Napoli, Sarri stravolge l'undici in vista del Sassuolo: chance per Gabbiadini e Giaccherini

Dopo lo scialbo 0-0 di Champions con la Dinamo Kiev, Maurizio Sarri sembra orientato verso un massiccio turnover per il match di lunedì alle ore 19.00 con il Sassuolo. In attacco, torna dal primo minuto Gabbiadini, mentre è il ballottaggio per una maglia dal primo minuto Emanuele Giaccherini. A centrocampo la regia verrà affidata a Jorginho, mentre in difesa spazio a Maksimovic, Strinic e Maggio.

Napoli, Sarri stravolge l'undici in vista del Sassuolo: chance per Gabbiadini e Giaccherini
Manolo Gabbiadini in cerca del gol perduto. Fonte foto: it.eurosport.com

C'eravamo lasciati nel frastuono di una serata andata male. Delusione, rassegnazione e tanti fischi. Il Napoli, almeno quello visto mercoledì in Champions League, ha confermato di essere ancora lontano dai suoi standard di gioco e di risultati.  

Con la Dinamo Kiev si è vista una squadra povera di idee, smarrita nel gioco, forse troppo sicura di avere la meglio sul rivale ucraino. Invece, i fischi piovuti dagli spalti al minuto 90, hanno certificato uno stato di salute precario, terribilmente precario. Il Napoli non segna e non diverte. Sarri, allora, non può far altro che affidarsi alla freschezza atletica di chi, non sempre è chiamato in causa la domenica. 
Stavolta. per l'esattezza, si gioca di lunedì, ma al San Paolo poco importa. Con il Sassuolo, avversario compagno d'happy hour, conteranno solo i tre punti. Dare continuità alla vittoria preziosa della Dacia Arena è il must. Restare agganciati quanto meno al treno Champions League un obbligo. 

Mertens fermato dal portiere della Dinamo. Fonte foto: calciomercato.com
Mertens fermato dal portiere della Dinamo. Fonte foto: calciomercato.com

Per l'occasione, Sarri sta pensando alla rivoluzione. In quel di Castelvolturno, l'ex allenatore dell'Empoli sta mettendo a punto l'undici anti Sassuolo, altro team che, come il Napoli sta attraversando un momento di crisi interiore. Se Pepe Reina è intoccabile tra i legni del San Paolo, la linea di quattro schierata davanti  allo spagnolo potrebbe suggerire clamorose variazioni. Strinic, Maksimovic e Maggio, sono favoriti su Ghoulam, Hysaj e Koulibaly - al momento presente in ogni minuto della stagione Partenopea. Per l'ultimo posto disponibile è ballottaggio tra il rientrante Albiol e Chiriches, anche se quest'ultimo appare in chiaro vantaggio. 
A centrocampo, Jorginho - emblema in negativo del momento Azzurro - potrebbe tornare a dettare i tempi di gioco, con l'insostituibile Hamsik e il rientrante Allan ad agire da mezze ali. In avanti infine, manca Milik ma non è un mistero. I tre 'attaccanti tascabili' sono in riserva e per questo, a Sarri sta balenando una strana idea: Gabbiadini dal primo minuto, con Callejon ed Emanuele Giaccherini

La delusione di Gabbiadini dopo lo 0-0 con la Dinamo. Fonte foto: gazzetta.it
La delusione di Gabbiadini dopo lo 0-0 con la Dinamo. Fonte foto: gazzetta.it

Manolo, che oggi compie anche gli anni, è pronto per tornare dal primo minuto. Lo scampolo di match con la Dinamo ha confermato che l'infortunio è stato superato. Ora, tocca solo al 23 ripagare l'affetto della gente di Napoli, fino a questo momento delusa dalle prestazioni dell'ex Samp. Con l'insostituibile Callejon, uomo decisivo anche e soprattutto in fase di non possesso, Sarri è pronto a giocarsi la carta Giaccherini. Insigne, dopo i lampi di Udine, è ripiombato nell'ombra. Mertens è logorato da un ruolo e da un lavoro che non lo riguarda. Per questo, oltre alla carta El Kaddouri, meglio spendibile a gara in corso, Sarri è tentato dallo schierare nel tridente d'attacco il Giak sino ad ora impiegato con il contagocce. 

Stavolta, il San Paolo - gremito, vista la decisione di abbassare il prezzo dei tagliandi per favorire l'afflusso di tifosi allo stadio - non può permettersi altri fischi. Il Napoli 2.0 è pronto a riaccendere la giostra.