Napoli, prova generale superata: battuta l'Espanyol 2-0

Gli uomini di Sarri si avvicinano come meglio non potrebbero al preliminare di Champions League contro il Nizza. Gli azzurri superano il test contro l'Espanyol grazie alle reti di Mertens ed Albiol. Prova importante dei partenopei sia dal punto di vista offensivo che difensivo.

Napoli
2 0
Espanyol
Napoli: Reina (Sepe, min.71); Maggio (Hysaj, min.59), Albiol (Maksimovic, min.71), Koulibaly (Chiriches, min.59), Ghoulam (Mario Rui, min.74); Allan (Rog, min.71), Jorginho (Diawara, min.74), Hamsik (Zielinski, min.59); Callejon (Ounas, min.74), Mertens (Milik, min.59), Insigne (Giaccherini, min.74). A disp: Rafael. All. Sarri
Espanyol: Adri Lopez; J. Lopez, Diop, Hermoso (Lluis, min.80), Aaron; Jurado (Perez, min.56), Fuego, Roca (Granero, min.46), Piatti (Melendo, min.46) (Puado, min.89); Leo Baptistao (Alvaro, min.61), Gerard (Garcia, min.64). A disp: Edu, Gonzalo, Royo, Pol Lozano, Lopez. All. Flores
SCORE: 1-0, min. 35, Mertens. 2-0, min. 55, Albiol.
ARBITRO: Guida (ITA). Ammoniti Roca (min. 26), Fuego (min. 72)
NOTE: Amichevole. Stadio "San Paolo", Napoli.

Il Napoli vince l'ultima amichevole della propria stagione estiva e si prepara come meglio non potrebbe al preliminare di Champions League contro il Nizza, con l'andata in programma il 16/8 al "San Paolo". Gli azzurri erano chiamati a sfoderare una prestazione che si avvicinasse quanto più possibile a quella che si vedrà Mercoledì sera e così è stato. In vista di tale scopo Sarri manda in campo l'undici classico con il solito trio d'attacco composto da Insigne, Mertens e Callejon. L'unica novità riguarda la fascia destra di difesa con Maggio che prende il posto di Hysaj. I partenopei, come loro solito, partono subito forte mettendo alle corde l'Espanyol, che però riesce a resistere alle sfuriate offensive degli azzurri. Al 35' si sblocca la sfida con la magistrale punizione segnata da Mertens e da qui il Napoli accelera, trovando gli spazi che non era riuscito a creare nella prima mezz'ora di gioco. Gli spagnoli non stanno a guardare e provano ad agire di rimessa, ma alla prima occasione utile il Napoli chiude la partita con il perentorio stacco di testa di Albiol. Da qui in poi è pura accademia, con Ounas che si mette in mostra con giocate di alta classe. La partita arriva così fino al triplice fischio, che sancisce la buona condizione fisica, tecnica e tattica del Napoli. A questo punto l'attenzione è completamente rivolta alla sfida, che rappresenta il crocevia della stagione azzurra. Un incontro ad eliminazione diretta da non fallire, perchè in ballo c'è l'importantissimo accesso alla fase a gironi di Champions League.

                                    LA GARA

PRIMO TEMPO - Napoli subito pericoloso con Insigne che al 4' impegna Adri Lopez con un tiro ad incrociare di destro, che viene disinnescato in tuffo dall'estremo difensore spagnolo. Poco dopo il numero 24 partenopeo sfugge nuovamente alla difesa avversaria, dopodichè serve Hamsik, che da buona posizione calcia di prima intenzione, ma il suo mancino viene bloccato in due tempi dal portiere spagnolo. L'Espanyol si fa vedere in avanti solamente al 16' con Baptistao, che stacca bene di testa sul calcio d'angolo battuto da Piatti, ma la sua incornata sfiora solamente il palo sinistro della porta avversaria. Su capovolgimento di fronte ancora Insigne pericoloso col classico destro a giro, che però termina ampiamente a lato rispetto alla porta difesa da Adri Lopez. Al 22' si accende Mertens, che riceve da Allan al limite, salta Hermoso e calcia in porta, ma il suo tiro viene bloccato con un buon intervento dall'estremo difensore avversario. Cinque minuti dopo Napoli vicinissimo al vantaggio: schema su punizione chiamato da Jorginho, il quale con un lancio manda in porta Insigne, che calcia col destro al volo, ma la sua conclusione termina ben oltre la traversa. Sempre Insigne giunge con i tempi giusti sul cross tagliato di Callejon, ma il suo tiro da posizione ravvicinata finisce sull'esterno della rete. Alla mezz'ora occasionissima sciupata dal Napoli: retropassaggio di Hermoso verso il proprio portiere, che raccoglie la palla con le mani, causando così il calcio di punizione a due in area; della battuta s'incarica Insigne, che però sbaglia completamente la conclusione. Al 35' il Napoli passa in vantaggio: calcio di punizione dai 20 metri battuto da Mertens, il quale col destro spedisce la sfera sotto l'incrocio dei pali dove Adri Lopez non può arrivare. L'autore del gol si rende pericoloso poco dopo con un tiro da posizione defilata, che viene neutralizzato senza problemi dall'estremo difensore avversario. Al 44' ci prova ancora Insigne con un tiro dalla distanza, che termina ben oltre la traversa. E' l'ultima emozione del primo tempo, che termina con gli azzurri in vantaggio per 1-0 grazie alla punizione magistrale di Mertens.

SECONDO TEMPO - Ad inizio secondo tempo l'Espanyol va vicinissimo al pareggio: Allan sbaglia il passaggio verso Koulibaly, ne approfitta Leo Baptistao che scappa via verso Reina, ed una volta giunto dinanzi al portiere azzurro lascia partire una conclusione che si spegne lontana dai pali della porta avversaria. Su capovolgimento di fronte chance per Hamsik, che calcia col mancino dai 16 metri, il suo tiro viene respinto in tuffo dall'estremo difensore avversario. Sul corner seguente il Napoli raddoppia: cross di Callejon e colpo di testa di Albiol, sul quale Adri Lopez non può nulla. Al 63' Napoli vicino al tris: Hysaj va via sulla fascia destra ed una volta giunto in area di rigore mette dentro un cross rasoterra verso Insigne, che viene provvidenzialmente anticipato da Hermoso. Al 79' straordinaria azione personale di Ounas, che ricevuta palla spalle alla porta, supera con un numero il diretto marcatore e col sinistro calcia verso Adri Lopez, il quale si vede superato dal tiro dell'algerino, ma per sua fortuna la palla s'infrange contro il palo e termina fuori. All'86' fantastica azione sull'asse Ounas - Milik - Rog, con il croato che calcia in porta da buona posizione, ma il suo tiro s'infrange contro la traversa. Al 90' Diawara tenta il destro da fuori area, ma la sua conclusione termina ben lontana dai pali della porta avversaria. Su questa chance per gli azzurri finisce la partita. Il Napoli chiude la propria preparazione con una vittoria per 2-0 contro l'Espanyol.