Palermo, Iachini: "Dovremo essere concentrati per vincere"

Il tecnico rosanero: "Tutto chiarito con Zamparini. Gilardino? Le risposte può darmele lui"

Palermo, Iachini: "Dovremo essere concentrati per vincere"
Palermo, Iachini: "Dovremo essere concentrati per vincere"

Giuseppe Iachini, tecnico del Palermo, è intervenuto nell'odierna conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Carpi, esordendo parlando del chiarimento con il presidente  Zamparini: "Con Zamparini abbiamo chiarito tutto, penso che faccia parte di un matrimonio avere delle piccole divergenze. Abbiamo stima reciproca anche se a volte abbiamo avuto piccoli screzi, come ha detto Zampa ognuno è bene che svolga il suo compito. L’importante è che tutto si sia chiarito e adesso con rinnovata stima e fiducia andiamo avanti. Ho parlato con il presidente e ci confrontiamo spesso, la storia di Guidolin non conta nulla per me, nutro stima per Zamparini e lui per me. Vado avanti per la mia strada e continuo a lavorare per il Palermo e per i nostri tifosi”.

Una vittoria domani contro il Carpi permetterebbe ai rosanero di restare primi in classifica "Vincere contro Carpi ci permetterebbe di consolidare la prima posizione? Io porto rispetto nei confronti della squadra emiliana e nei confronti del suo allenatore Castori che dà sempre la giusta mentalità al suo organico. Ho visto un buon inizio, sebbene abbia preso cinque reti dalla Samp alla prima, ma contro l’Inter ha fatto un’ottima gara perdendo solo su calcio di rigore al 90'. Maledizione Carpi? E’ un dato particolare che può starci, ma quelle sono state due partite davvero ricche di episodi che ci hanno sfavorito. Io penso alla quadratura della squadra che ha dimostrato di potersi giocare un degno campionato, dovremo essere concentrati per vincere.  Queste cose vanno conquistate, non mi piace chiacchierare ma fare fatti perchè le vette vanno conquistate attraverso il lavoro.Onorare sempre la maglia e raggiungere il risultato attraverso il gioco, questo fa capire della squadra i veri valori morali”.

Alberto Gilardino partrà molto probabilmente dal primo minuto. “In queste ultime ore vedrò come si sente, perché non stiamo parlando di un ragazzo di 18 anni. Devo confrontarmi con lui per capire quante possibilità ci sono che possa essere utilizzato, è un giocatore di grande esperienza.. Non bado per ora all’aspetto tattico per quanto abbia lavorato molto bene, ma punto all’aspetto prettamente fisico. “Si deve valutare se è pronto fisicamente per sopportare un certo minutaggio. Dobbiamo stare attenti per non rischiare di creargli problematiche. La sua condizione sta crescendo e mi sento molto fiducioso”. Altro giocatore importantissimo per Iachini, Franco Vazquez: “Quando c’è la sosta per le Nazionali, avere molti giocatori impegnati da un lato è un onore perché vuol dire che stiamo lavorando bene, ma dall’altro non li ho a mia disposizione e non posso dare continuità di lavoro, l’esempio chiaro è Vazquez. Ci siamo ritrovati a pochi giorni dalla partita e l’ho visto carico, dato che per lui questa sarà una stagione importante per conquistarsi un posto fisso in nazionale in vista degli Europei”.