Napoli, allarme difesa

Albiol influenzato, Chiriches alle prese con il recupero e, ieri, Tonelli ha svolto lavoro differenziato a causa di alcuni problemi muscolari: Sarri ha a disposizione, per ora, il solo Maksimovic.

Napoli, allarme difesa
Napoli, allarme difesa

Giornata di vigilia per il Napoli al centro sportivo di Castel Volturno, dove gli azzurri stanno preparando le valigie e gli ultimi preparativi tecnico-tattici prima della trasferta di Milano, sponda rossonera. Maurizio Sarri, nella seduta di allenamento di ieri, ha dovuto fare la conta dei giocatori disponibili nel reparto difensivo, falcidiato improvvisamente da un paio di defezioni che preoccupano, e non poco, l'ambiente partenopeo.

Raul Albiol è stato colto da un attacco influenzale, mentre al solito Chiriches che ha svolto lavoro differenziato, si è unito anche Lorenzo Tonelli, per alcuni fastidi muscolari. Insomma, i due titolari delle ultime due gare, ieri non si sono allenati, allarmando e non poco i presenti, con il solo Maksimovic abile ed arruolato per la trasferta meneghina. Il tecnico toscano valuterà quest'oggi le condizioni dei suoi interpreti, anche se le condizioni dello spagnolo non sembrano preoccupare, mentre con più cautela si vaglieranno quelle del difensore toscano ex Empoli. Qualora dovesse recuperare, Tonelli giocherà al centro della difesa assieme all'ex Real Madrid, con il serbo ancora una volta relegato in panchina: non è un segreto che l'ex granata è, in questo momento, l'ultimo nelle gerarchie di Sarri, motivo per il quale difficilmente verrà preso in considerazione in una gara di tale importanza. 

Tutto liscio invece negli altri reparti, con i soliti due ballottaggi che annidano la mente di Sarri in vista della partita. Jorginho sembra partire in leggero vantaggio rispetto a Diawara, mentre Allan dovrebbe rilevare Zielinski, risparmiandolo per un eventuale cambio di passo e di ritmo nella ripresa. Tutto confermato in attacco. 

Nel frattempo, dalla Coppa d'Africa, arrivano notizie contrastanti per il Napoli: se Faouzi Ghoulam e la sua Algeria sono con le spalle al muro e ad un passo da una clamorosissima eliminazione (e di conseguenza un ritorno prematuro del terzino sinistro all'ombra del Vesuvio), Koulibaly ed il suo Senegal continuano a sorprendere e dopo la seconda vittoria di fila, hanno staccato il pass per la fase ad eliminazione diretta: ci si vede a Febbraio.