuntoli che avrebbe incontrato l'entourage di Mauro Icardi raggiungendo persino una bozza d'accordo con i suoi agenti. Aria, fino a questo momento, perché la necessità è quella di capire realmente quale sarà il futuro di Higuain, che pretende una squadra di livello. A tal proposito, secondo quanto riportato da Raffaele Auriemma ai microfoni di Radio CRC, il fratello-procuratore dell'argentino avrebbe ammesso, ieri sera, contatti con la dirigenza bianconera, ma non un accordo già trovato tra le parti.  

Attacco, ma non solo, a prescindere dalle sorti dell'ex Real Madrid. Da una parte un trasferimento di fatto soltanto da ufficializzare, quello di Davide Santon che in mattinata ha superato le visite mediche, e che a breve sarà in ritiro a disposizione di Sarri. Dall'altra le piste Tolisso ed Herrera che si riaprono, quasi magicamente, dopo le difficoltà - qualsiasi esse siano state - di arrivare ad Axel Witsel. L'acquisto del mediano non è un aspetto secondario da considerare per Sarri, che però dovrà attendere gli sviluppi della vicenda Higuain per conoscere il nome dell'alternativa da affiancare a Jorginho in regia e ad Allan come mezzala di interdizione.

Il tutto verrà definito con maggiore chiarezza una volta stabilito il futuro del Pipita, in parte più limpido già dopo l'incontro in Lega di questo primo pomeriggio: con adeguamento contrattuale o cessione, De Laurentiis sarà chiamato in questi giorni a dare una ferma risposta a chi, tra tifosi, stampa e quant'altro, in questi giorni s'interroga sul futuro del Napoli.