Live Bologna - Palermo, risultato partita Serie A 2015/16 (0-1)

Live Bologna - Palermo, risultato partita Serie A 2015/16  (0-1)
Bologna
0 1
Palermo
Bologna: (4-2-3-1): Mirante; Ferrari (dal min. 85 Falco), Gastaldello, Rossettini, Masina; Diawara, Taider(dal min. 60 Donsah); Mounier, Brienza, Rizzo; Destro. Allenatore: Rossi.
Palermo : (3-5-2): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Rigoni, Maresca, Hiljemark (dal min. 52 Chochev), Lazaar; Vazquez, Gilardino. Allenatore: Iachini.
SCORE: (0-1) Vazquez, 23'
ARBITRO: L. Fabbri ammonisce Hiljemark, 46', Struna, 66', Rizzo, 74', Rispoli, 81'
NOTE: Gara valida per l'ottava giornata di Serie A, dallo stadio Dall'Ara di Bologna

Per Bologna - Palermo è tutto, grazie da Francesco Anastasi e dallo staff di Vavel Italia

Finisce una partita che era decisiva per entrambi gli allenatori, alla fine trionfa Iachini soffrendo perché il suo Palermo pensa prevalentemente a difendersi, la decide Vazquez. Il Bologna colleziona un'altra sconfitta ma alle spalle c'è una buona prestazione e tanti giovani da far crescere

https://italia.vavel.com/calcio/palermo/

https://italia.vavel.com/

FINISCE QUI! IL PALERMO TORNA ALLA VITTORIA

92' - BRIENZA! Sbaglia il tiro il fantasista servito da Destro! Bologna vicino al pari

90' - Fuorigioco fischiato a Destro da calcio di punizione, respira il Palermo

87' - GILARDINO!! Che occasione per il 2-0! Contropiede dei rosa con Rispoli che serve Vazquez che sceglie di non tirare e servire Gilardino che tutto solo tira addosso a Gastaldello

85' - Entra Falco al posto di Ferrari nel Bologna, padroni di casa in attacco

81' - Ammonito Rispoli che commette fallo su Masina

79' - Secondo cambio del Palermo che fa entrare Daprelà al posto di Lazaar

78' - DONSAH! Azione personale del ghanese che calcia in porta da posizione defilata, ancora una volta Sorrentino si oppone

77' - Mancosu! Sfrutta l'indecisione di Gonzalez, ancora bravo Sorrentino a coprire ed evita il pareggio dei felsinei

74' - Ammonizione anche tra le file del Bologna, a riceverlo Rizzoche entra duramente su Rispoli

68' - Entra anche Mancosu per i padroni di casa al posto di Mounier, il pubblico rumoreggia, non è contento della scelta di Delio Rossi

67' - Sorrentino manda in angolo il colpo di testa di Destro! Grande prestazione del portiere

66' - Secondo giallo del match che arriva a Struna che ferma la corsa di Mounier

65' - DESTRO!! Da solo in area colpisce di testa ma sbaglia mandando il pallone a lato, la sfera esce di pochissimo

60' - Primo cambio anche per il Bologna che rileva Taider, al suo posto Donsah

59' - Mounier perdetroppo tempo prima di metterla in mezzo, il francese era solo in area in posizione defilata con Destro al centro 

56' - Il Palermo gestisce il pallone con un possesso palla ordinato e prolungato

52' - Primo cambio del Palermo, esce l'ammonito Hiljemark al posto di Chochev

49' - RIZZO! Che tiro del centrocampista! Sorrentino è poderoso che devia con la punta delle dita

46' - Prima giallo del match per Hiljemark che entra in maniera dura su Rizzo

COMINCIA IL SECONDO TEMPO

La storia del primo tempo dice Palermo in vantaggio, ma prima del gol di Vazquez i rosa non erano ancora scesi in campo, con un Bologna che attaccava con insistenza. Poi il Palermo ha preso in mano il gioco e i padroni di casa hanno cominciato a sbagliare in fase di palleggio.

FINISCE IL PRIMO TEMPO, CONDUCE IL PALERMO PER 1-0

44' - Gilardino!! Ancora su cross di Lazaar, l'attaccante si fa trovare pronto, Mirante devia in angolo

42' - Andelkovic non arriva sul cross da calcio d'angolo, rimessa per il Bologna

36' - Rispoli! Contropiede perfetto del Palermo che porta al tiro il terzino, il tiro viene telefonato da Mirante

34' - MOUNIER! Penetra dentro l'area il francese che tenta il tiro a giro, palla che finisce alta sopra la traversa

33' - Cross sbagliato di Mounier, Destro non può arrivare sul pallone

30' - I padroni di casa cercano di reagire, ma fanno più fatica a rendersi pericolosi

26' - GILARDINO!! Colpo di testa che finisce sulla traversa su un cross al bacio di Lazaar

