Palermo, il rimpianto di Zamparini: "Che errore esonerare Pioli"

Il presidente rosanero:" In quel momento non c'erano le condizioni tecnico-tattiche per farlo rimanere. Per me ricorda Carletto Ancelotti "

Palermo, il rimpianto di Zamparini: "Che errore esonerare Pioli"
Palermo, il rimpianto di Zamparini: "Che errore esonerare Pioli"

"Pioli? Il suo licenziamento fu un mio errore. Mi sto ancora mangiando il cappello, per non dire altro". Maurizio Zamparini non si nasconde, prende le sue colpe, parlando dell'allenatore protagonista della grande cavalcata della Lazio (La vittoria maturata nella giornata di ieri contro l'Empoli ha permesso alla Lazio di superare la Roma e di appropriarsi del secondo posto in classifica).

“In quel momento – dichiara Zamparini all’Ansa – non c’erano le condizioni tecnico-tattiche per farlo rimanere. In ogni caso, Pioli resta per me una grandissima persona, un tecnico che merita tanta fortuna e che sta facendo benissimo sulla panchina della Lazio".  Pioli è passato anche da Palermo, nell'estate 2011, ma si è fermato per poco più di un mese, poi è stato sostituito da Devis Mangia, all'epoca allenatore della Primavera rosanero, ancora prima di debuttare in campionato.

L'attuale tecnico biancoceleste è destinato a fare ancora meglio in futuro. “Per me ricorda Carletto Ancelotti, possiede la calma e la personalità del collega del Real Madrid. Sono molto contento per lui e per i risultati che sta ottenendo”.