Napoli, caos portieri

La società partenopea continua a ballare tra il rinnovo proposto a Reina, le offerte per Meret e Cragno - profili più per il futuro che per l'immediato presente - e la possibilità, remota, che la Juventus si distragga su Szczesny per approfittarne. Situazione ingarbugliata, che ad oggi sembra portare con sé più dubbi che certezze.

Napoli, caos portieri
Napoli, caos portieri

Come in una tonnara, se non peggio. In casa Napoli continua a tener banco la questione relativa ai portieri della prossima stagione. Tutto sembra ruotare, apparentemente, attorno al rinnovo di Pepe Reina, che ha chiesto garanzie fino al 2021, mentre la società di De Laurentiis, allarmata dalla carta d'identità dello spagnolo, certa più delle sue qualità morali piuttosto che di quelle tecniche, spinge per un rinnovo ristretto, di un anno in più rispetto all'attuale scadenza. Situazione spinosa, alquanto in bilico, che non sembra al momento riuscire a trovare il bandolo della matassa tra le parti.

Il futuro è adesso - La dirigenza partenopea continua a farsi i conti in tasca, stretto tra la morsa della richiesta dell'iberico e quella di Maurizio Sarri che spinge per la conferma dell'ex Liverpool, ma non appare così convinta della bontà dell'operazione. Motivo per il quale, per l'immediato futuro e non solo, si è guardato in giro per trovare delle soluzioni alternative a Reina, con i vari nomi di Szczesny, Leno e non solo che hanno girovagato nelle stanze di Castel Volturno senza trovare però reali e concrete offerte alle parti in causa. Il polacco è l'unico vero obiettivo del Napoli in porta per sostituire Reina, ma la concorrenza decisamente più competitiva della Juventus ha attratto l'ex Roma che, per ora, sembra destinato a vestire il bianconero nella prossima stagione, alle spalle di Gigi Buffon.

La scheggia impazzita della decisione di Donnarumma ha però fatto saltare i piani alla dirigenza juventina, improvvisamente ritrovatasi con la possibilità di tornare all'assalto per Gigio, lasciando stare per un attimo la pista polacca senza continuare l'affondo con l'Arsenal. Un piccolo spiraglio, una minima possibilità che il Napoli proverà a percorrere fin quando non sarà definitivamente chiusa. La speranza, anche in tal senso, è l'ultima a morire. La sensazione, tuttavia, è quella che si andrà verso il rinnovo di Reina. 

Futuro remoto - Alle spalle della querelle principale, ovvero quella riguardante il ruolo di portiere titolare, si fanno sempre più strada le piste che portano ad Alex Meret ed Alessio Cragno, profili individuati per il domani, quando con un bagaglio minimo di esperienza tra i pali di squadre della massima serie, i due saranno pronti a vestire i panni del portiere titolare del Napoli. Nel frattempo, la società monitora le due situazioni, con il portierino dell'Udinese che appare leggermente in vantaggio su quello del Cagliari, nonostante una valutazione di 20 milioni che potrebbe screditare l'assalto della dirigenza campana, intenzionata ad arrivare massimo attorno ai 15, magari con qualche contropartita. Qualora l'affare non dovesse andare in porto, l'opzione Cragno potrebbe riprendere maggiormente quota, con l'eventualità in ogni caso di lasciare l'ex Benevento in Sardegna per una stagione.