Napoli - Fiorentina in quarti di finale Tim Cup 2016/17 (1-0): Callejon spedisce in semifinale gli Azzurri!

Napoli - Fiorentina in quarti di finale Tim Cup 2016/17 (1-0): Callejon spedisce in semifinale gli Azzurri!
Napoli
1 0
Fiorentina
Napoli: (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Strinic (Maggio 60'); Zielinski, Diawara, Hamsik (Allan 83'); Callejon, Pavoletti (Mertens 64'), Insigne.
Fiorentina: (4-3-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Sanchez, Astori, Maxi Olivera; Vecino, Badelj (Babacar 84'), Cristoforo (Borja Valero 75'); Chiesa, Bernardeschi (Ilicic 75'); Kalinic.
SCORE: 1-0 - Callejon 71'.
ARBITRO: Doveri. Ammonisce: Sanchez,Astori, Tomovic, Chiesa (F), Insigne (N). Espelle: Hysaj (N), Maxi Oliveira (F).
NOTE: Match in gara unica valido per i quarti di finale della Tim Cup 2016/17. Dal San Paolo di Napoli, i Partenopei ospitano la Fiorentina. Calcio d'inizio: ore 20.45.

Per Napoli - Fiorentina è tutto. A nome di Alessandro Cicchitti, la redazione calcio di Vavel Italia Vi ringrazia per aver seguito in nostra compagnia il match e Vi rimanda ai prossimi appuntamenti sempre live, qui su Vavel Italia.

23.02 - A nulla sono serviti i cambi di Sousa, il nervosismo finale e le espulsioni di Hysaj e Oliveira. Alla fine, le occasioni non sono arrivate e il risultato non ha cambiato il suo volto. Napoli in semifinale, Fiorentina che invece esce dal San Paolo a capo chino.

23.00 - Proprio quando la Viola stava cercando la chiave di volta per aprire la difesa di Sarri, il gol di Callejon, perfettamente servito da Hamsik ha diviso in due la sfida. L'azione bellissima, confezionata tra Insigne e Capitano, poi rifinita alla perfezione dallo spagnolo, ha fatto la differenza sul risultato, bloccato fino al minuto 96.

22.55 - Il Napoli conquista il pass per le semifinali, ed ora attende solo il nome della sua avversaria, che uscirà dalla sfida di domani tra Juventus e Milan. I Partenopei, dopo aver meritato nel corso dei primi 45', ad inizio ripresa hanno rischiato il ritorno della Fiorentina, pericolosa soprattutto con il giovane Chiesa. 

22.45 - MA NON C'E' PIU' TEMPO. FINISCE QUI! AD ACCEDERE ALLE SEMIFINALI DELLA TIM CUP 2016/17 E' IL NAPOLI. FIORENTINA BATTUTA IN VIRTU' DEL GOL SEGNATO DA JOSE' CALLEJON AL MINUTO 70'.

96' - Clamoroso contropiede Napoli: Insigne e Mertens soli contro Sanchez. Insigne senza una spiegazione plausibile non tocca per Mertens al momento giusto, ma lo fa con evidente ritardo. Poi il tiro del belga finisce fuori.

95' - Superato il 95', ma si continua a giocare.

94' - Clamoroso: ESPULSO MAXI OLIVEIRA PER UNA SIMULAZIONE. STA SUCCEDENDO DI TUTTO IN CAMPO. SI E' GIOCATO POCHISSIMO IN QUESTO RECUPERO. ESPULSO PER SOMMA DI AMMONIZIONI ANCHE OLIVEIRA. 10 VS 10.

93' - Ammonito anche Chiesa.

92' - Ora si infiammano gli animi anche in campo. Altro fallo di Babacar che genera una mini rissa con Insigne protagonista. Ammonito il 24.

92' - Scintille, nervi tesi, sulla panchina del Napoli. Molte proteste all'indirizzo del sesto uomo. 

91' - Gioco fermo: scontro di gioco tra Babacar e Callejon. Ha la peggio il Partenopeo.

90' - Saranno cinque i minuti di recupero.

90' - NAPOLI IN 10 IN QUESTO FINALE: ESPULSO HYSAJ PER SOMMA DI GIALLI. INTERVENTO IN RITARDO SU VECINO CHE COSTA IL ROSSO ALL'ALBANESE.

