Champions League, Sarri: "Siamo pronti per una sfida difficile come questa con il Besiktas"

L'allenatore azzurro parla alla vigilia della sfida contro i turchi, caratterizzata da un ambiente come sempre caldissimo.

Champions League, Sarri: "Siamo pronti per una sfida difficile come questa con il Besiktas"
Maurizio Sarri, corrieredellosport.it

La sconfitta in casa della Juventus ovviamente non può avere fatto piacere, ma tutto sommato il Napoli è riuscito a reggere l'impatto contro la formazione bianconera e contro l'ambiente caldo dello Juventus Stadium. Una dimostrazione importante che sicuramente tornerà utile domani contro il Besiktas, visto che gli stadi turchi sono noti per diventare dei veri e propri catini infernali di tifo in certe notti.

Maurizio Sarri in conferenza stampa, però, è fiducioso nei confronti della squadra, anche, se non soprattutto, per quello che ha mostrato pochi giorni fa a Torino: "Sono contento di giocare in un ambiente così caldo, fa più piacere a tutti. La squadra ha la personalità per reggere l'impatto e l'ha dimostrato a Torino dove non s'è mai scomposto ed ha messo in difficoltà la Juventus più di quanto loro hanno fatto con noi. Dobbiamo limare gli errori, Torino è stata l'espressione difensiva migliore, abbiamo tirato in porta più di loro, concedendo poche occasioni. Solo a Palermo abbiamo rischiato meno, quindi abbiamo la personalità per fare il match ed imporre il gioco contro avversari forti. Loro sono imbattuti sia in Turchia che in Europa, più che l'ambiente deve preoccuparci la loro forza, ma siamo pronti."

Torna a disposizione Manolo Gabbiadini in casa Napoli ed è probabile che Sarri lo rilanci dal primo minuto, dopo le due giornate di squalifica scontate in campionato. Un rientro importante per dare peso ad un attacco che comunque non ha smesso di creare anche con i tre piccoletti: "Avremo una punta in più a disposizione, qualcosa di importante per noi perchè la settimana scorsa la sua assenza unita a quella di Milik ci ha costretto a far spendere molto altri giocatori. E' un rientro importante. La formazione? Non la dico. Normale che cambierò qualcosa rispetto alla gara contro la Juventus. I miei dubbi di formazione li scioglierò domani. Le valutazioni finali le farò dopo l'ultimo allenamento." Si ritorna poi sui mugugni di Insigne al momento del cambio contro la Juventus: "Se la società deciderà per la multa l'avrà, ma non ci sarà una punizione personale, non faccio vendette personali, ma per il bene della squadra. Deciderò per il bene della squadra, non per queste cazzatine perchè tali sono di un ragazzo giovane."

Ultima riflessione sulle rotazioni che Sarri sta portando avanti in casa Napoli: "I ragazzi stanno crescendo, è indispensabile perchè col calendario attuale... L'anno scorso ruotavamo in Europa League, ora ruotiamo di più perchè non possiamo fare tutte le rotazioni in Champions League. Ne aspettiamo anche altri che devono inserirsi nel prossimo futuro, è un bel viatico, abbiamo tanti giovani e vederli crescere in poche settimane ci fa estremamente piacere. Bisogna però salvaguardarli perchè quando giocano devono fare bella figura, anche se non hanno l'abitudine a giocare ogni 3 giorni ad esempio come Callejon che l'ha maturata negli anni."