Napoli, il padre di Reina esce allo scoperto: "La questione va risolta subito"

Miguel Reina, padre del portiere azzurro, è intervenuto ai microfoni di radio Crc per parlare della situazione del figlio, ai ferri corti (sembrerebbe) con De Laurentiis.

Napoli, il padre di Reina esce allo scoperto: "La questione va risolta subito"
Reina sorridente dopo il match dell'Olimpico contro la Roma, vinto per 2 ad 1

Miguel Reina, papà di Pepe Reina, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Crc, interpellato in merito alla questione nata da qualche settimana fra il Napoli e suo figlio, portiere azzurro da tre stagioni, intervallate dalla parentesi di Reina in Germania, al Bayern Monaco.

Sulla partita di ieri fra Spagna e Colombia, che ha visto tra i protagonisti in negativo proprio Pepe Reina, papà Miguel ha dichiarato: "Ieri ho visto la partita della Spagna, non ho chiamato Pepe, gli ho mandato un paio di messaggi su Whatsapp per dirgli che sono cose che succedono e di stare tranquillo."

Sulla situazione fra suo figlio ed il presidente del Napoli, sono state invece più dure le parole di Miguel: "So che è successo qualcosa tra il presidente e Pepe, ma la devono smettere di fare i bambini e devono sedersi ad un tavolo, guardarsi faccia e faccia e risolvere la questione."

Su eventuali offerte giunte a Pepe da altre società (si vociferava qualche giorno fa di un forte interesse del Newcastle di Benitez e del City di Guardiola): "Giuro, da padre di 5 figli, che non so se esiste un’altra offerta o meno, sono cose di cui si occupa il suo procuratore, però posso dirvi che Pepe e la sua famiglia a Napoli sono felicissimi, e vi giuro anche questo, sull'onore della mia famiglia. C’è stato solo questo diverbio col presidente e va risolto subito per il bene di tutte le parti in causa."

Infine, interpellato in merito ai prossimi acquisti azzurri, Miguel Reina ha dichiarato: "Berenguer? Non so, ho sempre seguito solo le squadre di mio figlio, non so l’anno prossimo quale squadra vedrò, spero il Napoli, anche perché questa situazione mi ha sorpreso, i rapporti con la società sono sempre stati molto cordiali e devono risolverla subito!".