88' - Forcing della Fiorentina in questo finale: grande pressione offensiva che però, sino ad ora ha fruttato solo una conclusione dalla lunga distanza da parte di Ilicic. Palla ben controllata da Reina.

84' - Cambio anche nella Fiorentina: dentro Babacar, fuori Badelj. Si gioca il tutto per tutto Sousa.

83' - Terzo cambio nel Napoli: dentro Allan, fuori Hamsik.

82' - Grande occasione in favore della Viola: angolo di Ilicic per la testa di Salcedo che impatta bene ma senza trovare lo specchio di porta.

79' - Primo segnale inviato da Josip Ilicic: conclusione dal limite dell'area che passa non di molto lontano dall'incrocio dei pali.

78' - Giocata d'altissima scuola da parte di Insigne, magistrale nel mandare al bar Sanchez. Poi l'assist verso Mertens risulta troppo lungo.

76' - Napoli ancora pericolosissimo: mezza dormita della coppia Tomovic - Astori. Hysaj va in pressione e per poco non mette in crisi Tatarusanu.

75' - Ricorre subito ad un doppio cambio Sousa: dentro Ilicic e Borja Valero; fuori Bernardeschi e Cristoforo.

71' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOLLLLLL! NAPOLI IN VANTAGGIO! LAMPO IMPROVVISO DEI PARTENOPEI CHE SULL'ASSE INSIGNE - HAMSIK - CALLEJON CONFEZIONANO IL GOL DEL VANTAGGIO. GRANDE GIOCATA IN INSIGNE, CON L'ESTERNO A TROVARE L'INSERIMENTO SULL'ESTERNO DI HAMSIK. IL CAPITANO ALZA LO SGUARDO E TROVA CALLEJON, DIRETTO A TUTTA VELOCITA' VERSO IL CENTRO DELL'AREA DI RIGORE. IL CROSS E' PERFETTO, IL TEMPISMO ALTRETTANTO. TATARUSANU TOCCA MA NON PUO' NULLA. 1-0 NAPOLI.

67' - Chiesa indomabile a destra: Hysaj non lo tiene, Doveri lo ammonisce.

64' - Secondo cambio nel Napoli: dentro Mertens al posto dello stanco Pavoletti.

63' - TRAVERSA! ALTRA TRAVERSA COLPITA DA LORENZO INSIGNE CHE STAVOLTA COLPISCE IN MANIERA PULITA, SENZA ALCUNA DEVIAZIONE, IL LEGNO. IL SECONDO LEGNO DI SERATA. SFORTUNATO INSIGNE.

63' - Fallo commesso da Tomovic proprio al limite dell'area Viola. Anche ammonito il capitano della Viola.

62' - Al suo posto entra Maggio, che va a posizionarsi a destra. Hysaj si sposta a sinistra.

61' - Problemi fisici per Strinic, costretto ad abbandonare il campo.

60' - Il movimento di Pavoletti aveva portato fuori dai pali Tatarusanu, poi aiutato dai propri compagni a riprendere posizione senza troppi affanni. Sul proseguimento dell'azione, Insigne ha provato il destro ma Astori si è opposto.

59' - Conclusione senza troppe pretese quella tentata da Hysaj. Palla sul fondo.

56' - Ottima chiusura di Maxi Oliveira sullo spiovente diretto verso il solito movimento sul secondo palo di Callejon. Palla in angolo.

55' - CHIESA! Che giocatore, che futuro per la Nazionale italiana. Senza paura, il classe 97 entra nell'area del Napoli a suon di doppi passi. Saltati due uomini però, l'esterno viene chiuso; un rimpallo però, gli viene in aiuto e per poco non gli permette di colpire a rete. Reina è attento a bloccare il tutto in uscita bassa.

54' - Bellissima azione orchestrata dal Napoli: ricamo a centrocampo di Zielinski, bravissimo nell'avviare l'azione. Poi Hamsik ha trasmesso verso Insigne il cui assist è stato raccolto da Pavoletti. Conclusione di prima da parte del numero 32. Pallone sui cartelloni pubblicitari.

