Palermo, Iachini: "Non compreremo nessuno, abbiamo Gilardino"

Il tecnico del Palermo, nella conferenza pre-partita contro il Sassuolo si affiderà a Gilardino in attacco. Secondo Iachini non ci sarà bisogno di un ulteriore acquisto dopo l'infortunio di Djudjevic

Palermo, Iachini: "Non compreremo nessuno, abbiamo Gilardino"
Palermo, Iachini: "Non compreremo nessuno, abbiamo Gilardino"

Beppe Iachini, intervenuto nella classica conferenza stampa prepartita del suo Palermo, che domani sfiderà il Sassuolo, si presenta con chiarezza e fermezza: "Non compreremo nessuno". Questa la risposta alle domande su una possibile soluzione per l'infortunio di Djurdjevic: "L’infortunio a Djurdjevic sta a significare una freccia in meno al nostro arco però è andata così ed è un peccato perchè il ragazzo stava crescendo e su di lui facevamo molto affidamento. Gli auguriamo miglior fortuna e di recuperare al più presto. Adesso occorre pensare partita dopo partita e confermo il fatto che una volta chiuso il mercato non sono propenso a prendere uno svincolato, penso che chi è rimasto a casa non abbia fatto la preparazione e quindi al momento non c’è possibilità".

Nella conferenza odierna, non solo Djurdjevic il tema trattato, ma anche le condizioni del portiere Sorrentino, che non è certo di poter scendere in campo: "Sorrentino è a rischio per domani, dovrò parlare con lo staff tecnico e valuteremo l’esito della risonanza che ha effettuato. Se non dovesse giocare ci sarà Colombi, in ritiro si è sempre allenato al meglio e si spera possa avere fin da subito un approccio positivo". Il tecnico del Palermo si ferma a parlare anche dei casi singoli di Gilardino e Gonzalez: "Nelle due partite iniziali abbiamo fatto tutto alla perfezione, dobbiamo andare avanti e io sono un tecnico che valuta concretamente ogni situazione. Gonzalez deve crescere, e come tutti gli inizi di stagione ci sono delle problematiche iniziali ma è chiaro che i viaggi intercontinentali non lo hanno aiutato. Emergenza in attacco? Non abbiamo solamente Gilardino ma anche Cassini e La Gumina che saranno sfruttati nell’arco della stagione, in certe partite dovrò valutare di partire in una certa maniera piuttosto che in un’altra. Valuterò di volta in volta quale situazione tattica prendere in considerazione". 

Essendo la conferenza pre-partita non si può non parlare dell'avversario, il Sassuolo: "La sconfitta contro il Milan brucia parecchio ma usciamo da questa gara con la consapevolezza di aver giocato al meglio sebbene ci siano stati episodi sfortunati e qualche sbavatura. Abbiamo fatto diversi errori e quando capita in serie A li paghi sempre a caro prezzo. Nel secondo tempo avremmo potuto fare qualcosa in più e dispiace ma adesso guardiamo avanti e pensiamo al Sassuolo. E’ un’ottima squadra e giocano insieme da molti anni. Si conoscono alla perfezione, hanno iniziato alla grande il campionato e il loro allenatore Di Francesco è molto bravo". 

Il Palermo potrà contare su Oscar Hiljemark, autore di una doppietta nell'ultima gara di Milano: "Voglio vedere se ha recuperato dalla sfida contro il Milan essendo stata una partita dispendiosa, è un ragazzo che ha lavorato e sta crescendo sul piano tattico e su quello di possesso e di non possesso. Deve lavorare su certi meccanismi, anche se sui moduli tattici e sulle posizione da tenere in campo sembra essere molto preparato. La partecipazione dei centrocampisti per noi è fondamentale e lo dimostrano i nove gol di Rigoni dello scorso anno, sono dei movimenti che proviamo spesso e che ci possono dare una mano sotto l’aspetto tattico. Assist di Gila? Ho scelto di inserirlo nel secondo tempo per dare freschezza alla fase offensiva rosanero, era andato tutto bene ma purtroppo poi Bacca ha siglato un gran gol che ci ha mandato in tilt".