Napoli, con il Sassuolo per archiviare la Champions e riprendere la marcia in campionato

Dopo il deludente pareggio interno contro la Dinamo Kiev Sarri avrà tre giorni - oggi compreso - per preparare la sfida di lunedì sera contro il Sassuolo di Eusebio Di Francesco. La squadra neroverde viene da un periodo difficile di risultati e cercherà a Napoli il riscatto. Tuttavia, dopo il successo di Udine, i partenopei intravedono nuovamente il secondo posto a portata di mano e non vogliono fermarsi.

Napoli, con il Sassuolo per archiviare la Champions e riprendere la marcia in campionato
Napoli, con il Sassuolo per archiviare la Champions e riprendere la marcia in campionato

Tre giorni di riposo, per staccare la spina e capire cosa non sia andato nella notte di Champions League contro la Dinamo Kiev. Il Napoli è tornato al lavoro a Castelvolturno nell'intento di archiviare il prima possibile la delusione di un pari scialbo e senza acuti, tecnici ma soprattutto caratteriali. Punto e a capo, sebbene sia difficile da metabolizzare una prestazione così negativa dal punto di vista del gioco. Poche le notizie positive, come i pochissimi pericoli corsi dalla retroguardia che finalmente chiude il match senza gol al passivo - merito anche dell'atteggiamento pluri difensivo degli ospiti - e l'ingresso di un positivo Gabbiadini, che scalpita all'idea di giocare dal primi minuto lunedì sera.

Alle porte la sfida al Sassuolo, mai banale da risolvere al San Paolo così come al Mapei Stadium. Maurizio Sarri riflette, lavora in vista di quella che potrebbe essere la gara che riproporrà gli azzurri sul virtuale podio della graduatoria. Il successo di Udine ha permesso ai partenopei di accorciare sulle dirette concorrenti e la seconda affermazione di fila potrebbe rilanciare le ambizioni degli azzurri in tal senso. Al cospetto una squadra sicuramente incerottata, che anche ieri sera a Bilbao - oltre alla qualificazione ed alla testa - ha perso un paio di uomini per infortunio. Così come (non) accaduto contro gli ucraini, il Napoli dovrà pensare solo ed esclusivamente a sè stesso, oltre che ad una gara che rispetto a quella appena disputata offrirà ai padroni di casa qualche vitale spazio in più dalla trequarti in poi.

Difficile già da ora prevedere le mosse di Sarri che potrebbe cambiare qualcosa ruotando gli uomini sugli esterni difensivi e schierare sicuramente Allan e Jorginho a centrocampo, in un fisiologico turnover delle parti. Da valutare le condizioni di Albiol ed Hamsik, mentre in attacco potrebbe esserci il ritorno dal primo minuto di Gabbiadini. Discorsi che verranno affrontati con l'arrivo del weekend, nel frattempo Sarri si concentra sull'atteggiamento e sulla fame che mercoledì sera i suoi ragazzi hanno dimenticato nello spogliatoio.