Palermo, parla Gerolin: "Schelotto ha lavorato bene, possiamo vincere contro l'Udinese"

Il direttore sportivo chiarisce la situazione del tecnico argentino, che aspetta il transfer per poter sedersi domani sulla panchina rosanero.

Palermo, parla Gerolin: "Schelotto ha lavorato bene, possiamo vincere contro l'Udinese"
Palermo, parla Gerolin: "Schelotto ha lavorato bene, possiamo vincere contro l'Udinese"

E' stata una settimana particolare per il Palermo con l'allenatore argentino, Guillermo Schelotto, a dirigere gli allenamenti, ma il suo impiego in panchina è in dubbio. Il Palermo è in attesa del transfer che gli consentirà di siedere nella panchina rosanero. A parlare in conferenza è andato il direttore sportivo, Gerolin che ha commentato così la situazione.

"Chi andrà in panchina domani non lo sapremo fino a stasera entro le 19.30. Cosa manca? Non lo so. Il nostro segretario generale Felicori sta seguendo le pratiche. Chi se non Schelotto? Ci sono alcune alternative, come Viviani o Bosi che conosce bene il 4-3-3 molto bene. Il Palermo sa che è una partita importantissima.Ci sono stati dei momenti delicati, è stata una settimana positiva, abbiamo lavorato molto bene. Questo Palermo può vincere contro l’Udinese".

Il direttore rosanero parla dettagliatamente di Schelotto, allenatore che non ha mai giocato e allenato in Europa: "Con lui abbiamo parlato di moduli, di giocatori. Ha visto tutte, ma tutte tutte, le partite della stagione del Palermo. Lui si trova bene a Palermo, è consapevole che c’è tanto da lavorare, date alcune difficoltà presenti. Mi ha detto che si trova bene, per lui è come stare in Sud-America".

Sul mercato non si è lasciato scappare battute: "Per ora pensiamo alla partita, poi ce ne occuperemo, ne parleremo dopo". Gerolin e Zamparini sono in attesa di indicazioni da parte di Schelotto, in entrata potrebbe rientrare Bentivegna dal Como, mentre in uscite ci sono Arteaga e Cassini, entrambi andranno in Croazia.

Il caso spinoso fra Ballardini e Sorrentino non sembra essere finito del tutto: "Non ho voglia di tornare su ciò che è successo tra Sorrentino e Ballardini. Posso solo dire che mi ha fatto piacere vincere a Verona. Adesso pensiamo alla partita di domani e all’obiettivo stagionale che è la salvezza. Ballardini ha fatto il suo lavoro, chi ha agito si prenderà le sue responsabilità. Dovevamo vincere a Verona e ci siamo riusciti".

Per ultimo, il modulo che il Palermo dovrebbe fare per domani è il 4-3-3, ma c'è da trovare una sistemazione ideale a Vazquez: "Lui è un calciatore straordinario, sa adattarsi a giocare in più posizioni. Potrebbe anche agire in quella posizione lì, in attacco. Contiamo su di lui, difficilmente ci ha deluso".