Prima azione del Palermo e primo gol, splendida giocata di Lazaar che trova Hiljemark, la da a Vazquez che con freddezza mette il pallone all'angolino da due passi

23' - GOL! VAZQUEZ!! PALERMO IN VANTAGGIO

20' - Destro! Di testa sfiora la porta da calcio di punizione battuto dal solito Brienza

19' - Diawara da lontaissimo, parata facile di Sorrentino

16' - MOUNIER! Triangolo perfetto con Brienza e Destro con il francese che si ritrova solo con Sorrentino che esce con i tempi giusti e anticipa il tiro del bolognese

15' - Fallo di Vazquez su Diawara che rimane a terra dolorante

11' - Il Bologna prova a scavalcare la difesa avversaria con dei calci lunghi, ma questi sono imprecisi

7' - Intervento falloso di Rispoli su Taider,calcio di punizione per il Bologna

5' - TAIDER! Tiro pericoloso che finisce fuori

4' - Si fa vedere anche il Palermo con Vazquez che entra in area, il cross viene bloccato da Mirante

3' - Taider ci prova da lontanissimo, conclusione senza successo

1' - Subito Bologna con Brienza! Scaravente un tiro da fuori che però viene deviato

1' - Primo fallo commesso di Destro su Rigoni, l'attaccante è diffidato

PARTITI! COMINCIA BOLOGNA - PALERMO

12:25 - Tutto pronto allo stadio Dall'Ara di Bologna, le squadre sono nei tunnel, il pubblico è già sugli spalti. Non c'è il tutto esaurito, ma specialmente nelle curve i tifosi ci sono e si fanno sentire 

Benvenuti cari amici e lettori di Vavel Italia alla diretta scritta, live ed di Bologna - Palermo, gara valevole per l'ottava giornata di Serie A 2015/16. Gli emiliani si ritrivano ultimi in classifica con soli 3 punti in merito a una vittoria col Frosinone, poi sei sconfitte per la squadra di Delio Rossi che non può più sbagliare. Situazione non meno delicata per il Palermo di Iachini che, dopo l'ottimo inizio, arriva da quattro sconfitte consecutive. 

Le probabili formazioni

QUI BOLOGNA - Una squadra arrivata in Serie A con tante ambizioni dopo i grandi investimenti della proprietà durante la sessione estiva del calciomercato. Dopo sette giornate di campionato le aspettetative sono diminuite. Difesa che fatica a non subire gol, un attacco sterile e un gioco che ancora tarda ad arrivare, Delio Rossi ha tanto lavoro da fare e nel match casalingo col Palermo si vedrà se la sosta è servita a ricompattare la squadra. Il 4-2-3-1 non ha dato i frutti sperati e probabilmente con i rosanero si passerà ad un 4-3-3. Krafth dovrebbe mandare in panchina Ferrari sulla corsia di destra con Rossettini e Gastaldello centrali difensivi davanti a Mirante, a sinistra Masina. Il centrocampo vedrà protagonista Taider, Rizzo e Diawara, in attacco Brienza e Mounier affiancheranno Destro che ancora è a secco di gol. 

QUI PALERMO - Zamparini ha portato la squadra in ritiro in Friuli per far concentrare i giocatori nell'imminente match contro il Bologna, Iachini ha potuto rivedere gli errori difensivi commessi e portarne delle modifiche. Mancherà Giancarlo Gonzalez nello schieramento inziale anche se il sudamericano non viene da buone prestazioni anche se ha fatto due gol nelle ultime due partite. Allora si partirà da una difesa a tre composta da Struna, El Kaoutari e Andelkovic davanti a Sorrentino. Il centrocampo presenta notevoli modifiche con Rigoni, Maresca e Hiljemark in mezzo con Rispoli e Lazaar sulle fasce. In attacco pronto il tandem Vazquez - Gilardino. 

BOLOGNA (4-2-3-1): Mirante; Krafth, Gastaldello, Rossettini, Masina; Diawara, Taider; Mounier, Brienza, Rizzo; Destro. Allenatore: Rossi.

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Struna, Andelkovic, El Kaoutari; Rispoli, Rigoni, Maresca, Hiljemark, Lazaar; Vazquez, Gilardino. Allenatore: Iachini.

