Napoli, Allan: "Per lo Scudetto dobbiamo provarci. Karnezis? Abbiamo degli ottimi portieri"

Allan fa il punto della situazione e lancia il suo Napoli per lo Scudetto. Mercato? Occhio a Karnezis.

Napoli, Allan: "Per lo Scudetto dobbiamo provarci. Karnezis? Abbiamo degli ottimi portieri"
Calciomercato.com"

Allan è leggermente retrocesso nelle gerarchie del Napoli, ma Maurizio Sarri continua a ritenerlo come un centrocampista universale e totalmente diverso dai suoi colleghi di reparto. Il brasiliano è intervenuto ai microfoni della stampa per fare il punto della situazione, con uno sguardo al campionato e a qualche movimento di mercato che potrebbe coinvolgere qualche suo ex compagno ai tempi dell'Udinese. Ecco le sue parole:

Il punto dal ritiro: “Il ritiro è iniziato bene, nelle amichevoli non dobbiamo pensare agli avversari ma a mettere in campo quello che ci dice il mister. Quello che abbiamo fatto nell’anno scorso ci ha lasciato un po’ d’amaro in bocca, abbiamo perso dei punti ma quest’anno vogliamo fare il massimo. Abbiamo tanti giocatori di qualità e chi entra in campo lo fa sempre per dare il massimo per la squadra. Lo Scudetto? Non è più un tabù, noi dobbiamo provarci, poi se qualche avversario non sbaglierà nulla vedremo. Noi, però, ci siamo, e col ritorno delle milanesi sarà un campionato più interessante".

Sguardo al campionato: “Sarà difficile, bellissimo da vedere e da giocare. Milan, Inter, Juve, Roma si sono mosse bene. Ma faremo di tutto per dare il nostro meglio”.

Il suo gruppo: “E’ unito, è la nostra forza. Ci vogliamo bene a vicenda e ci divertiamo insieme. Potrebbe essere proprio questa la nostra spinta in più”.

Inevitabile pensiero alla sua Seleçao e alla voglia di disputare il Mondiale: “Sì il Mondiale è un mio obiettivo, ci proverò, è difficile. Se ci sarà la chiamata sarò contento, penso a fare il mio lavoro. Vincere lo Scudetto e andare al Mondiale? Sarebbe un sogno”.

Mercato? Allan parla di Karnezis: “Già abbiamo dei portieri di qualità, ma lo conosco. E’ un ragazzo serio, con qualità. Se dovesse arrivare sarei felice ma è meglio lasciar lavorare i dirigenti”.

Chiusura sul fattore dei tifosi: “E’ importante il loro entusiasmo, ma noi dobbiamo restare con i piedi per terra, scendendo in campo con la voglia di vincere ogni partita”.