Napoli, Jorginho: "Siamo partiti con il piede giusto. Atalanta? Domenica ci riscattiamo"

Il regista del Napoli, ai microfoni di Mediaset Premium, ha parlato dell'inizio di stagione dei partenopei e della imminente gara agli orobici.

Napoli, Jorginho: "Siamo partiti con il piede giusto. Atalanta? Domenica ci riscattiamo"
Napoli, Jorginho: "Siamo partiti con il piede giusto. Atalanta? Domenica ci riscattiamo"

“Siamo partiti col piede giusto in stagione, abbiamo iniziato bene ed è stato importante non subire troppi gol. Quest’anno il Napoli è cresciuto anche in personalità, abbiamo ancora più fiducia nei nostri mezzi, nel lavoro che stiamo facendo. Stiamo bene mentalmente e fisicamente, è un grande momento per noi".

Testo e parole di Jorge Luis Frello Filho, meglio conosciuto come Jorginho, regista del Napoli che, dopo essersi preso gli azzurri in campo prova a farlo anche fuori, ai microfoni di Mediaset Premium, caricando l'ambiente in vista del prosieguo della stagione. Una stagione iniziata secondo i migliori propositi, con la vittoria di Verona e la doppietta sul Nizza che è valsa la qualificazione ai gironi di Champions. 

"Champions League? E' arrivata con tanto lavoro, sacrificio e disponibilità di tutti. Ce la siamo meritati. Il nostro è un buon girone, ce la possiamo giocare, saranno belle partite contro squadre importanti. E poi in Champions non ci sono gare facili. Col Man City sarà una partita molto divertente sia per chi la giocherà sia per chi la guarderà da casa".

Archiviata la pratica Nizza, adesso è però tempo di pensare all'Atalanta di Gasperini, letale con i partenopei nella passata stagione: "Non ci siamo dimenticati quello che è successo l’anno scorso, abbiamo fatto fatica perdendo entrambe le gare. Domenica cercheremo di riscattare quelle sfide". Sfida alla quale non dovrebbe partecipare Reina: "Col mercato aperto è sempre un casino, se ascoltiamo tutte le voci che riguardano i singoli è un problema. Noi cerchiamo di lavorare e di pensare a noi stessi, altrimenti perdiamo solo energie”.

Infine, dopo le battute al veleno con Ventura dei giorni scorsi, uno sguardo anche alla Nazionale: "Ci penso, è ovvio. Ma penso anche al Napoli, a giocare bene, perché voglio che questa squadra vinca il più possibile, perché se lo merita. Il ct Ventura guarda le partite e farà le sue scelte".