Le parole della vigilia

Delio Rossi comincia la sua conferenza parlando del suo ex presidente che lo esonerò ben due volte: "Io e Zamparini amici? Per essere amico di qualcuno devi essere paritario a lui, non ci deve essere differenza soprattutto nei ruoli, io sono un dipendente; non bisogna confondere l’amicizia con la stima. Zamparini è un presidente molto legato e appassionato alla sua squadra, molte volte non è abituato a qualcuno che la pensa in modo diverso da lui. Io ho sempre avuto grande rispetto di Zamparini. Sono stato forse il più longevo allenatore a sedere sulla sua panchina, lo devo solo ringraziare dal punto di vista professionale, è stata sicuramente una bellissima esperienza, posso parlare solo bene del mio rapporto con Zamparini. Il Palermo ha cambiato molto rispetto all’anno scorso, ha perso due o tre punti di riferimento, con una squadra molto giovane. Non possiamo fare parallelismi con la nostra situazione, loro è vero che hanno cambiato molto, ma noi abbiamo fatto una rivoluzione. Il telaio loro l’hanno mantenuto. Qui si è fatta una scelta diversa, spero che molti di questi ragazzi possano essere il nucleo per il futuro di questa squadra. Infortunati? Donsah viene da un lungo infortunio, è disponibile, poi sarò io a decidere se schierarlo o meno in campo. Anche Ferrari ha recuperato, terrò conto di tutto, poi sceglierò la formazione più logica. L’allenatore mette sempre in campo la formazione che pensa sia più idonea per la partita. Mattia Destro? Io parlo con lui come con gli altri. Questo è fondamentale da capire: io valuto i miei attaccanti per quello che danno alla squadra poi vedo quanti gol fanno, è una cosa secondaria. Io pretendo di più da chi può dare di più".

Giuseppe Iachini è carico, sa che la partita di domani contro il Bologna potrebbe essere decisiva per dare una svolta alla stagione. Proprio come lo scorso anno, quando fu un Palermo - Cesena vinta all'ultimo minuto che cambiò la stagione dei rosa. La squadra è diversa e lui lo sa e per questo che l'allenatore del Palermo sostiene che questa rosa ha bisogno di tempo: "Nelle ultime settimane c’è successo un po’ di tutto, ho dovuto fare a meno di alcuni ragazzi che si sono infortunati o hanno avuto dei problemi fisici. A queste defezioni si sono aggiunti episodi sfortunati. Abbiamo preso cinque pali, ci siamo fatti due autogol. In un primo momento ho dovuto anche mettere nelle migliori condizioni possibili Alberto Gilardino, che per noi è l’unico centravanti a disposizione. Non dimentichiamo che nel frattempo abbiamo cambiato molto inserendo diversi giovani che hanno bisogno di tempo per maturare"

La partita di domani presenta l'ultima della classe, il Bologna, che però è guidato da un ex del Palermo che lo ha portato in finale di Coppa Italia nel 2011, Delio Rossi: "Il Bologna è una squadra organizzata, ha una sua identità di gioco. Delio Rossi è un allenatore molto preparato, sa dare un’impronta alle sue squadre. Ha un mix di giovani e ragazzi esperti che sanno giocare a calcio. Le nostre sono situazioni abbastanza simili: sia noi che loro abbiamo dovuto cambiare molto. In questo avvio di stagione si sta notando come chi non è stato costretto a cambiare giocatori, si sta confermando in alto in classifica. Al contrario, le società che hanno dovuto dare un ricambio, stanno trovando un po’ di fatica, come no".



Iachini sa che potrà sempre contare sui suoi tifosi: "Tenendo conto delle sconfitte e del momento, devo ammettere che il morale della squadra è da reputare positivo. In questo momento non stiamo raccogliendo i frutti che vorremmo. Ma sappiamo che attraverso il lavoro e i sacrifici quotidiani, possiamo venirne a capo. I ragazzi sanno che la strada è questa. Da ogni partita vogliamo ottenere il massimo.Inoltre, non posso far altro che ringraziare l’ambiente che mi ha sempre supportato, so di aver riportato entusiasmo e la cosa mi fa piacere. La tifoseria sa che ci impegniamo e diamo il massimo. Siamo fiduciosi: col tempo, anche quest’anno riusciremo a rimettere le cose nella giusta carreggiata e fare un campionato per quello che è l’obiettivo della squadra".

L'allenatore marchigiano sente la fiducia del presidente: "Zamparini ha valutato il lavoro che io e il mio staff abbiamo fatto in questi due anni. Che possa capitare un momento sfortunato e negativo, fa parte del calcio. Zamparini si fida di noi, capisce che stiamo lavorando e che ne verremo a capo. Dobbiamo rimanere uniti e compatti. Ricordiamo che abbiamo attraversato momenti peggiori, abbiamo pur sempre 7 punti in classifica. Non dimenticate che io sono arrivato a Palermo con una squadra che era al 13esimo posto in Serie B e in netta difficoltà. E non è tutto, il mio lavoro è servito al Palermo anche per ricucire il rapporto con l’ambiente e migliorare le condizioni economiche del club, grazie alla rivalutazione di giocatori. Fin qui abbiamo centrato tutti gli obiettivi, adesso stiamo solamente vivendo una parentesi un po’ negativa. Ci può stare. Lavoriamo con la consapevolezza che siamo la squadra più giovane del campionato e abbiamo ampi margini di miglioramento".