Palermo, Faggiano: "Abbiamo preso Gazzi, adesso altri 3-4 rinforzi"

Il ds Faggiano si presenta in conferenza stampa e detta le strategie del mercato

Palermo, Faggiano: "Abbiamo preso Gazzi, adesso altri 3-4 rinforzi"
Palermo, Faggiano: "Abbiamo preso Gazzi, adesso altri 3-4 rinforzi"

Il mercato del Palermo ha subìto l'impennata tanto attesa dai tifosi rosanero. Con l'arrivo del nuovo direttore sportivo Faggiano, il club di viale del Fante può cominciare a rinforzarsi. Dopo i primi due acquisti firmati Zamparini, ovvero il difensore Rajkovic e l'attaccante Sallai, arriva il primo colpo del nuovo ds, Alessando Gazzi.

Ad annunciarlo è proprio Daniele Faggiano nella sua presentazione in conferenza stampa: "Dovrebbe essere quasi fatta, mancano solo le visite mediche e poi il ragazzo arriverà. Però possiamo anche dirlo – ha proseguito Faggiano -. Faragò? I buoni rapporti contano poco, è un buon giocatore,ma adesso ci serve altro, gente che conosce più la Serie A, al di là del fatto che sarebbe un buon investimento perché ha buone qualità. Pinilla? Non è fattibile, non ne ho mai parlato. Non è facile fare mercato ad agosto prendendo italiani validi che facciano al caso nostro. Stiamo cercando di scandagliare il mercato trovando giocatori di qualità, che siano funzionali al credo calcistico di mister Ballardini – ha evidenziato -. Con Ballardini ho un buon rapporto. Cerchiamo sempre di collaborare per cercare di mettere il mister nelle migliori condizioni. Spero non ci siano disagi per Ballardini, se ci fossero dei mal di pancia sarebbe un problema per tutti, ma al momento non è così e anche se fosse non ve lo direi certo in questa sede. Ieri sera sono tornato qui dopo la pausa e parlando col tecnico non ho avvertito alcun tipo di fastidio".

Faggiano ritorna sulla sua esperienza a Trapani"E' vero che a Trapani facevo tutto io, ma sempre con il consenso del presidente. Qui c’è un rapporto più continuo, più giornaliero. Questa situazione mi dà ancora più responsabilità per fare bene. Sono venuto qui per una questione di ambizioni, questo è un punto di partenza e non di arrivo. Vorrei cercare nel mio piccolo, nella mia testa di dare un po’ più di fiducia a questo ambiente. L’anno scorso il Palermo si è salvato con un po’ di fatica, adesso vogliamo fare meglio, dando fiducia ai giovani, perché tanti top player europei sono passati dal Palermo, non penso che questo tipo di politica sia stata negativa finora. Il rapporto col Trapani? Non è come viene descritta. E’ normale che lavorando in una famiglia, staccarsi da un momento all’altro non è mai facile. Non è stata presa bene per questo motivo, però vedremo il da farsi, se si potrà fare qualcosa per il Trapani. Non c’è da pagare nessuna penale, c’è un rapporto e continuerà questo rapporto – ha detto Faggiano -. Per adesso non ci sono margini per trattative col Trapani, poi dopo vedremo. Il playmaker di qualità? Non sarà Gazzi, lui è uno delle mezzali oppure uno dei due centrali, quello più dinamico. Quello di qualità lo stiamo cercando, in Italia non è facile trovarne“.

Ma il mercato del Palermo non è finito: "Il Palermo non può essere già pronto domani, però abbiamo trattative molto avanzate, stiamo cercando di limare per cercare di risparmiare qualcosa e capire se c’è vero interesse nel chiudere la trattativa anche da parte del giocatore. C’è qualche trattativa estera avanzata che stiamo portando avanti. Quanti giocatori mancano ancora al Palermo? Secondo me 2-3, anche 4 elementi, però una trattativa è già in stato avanzato. Direi di aspettare ancora la partita con l’OM per esprimermi definitivamente su questo aspetto“