51' - OCCASIONE FIORENTINA! Azione insistita da parte di Chiesa che dopo esser andato al cross si è ritrovato ancora una volta il pallone tra i piedi. Il suo assist per Cristoforo però, non è stato sfruttato dallo spagnolo, che ha colpito molto male la sfera.

48' - Prima discesa di Ivan Strinic che ha cercato il cross basso verso  un Pavoletti in leggero ritardo. Pallone comunque non preciso, facile per Tatarusanu.

47' - E' sempre il Napoli la squadra che fa la partita in questo avvio di secondo tempo.

46' - Primo pallone controllato dalla Viola.

46' - SI RIPARTE! INIZIATO IL SECONDO TEMPO DI NAPOLI - FIORENTINA.

21.52 - Squadre in campo. Non ci saranno cambi all'intervallo.

21.48 - Le squadre sono pronte a fare il loro ritorno in campo.

21.42 - Il Napoli però, è stato in grado di mettere in crisi la difesa della Viola a più e più riprese. Soprattutto con le due mezze ali e i due esterni, gli Azzurri hanno creato problemi al sistema difensivo di Sousa, in crisi soprattutto sull'out destro con Sanchez opposto ad un grande Insigne.

21.40 - E' stato un primo tempo a forti tinte Azzurre quello del San Paolo. Ai punti, il Napoli ha dimostrato una decisa superiorità nei confronti della Viola, che paradossalmente ha avuto le occasioni migliori con Chiesa e Astori. Da segnalare, anche la traversa su calcio di punizione di Insigne, sporcata in modo provvidenziale da Tatarusanu. 

21.35 - Termina a reti bianche il primo tempo del San Paolo. E' 0-0 tra Napoli e Fiorentina dopo i primi 45' di gioco.

46' - Ammonito anche Astori.

45' - Ci sarà un minuto di recupero.

45' - Tentativo di contrattacco imbastito da Bernardeschi, bloccato nelle sue intenzioni dall'ottimo recupero di Hysaj.

44' - Forcing del Napoli in questo finale di primo tempo.

42' - Occasione, l'ennesima, per Lorenzo Insigne. Break di Hamsik a centrocampo che in verticale ha cercato e trovato Insigne. Il 24 è rientrato sul destro, cercando di indirizzare la sfera sul secondo palo. L'esecuzione non è stata perfetta. Palla alta.

37' - Brutto gesto commesso da Maxi Oliveira, direttamente sulla tibia di Callejon. Doveri esibisce il cartellino giallo. Punizione dalla trequarti per il Napoli.

35' - Callejon ha provato la conclusione da posizione defilata; Tatarusanu ha fatto buona guarda coprendo il primo palo.

34' - Insigne is on fire! Altro calcio di punizione guadagnato dal numero 24.

32' - INCONTENIBILE LORENZO INSIGNE, devastante in questa fase di gioco sulla fascia mancina. Sanchez in costante difficoltà. Chiesa che non da una grande mano in fase di ripiegamento. Sousa costretto a rivedere qualcosa..

30' - TATARUSANU SI SALVA ALLUNGANDO LA TRAIETTORIA SULLA TRAVERSA. CONCLUSIONE VELENOSA SCAGLIATA DAL DESTRO DI INSIGNE CHE TROVA LA RISPOSTA DEL PORTIERE RUMENO, BRAVO NEL RECUPERARE LA POSIZIONE ED ALLUNGARE SULLA TRAVERSA.

29' - Insigne beffa Sanchez uscito in marcatura verso il 24. Il difensore di Sousa poi, è stato costretto al fatto da cartellino giallo per fermare lo scugnizzo.

25' - Altra occasione Napoli, con Pavoletti che lavora il pallone fino ad attendere l'attimo giusto per il passaggio all'indietro verso la corrente Zielinski. Il destro del polacco però, si rivela completamente sballato. Palla larga in curva A.

23' - Gioco fermo per un problema occorso ad Astori, che era rimasto a terra nell'area del Napoli dopo il colpo di testa che ha costretto Reina ad un super intervento.

22' - Contrattacco Napoli! Occasione anche per i Partenopei con Pavoletti che in girata, dal centro dell'area non ha trovato la porta di Tatarusanu. Pallone alto sopra la traversa.

