Palermo, caccia al dopo Ballardini. Sarà Stellone?

Il ritorno di Foschi coincide con l'addio al tecnico dell'ultima rocambolesca salvezza. Quello del giovane allenatore ex Frosinone sembra il nome più acceditato.

Palermo, caccia al dopo Ballardini. Sarà Stellone?
Palermo, caccia al dopo Ballardini. Sarà Stellone?

Chi sceglierà Zamparini come guida per il nuovo Palermo? E' un argomento che appassiona sempre, quello della traballante panchina rosanero. La salvezza raggiunta sul filo di lana, quando tutto sembrava perduto e dopo un finale di stagione dalla media punti altissima (3 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 5 giornate),  faceva pensare alla conferma di mister Ballardini, con il tecnico romagnolo uscito a testa alta dopo l'esonero di una manciata di giornate prima, arrivato dopo una vittoria in casa Chievo, e dopo che lo spogliatoio gli aveva voltato le spalle. Invece si cambia ancora, la giostra riparte. 

Nel frattempo sul capoluogo siciliano è tornato Rino Foschi, il ds dello storico ritorno in Serie A del 2004, che avrà il compito di scegliere, insieme al vulcanico presidente, il nome del nuovo condottiero. In pole position, al momento, sembra esserci Roberto Stellone, reduce dalla retrocessione in B con il Frosinone. Certo, non proprio un allenatore che ha vissuto una stagione felice, ma il campionato dei ciociari va letto al di là del risultato finale. I gialloblù, partiti con una rosa considerata inadeguata dagli addetti ai lavori, hanno sempre mostrato un calcio pragmatico ed estremamente concreto, sempre difficili da affrontare, pronti a lasciare il sangue sul campo, fino quasi alla fine del campionato. Stellone, tecnico giovane, e comunque protagonista nel doppio salto dalla Lega Pro alla A, ne è uscito a testa altissima, guadagnandosi la stima degli addetti ai lavori. Sembra proprio lui il preferito da Zamparini.

Occhio però a un altro tecnico giovane e dal sicuro avvenire: Massimo Oddo. L'ex campione del mondo '06 è al secondo anno in panchina a Pescara, e sta stupendo non poco: calcio moderno, idee e valorizzazione dei talenti, ma soprattutto risultati: un anno fa gli abruzzesi, partiti non benissimo, arrivarono alla finale playoff, col sogno promozione che si infranse al Dall'Ara su una clamorosa traversa di Melchiorri nei minuti di recupero. Quest'anno ci riproveranno ancora: nuovamente in finale playoff, stavolta contro il Trapani, con l'andata in casa sabato sera.

Un sondaggio pare sia stato fatto anche per Marco Giampaolo, appena separatosi dall'Empoli dopo aver ottenuto il record di punti in A con la società toscana. Stellone favorito, comunque, ma nulla è mai detto: con Zamparini non esistono certezze.