Napoli - Ghoulam, segnali di pace

Poche le offerte degne di nota ricevute dal Napoli, che prova ad alzare lievemente l'offerta fatta al terzino algerino che, nel frattempo, si è ripreso il posto da titolare e fornito due assist decisivi a Dries Mertens contro il Cagliari.

Napoli - Ghoulam, segnali di pace
Napoli - Ghoulam, segnali di tregua

Due partite da titolare, due assist vincenti. Faouzi Ghoulam prova, dopo aver testimoniato cinguettando tramite Twitter tutto il suo amore per la piazza partenopea, a riprendersi il Napoli. Dopo la parentesi di qualche partita - con Sarri che ha formalmente spiegato la sua assenza per fisiologici problemi di stanchezza e di calo di forma - con Strinic in luogo dell'algerino, l'ex Saint Etienne è tornato, di prepotenza, a macinare chilometri sull'out sinistro del Napoli, formando così il terzetto con Hamsik ed Insigne tanto caro a Maurizio Sarri. La prova di sabato pomeriggio contro il Cagliari ha restituito, finalmente, un Ghoulam degno di tal nome al suo allenatore, pimpante in fase di spinta e decisamente lucido in copertura. 

Segnale tangibile, oltre ad una ritrovata brillantezza fisica, anche di una rinnovata motivazione nel tornare protagonista con la maglia azzurra, propedeutica forse ad un suo prossimo rinnovo contrattuale. Da mesi, infatti, il suo futuro resta appeso ad un filo sottilissimo, apparentemente pronto a spezzarsi da un momento ad un altro. Ed invece, nonostante l'esigua resistenza di quest'ultimo, le speranze del giocatore stesso e della dirigenza partenopea di trovare un accordo per proseguire a braccetto nelle prossime stagioni, potrebbero essere molto più probabili rispetto a qualche giorno fa. Le poche richieste, quantomeno quelle degne di tal nome, pervenute alla dirigenza partenopea hanno fatto riavvicinare le parti, con il Napoli che avrebbe rilanciato la propria offerta fino a due milioni per i prossimi cinque anni e l'entourage del calciatore che inizierebbe a vacillare aprendo la porta alla permanenza all'ombra del Vesuvio. 

Non è escluso, tuttavia, nel frattempo, che le pretendenti al mancino della nazionale algerina tornino alla carica con offerte decisamente congrue al valore del calciatore - che il Napoli valuta quantomeno una ventina di milioni - e con ingaggi decisamente più lauti rispetto a quello che Ghoulam percepirebbe in maglia azzurra. Tuttavia, la dirigenza partenopea starebbe continuando a pressare per indirizzare la trattativa verso una positiva conclusione, con la volontà di Sarri di avere nuovamente a disposizione tutti gli elementi attualmente presenti in rosa anche nella prossima stagione - con qualche innesto di valore possibilmente - che sembra avere sempre maggior piglio nelle idee del patron De Laurentiis, intenzionato ad accontentare il tecnico nei limiti del possibile. 

Ad avvalorare la tesi della riconferma del gruppo attuale anche nella prossima stagione, sono arrivate nel pomeriggio anche le parole dell'agente di Lorenzo Insigne, che si è così espresso riguardo la permanenza del terzino mancino: "Ghoulam è un grande giocatore e più passano gli anni, più matura. A volte lascia qualcosa in fase difensiva e Strinic da questo punto di vista garantisce maggiore copertura, ma in definitiva Ghoualm è un giocatore importante e in futuro può fare anche meglio. Questo Napoli credo sia il gruppo più unito, Sarri ha costruito un’unione importante e lo si vede anche in campo". 

Testimonianza ulteriore - ed anche l'ennesimo messaggio poco velato alla dirigenza - della necessità, nella prossima annata, di mantenere intatta la rosa a disposizione di Maurizio Sarri.