21' - REINA! PEPE REINA! MIRACOLO DEL PORTIERE SPAGNOLO CHE DEVIA IN MODO STRAORDINARIO IL COLPO DI TESTA DA DISTANZA RAVVICINATA SCAGLIATO DA ASTORI. GRANDE OCCASIONE PER LA VIOLA. FANTASTICO REINA.

20' - OCCASIONE POTENZIALE NON SFRUTTATA DA KALINIC: Pallone bellissimo dalla sinistra, indirizzato alla precisione verso lo smarcato Kalinic. Il croato, in corsa, non controlla bene davanti a Reina. Solo angolo.

18' - CHIESA! Il giovane figlio d'arte si costruisce la prima occasione del suo match dal nulla: dribbling riuscito su Strinic, poi conclusione affilata che mette in difficoltà Reina, costretto a smanacciare in angolo.

17' - Errore che ha rischiato di essere decisivo da parte di Sanchez, troppo sufficiente nel passaggio orizzontale intercettato da Hamsik. Il capitano ha cercato il varco per lasciar andare il destro, ma il suo tiro è stato prima deviato da Astori, poi bloccato da Tatarusanu.

11' - Break della Viola con Bernardeschi: discesa solitaria fino ai 22 metri, quando braccato da Albiol, il 10 ha cercato il diagonale mancino. Reina non ha grandi problemi.

10' - Ottima azione in verticale orchestrata dal Napoli, pericolosissimo a destra con la palla filtrante di Callejon verso la corsa libera di Hysaj. Il cross nel mezzo dell'albanese non ha trovato ne Pavoletti, ne Insigne.

8' - Prima giocata di Bernardeschi, sempre pericolosissimo quando ha la possibilità di alzare lo sguardo con il pallone tra i piedi. Buon intervento di Maksimovic a bloccare il lancio verso Kalinic.

6' - OCCASIONE NAPOLI, la prima del match! Errore di misura da parte di Maxi Oliveira, che ha spalancato le porte alla conclusione di Diawara, deviata da Astori. Sulla ribattuta ha provato anche Callejon, ma il pallone è terminato alto.

5' - Primo tentativo di cross da parte di Insigne, fuggito a Chiesa sull'out di sinistra: pallone facile tra i guantoni di Tatarusanu.

4' - Napoli che sale in pressione alta sul possesso articolato dei difensori Viola.

3' - Assolo Partenopeo in questi primi 180 secondi. Hamsik ha provato a rifinire l'azione con un filtrante che Pavoletti non ha intuito. Tatarusanu fa sua la sfera.

1' - Primo pallone controllato dal Napoli.

1' - SI PARTE! E' INIZIATA NAPOLI - FIORENTINA.

20.48 - Tutto pronto al San Paolo. 

20.48 - I due Capitani, Hamsik e Tomovic sono a centrocampo per lo scambio dei gagliardetti e il classico sorteggio.

20.47 - Suona O' Generosa, inno adottato anche nel campionato di Serie A Tim.

20.45 - SQUADRE IN CAMPO.

20.43 - Il direttore di gara è il Signor Doveri.

20.42 - Le squadre sono nel tunnel che porta al prato del San Paolo.

20.39 - Oramai ci siamo. Salgono i decibel al San Paolo. E' tutto pronto o quasi per il calcio d'inizio.

20.33 - Squadre di nuovo negli spogliatoi.

20.29 - A breve le squadre imboccheranno il tunnel per rientrare negli spogliatoi del San Paolo. A quel punto mancherà davvero poco al kick off della sfida. 

20.26 - Intanto prosegue il warm up delle due squadre, da qualche minuto ormai sul terreno di gioco del San Paolo.

20.25 - Ecco i due schieramenti uno di fronte all'altro. La grafica propone un 3-4-2-1 nella Fiorentina, con Chiesa a centrocampo e Cristoforo accanto a Bernardeschi. Non resta altro che attendere il verdetto del campo per svelare l'arcano.

20.15 - Intanto, le squadre sono pronte a fare il loro ingresso in campo per il consueto riscaldamento pre match.

