Napoli, più Zinchenko che Ochs

I campani sono a caccia dell'ultima tessera per completare il proprio mosaico.

Napoli, più Zinchenko che Ochs
Napoli, più Zinchenko che Ochs

La continuità, questa è la parola d'ordine che regna all'ombra del Vesuvio. Il club di Aurelio De Laurentiis si è portato avanti con il lavoro, nel senso che il mercato per la prossima stagione lo ha già fatto l'estate scorsa. In questa finestra estiva si è deciso soltanto di puntellare la rosa acquistando un vice Callejon (Adam Ounas) ed un vice Ghoulam (Mario Rui). L'ultima operazione che il Napoli manderà in porto è l'acquisto di un esterno offensivo in grado di far rifiatare nel corso della stagione Lorenzo Insigne. Due sono i nomi sulla lista della spesa del direttore sportivo Cristiano Giuntoli: Oleksandr Zinchenko e Philipp Ochs con il primo che è considerato prioritario.

Ventenne, cresciuto nello Shakhtar, è di proprietà del Manchester City. E' considerato dagli addetti ai lavori un giocatore di talento, ma poichè ai Citizens non troverà molto spazio, il tecnico spagnolo Pep Guardiola dovrà decidere cosa fare del talentino ucraino. Il Napoli al momento resta alla finestra, aspettando la prossima mossa del City. Con Ounas e Zinchenko non sarebbe messa minimamente in discussione la titolarità di Insigne e Callejon che andranno a completare il tridente offensivo ultraleggero con Mertens. Resteranno dunque intoccabili, con i due 'giovincelli' pronti a subentrale ai titolarissimi e fargli risparmiare un pò di fatica, considerando che gli azzurri dovranno competere in tre competizioni.

Oleksandr Zinchenko con la maglia del Manchester City. Fonte: Getty Images
Oleksandr Zinchenko con la maglia del Manchester City. Fonte: Getty Images

Nel caso in cui il Manchester City dovesse fare muro e dichiarare incedibile Zinchenko, il Napoli ha quindi già pronto il 'piano B' e si tufferà su Philipp Ochs. Talento dell'Hoffenheim e perno della Germania Under 20, gioca esterno mancino alto ma sa ricoprire più ruoli su tutta la fascia. In Germania lo hanno addirittura paragonato a Thierry Henry.  Ochs è considerato perfetto da falso nueve ma adattabile su tutto il fronte d'attacco e ideale in una squadra che fa sì possesso palla ma che sa anche ripartire, caratteristiche peculiari del gioco del Napoli.