Sarri: "Grande reazione della squadra. Per Insigne non dovrebbe essere nulla di grave"

L'allenatore partenopeo ha commentato la sconfitta del suo Napoli contro il Manchester City elogiando la prova di carattere della squadra dopo il doppio svantaggio

sarri napoli

Dopo 30 minuti di dominio del Manchester City, il Napoli dà spettacolo all'Etihad Stadium sfiorando la rimonta contro la corazzata di Pep Guardiola che si candida come una delle favorite alla vittoria della Champions League. Termina 2-1 la sfida tra Manchester City e Napoli, una partita che lascia tanto amaro in bocca in casa azzurra considerando anche il rigore sbagliato da Mertens e una classifica che inizia ad essere preoccupante. Ma la prestazione dei ragazzi di Sarri lascia pure molta consapevolezza e fiducia per il futuro, con un Napoli che ora non può più sbagliare a cominciare proprio dal prossimo match con il Manchester City che si giocherà tra due settimane al "San Paolo".

Ai microfoni di Premium Sport il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha commentato l'esito del match sottolineando l'ottima reazione della squadra nonostante il doppio svantaggio subito ad inizio gara e tranquilizzando i tifosi sulle condizioni di Insigne.

"Nella prima mezz'ora abbiamo concesso troppi spazi ad una squadra fortissima soprattutto in attacco. Ma dopo abbiamo giocato più che alla pari contro il Manchester City, dispiace per il rigore sbagliato che però ci ha dato la giusta scossa. Non è facile tornare in vita dopo un uno-due micidiale di una squadra così completa e questo ci dà grande consapevolezza per il futuro".

Pressing sbagliato e movimenti non sincronizzati nei primi 30 minuti: "Ho avuto la sensazione che sbagliavamo troppo ad accorciare, concedevamo sempre 5 metri di spazio a una squadra composta da grandi velocisti. Ma dopo abbiamo preso le giuste contromisure concedendo poco, facendo il nostro calcio e creando diverse occasioni".

Non destano particolari preoccupazioni le condizioni di Insigne uscito per infortunio:"Ha avuto un pò di dolore all'adduttore e stava aumentando progressivamente per questo ha fatto bene ad uscire. Non c'è stato un episodio scatenante, quindi credo e spero che non sia nulla di grave".