20.13 - Da buon stratega, Suosa ci lascia con il dubbio legato al modulo. Quello che a prima vista può sembrare un 4-3-2-1 con Chiesa e Bernardeschi alle spalle di Kalinic, potrebbe anche tramutarsi in un 3-4-2-1 o addirittura in un 3-5-1-1. Molto dipenderà dalla posizione dello stesso Chiesa, di Cristoforo (preferito a Borja Valero) e Maxi Oliveira.

FIORENTINA: (4-3-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Sanchez, Astori, Maxi Olivera; Vecino, Badelj, Cristoforo; Chiesa, Bernardeschi; Kalinic.

20.10 - Ed ora passiamo all'undici scelto da Paulo Sousa per la sua Fiorentina.

20.09 - Ai lati di Pavogol Insigne e Callejon, mentre a centrocampo ci sono Zielinski e Diawara con Hamsik. Divesa quasi obbligata con Maggio e Maskimovic al posto di Tonelli e Hysaj.

20.08 - Formazione annunciata quella del Napoli, eccezion fatta per una grande sorpresa nel cuore dell'attacco. Sarri infatti, decide di lasciare a riposto Dries Mertens, preferito a Leonardo Pavoletti, acquisto di gennaio del Presidente De Laurentiis pronto  a scendere in campo dal 1' minuto con la maglia del Napoli. 

NAPOLI: (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Maksimovic, Strinic; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Pavoletti, Insigne.

20.07 - Sono giunte le formazioni ufficiali delle due squadre. Partiamo dall'undici scelto da Maurizio Sarri per la sfida alla Viola.

20.05 - Ecco altre immagini che arrivano in diretta dal San Paolo.

20.03 - Questa la risposta viola, con maglie e numeri dei tre tenori Kalinic, Chiesa e Bernardeschi.

20.01 - Ecco alcune delle maglie dei protagonisti Partenopei. Insigne, Reina, Pavoletti, Zielinski e Mertnes. Di questi, solo uno siederà in panchina...

20.00 - Mentre il San Paolo inizia a popolarsi, facciamo un rapido giro all'interno dello spogliatoio delle due squadre...

19.55 - la speranza è che possa ripetersi lo stesso spettacolo anche oggi in Tim Cup, in un match da dentro o fuori che vale l'accesso alla semifinale della Coppa Nazionale.

19.54 - In dicembre, la stessa sfida, ma a campi invertiti, ha regalato gol, spettacolo ed emozioni a non finire. Al Franchi il rigore di Gabbiadini al minuto 94 bloccò il punteggio sul definitivo 3-3 in un match tra i più belli della stagione.

19.52 - La sfida con la Fiorentina, infatti, è una gara molto attesa. Una gara tra due dei migliori team di Serie A, almeno per quella che è l'estetica di gioco e l'idea di calcio proposta dai due tecnici.

19.50 - Le tribune del San Paolo sono ancora semi deserte, ma a ridosso del kick off dovrebbero popolarsi (nel lecito di un giorno feriale) di tifosi fedeli ai colori Azzurri.

19.48 - Qui, nel catino che tra circa un mese ospiterà il Real Madrid nel ritorno degli ottavi di Champions League, va in scena la prima gara secca valida per l'accesso alle semifinali: Napoli - Fiorentina.

19.46 - Benvenuti al San Paolo di Napoli. Questo è il teatro scelto per il primo quarto di finale della Tim Cup edizione 2016/17.

19.45 - Cari Amici lettori di Vavel Italia, buonasera e benvenuti alla diretta scritta live ed di Napoli - Fiorentina, atteso quarto di finale valido per l'accesso diretto alle semifinali della Tim Cup 2016/17.

Da quel match disputato in un Franchi addobbato da decori e atmosfera natalizia, è passato un mese appena. 32 giorni dopo, nel gelo di un San Paolo che già si prepara ad accogliere il Real Madrid - eppure manca ancora tanto - Azzurri e Viola scendono in campo per un posto nelle semifinali della Coppa Nazionale, la Tim Cup 2016/17. Da quel 3-3 di campionato, tanto spettacolare quanto imprevedibile, Sarri e Sousa hanno trovato slancio per la rincorsa del nuovo anno. Già, perché nel 2017 Napoli e Fiorentina sembrano macchine perfette. Gli Azzurri, considerando anche l'impegno con lo Spezia, non conoscono risultato diverso dalla vittoria. Stesso discorso vale anche per la Fiorentina, in grado appena dieci giorni fa, di piegare anche la corazzata bianconera.

Il penalty a tempo scaduto di Manolo Gabbiadini ha permesso al Napoli di raggiungere i Viola sul 3-3 in campionato. Fonte foto: LaPresse.it
Il penalty a tempo scaduto di Manolo Gabbiadini ha permesso al Napoli di raggiungere i Viola sul 3-3 in campionato. Fonte foto: LaPresse.it

Il successo di San Siro, pesantissimo per quella che si sta rivelando la serrata lotta alla Champions League, ha rivelato un Napoli a due facce. Nella prima mezz'ora, la banda di Sarri ha deliziato la platea grazie a giocate di alta scuola, sincronismi perfetti ed efficacia sotto porta. Poi, subita la rete dell'orgoglioso Milan, - in tale circostanza va sottolineata l'ennesima disattenzione di Jorginho - Sarri ha iniziato a borbottare, evidentemente scontento. Nella ripresa, il Napoli ha adottato un atteggiamento prettamente difensivista, cercando di tenere il baricentro il più basso possibile per togliere profondità a Bacca e ai suoi partner d'attacco. La strategia 'Sarriana', che per certi versi si tradisce, si è rivelata efficace, ma al tempo stesso ha portato il Napoli a vivere minuti di inusuale apnea. 

Nel match disputato con la Fiorentina invece, le squadre battagliarono a viso aperto, rivelando limiti difensivi non indifferenti. In quel caso, il Napoli non accennò a diminuire la propria intensità, offrendo per tutto l'arco dei 90 minuti un calcio divertente, propositivo ed efficace. L'assenza di Koulibaly, impegnato in Coppa d'Africa, ha aperto una voragine che in qualche misura sta cercando di colmare il grand Albiol visto a Milano. A centrocampo invece, Jorginho sembra ancora in ritardo, anche se nelle ultime sfide precedenti a sabato - Sampdoria, ma soprattutto Pescara - era parso in crescita. Davanti invece, in attesa di Leonardo Pavoletti e Milik, il tridente tascabile continua a fare danni. Proprio sui tre folletti ammazza Diavolo, Sarri è pronto a costruire un altro grande successo: accedere alle semifinali di Tim Cup per restare in vita su tutti e tre i fronti stagionali.

La gioia della squadra gigliata dopo il gol di Zarate che aveva momentaneamente portato in vantaggio la Viola. Fonte foto: it.eurosport.com
La gioia della squadra gigliata dopo il gol di Zarate che aveva momentaneamente portato in vantaggio la Viola. Fonte foto: it.eurosport.com

A Firenze invece, le vacanze allungate dalla nevicata che ha causato il rinvio con il Pescara, hanno permesso a Paulo Sousa di affinare quei meccanismi inspiegabilmente perduti ad inizio stagione. Con la mini rivoluzione interna portata dal tecnico Viola, i Gigliati hanno ripreso a correre: tre successi in altrettanti match nel 2017. Due affermazioni contro il Chievo - di cui una in Tim Cup - e la grande impresa con la Juventus. Per battere la Juventus, Sousa è tornato al passato, andando a riproporre la vecchia difesa a tre per giocare a specchio con i Campioni d'Italia. Nulla di male, certo, soprattutto se alla fine il tabellone luminoso del Franchi era fermo sul 2-1. In effetti, così giocando, Bernardeschi decisivo nella risalita dei Viola, non ha avuto modo di rendere al massimo, lasciando la scena al più giovane compagno Chiesa

Non c'è dubbio che questo ragazzo stia stupendo giorno dopo giorno, sempre di più. L'intuizione di Paulo Sousa, sino ad ora sta ripagando alla grande la Fiorentina: con Chiesa, giocatore eclettico e di corsa, in grado di giocare sia in fascia sia in un ipotetico albero di natale, la pericolosità offensiva - tallone d'Achille della Viola ad inizio anno - è aumentata a dismisura. In coppia con l'altro Federico, Bernardeschi, e Nikola Kalinic, che ha giurato amore alla Fiesole, la Viola arriva al San Paolo con grande convinzione nei propri mezzi. In più, il match terminato 3-3 proprio con il Napoli, ha certificato che la Fiorentina può far male agli Azzurri, alle volte discontinui nel loro fraseggio all'interno di una singola partita.

La disperazione di Tomovic dopo il fallo da rigore che è costato il successo alla Viola, con il Napoli. Fonte foto: LaPresse.it
La disperazione di Tomovic dopo il fallo da rigore che è costato il successo alla Viola, con il Napoli. Fonte foto: LaPresse.it

Mentre Milik lavora notte e giorno per essere pronto nel giorno più atteso dell'anno, - quello della sfida al Real - Sarri ancora squalificato per gli insulti a Roberto Mancini datata 12 mesi fa, sembra orientato ad operare un turnover quasi invisibile per la sfida che assegna un posto tra le Fab 4. In porta, potrebbe esserci Rafael al posto dell'onnipresente Reina, mentre la linea a quattro di difesa - priva di Ghoulam e Koulibaly - dovrebbe vedere l'inserimento di Maggio e Maksimovic. A centrocampo, con Hamsik, spazio a Diawara e Zielinki, mentre in avanti sarà ancora panchina per Pavoletti e Gabbiadini. Sarri infatti, preferisce affidarsi ancora una volta al tridente magico che tanto bene sta facendo in questo periodo: Insigne - Mertens - Callejon.

NAPOLI: (4-3-3): Rafael; Maggio, Albiol, Maksimovic, Strinic; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. M. Sarri.

Qualche problema difensivo lo ha ancora la Fiorentina di Paulo Sousa, costretta a rinunciare a Capitan Gonzalo Rodriguez, uscito acciaccato dal match di sabato con il Chievo. Sousa, dopo il passaggio al 3-5-1-1 con la Juventus, potrebbe riproporre il 3-4-2-1 con l'esperimento - perfettamente riuscito - Sanchez al centro della difesa. A centrocampo, Vecino e Badelj saranno i due interni, con Maxi Oliveira e Chiesa ad agire sulle due corsie esterne. A Borja Valero e Bernardeschi il compito di innescare Nikola Kalinic, al rientro dopo la squalifica con il Chievo e dunque attesa più che mai, visto e considerato anche il suo rifiuto alla Cina.

FIORENTINA(3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Sanchez, Astori; Maxi Olivera, Vecino, Badelj, Chiesa; Borja Valero, Bernardeschi; Kalinic. All. P. Sousa.

Dries Mertens viene bloccato dall'uscita di Ciprian Tatarusanu durante il match di campionato terminato 3-3. Fonte foto: LaPresse.it
Dries Mertens viene bloccato dall'uscita di Ciprian Tatarusanu durante il match di campionato terminato 3-3. Fonte foto: LaPresse.it

L'ultima volta che la Fiorentina arrivò a sotto il Vesuvio per far visita al Napoli, la 9 Azzurra era ancora di proprietà Gonzalo Higuain. Il Pipita decise l'ultimo scontro diretto disputato al San Paolo (2-1) nel 2015, con gli altri gol siglati da Kalinic e Insigne. Ora però, il fantasma del Pipita è solo un lontano ricordo. Un lontano ricordo è anche l'ultima affermazione della Viola sul campo del Napoli (in Coppa Italia). Bisogna scendere fino al 1988 per vedere i Gigliati trionfare anche se solo parzialmente, dato che all'epoca, quell'ottavo di finale prevedeva anche una gara di ritorno. Il Napoli, dopo aver perso 2-3 al San Paolo, ribaltò tutto con il 3-1 del Franchi. L'ultimo faccia a faccia nella Coppa Nazionale invece, risale a quella tragica serata romana. La finale della Tim Cup 2014, si macchiò degli scontri tra tifosi di Napoli e Roma. In quegli scontri, avvenuti all'esterno dell'Olimpico a poche ore dalla finale tra Napoli e Fiorentina, il tifoso Azzurro Ciro Esposito perse la vita. Il match, che nonostante tensioni, lacrime e paure si disputò ugualmente, vide il successo del Napoli. Un netto 3-1 che permise agli Azzurri di dedicare la Tim Cup al tifoso scomparso.