Sassuolo contro Palermo: una vittoria per respirare, o per tornare a sperare?

Neroverdi che vogliono tornare alla vittoria dopo oltre un mese, rosanero che puntano a fare risultato per dare un senso al girone di ritorno.

Sassuolo contro Palermo: una vittoria per respirare, o per tornare a sperare?
Sassuolo contro Palermo: una vittoria per respirare, o per tornare a sperare?

C'è chi prova a ritrovare quella vittoria necessaria a ripartire, quantomeno per tenere a distanza ancor più di sicurezza la zona rossa della classifica, e c'è chi da quella zona rossa vorrebbe uscire al più presto, magari inanellando quella serie di risultati importanti che finora, quando siamo già all'inizio della seconda parte del campionato, non è arrivata. Sassuolo contro Palermo è una delle partite più delicate del turno che apre il girone di ritorno, con i neroverdi che hanno bisogno di ritrovare quel successo al Mapei Stadium che manca da oltre un mese, e con i rosanero che finora fuori casa hanno ottenuto il 90% di quei dieci punti che compongono una classifica e un ruolino di marcia decisamente misero.

QUI SASSUOLO - Eusebio Di Francesco continua a perdere pezzi in difesa, con Gazzola che prosegue il suo percorso di recupero e con Cannavaro che quasi certamente partirà dalla panchina per far posto a Letschert. Ma a preoccupare di più il tecnico della formazione emiliana sono le condizioni di Gregoire Defrel. L'attaccante francese, strappato nell'estate del 2015 proprio agli avversari di giornata, soffre di un problema alla caviglia destra, che lo pone in dubbio per la sfida odierna: al suo posto si scalda Matri, il quale andrebbe a completare il tridente offensivo con Ragusa e Politano sugli esterni. E Berardi? L'attaccante calabrese ha recuperato minutaggio contro il Torino, ma non è ancora pronto per partire dall'inizio. Di Francesco lo farà entrare nuovamente dalla panchina, così come Duncan, unico centrocampista oltre ai tre titolari che saranno Aquilani, Sensi e Mazzitelli. Conferme anche per quanto riguarda i due terzini, che per forza di cose saranno ancora una volta Lirola e Peluso.

QUI PALERMO - In questo caso, il principale dubbio che attanaglia Eugenio Corini riguarda il modulo da adottare. Il tecnico di Bagnolo Mella - protagonista di un duro sfogo nella conferenza stampa di venerdì - sembra intenzionato a confermare quel 3-4-2-1 che ha restituito alla formazione rosanero solidità, ma al contempo c'è da fare i conti con le assenze di Andelkovic e Cionek, oltre che del lungodegente Rajkovic. Si fa dunque largo alla possibilità di vedere il Palermo schierato ad 'albero di Natale', con Rispoli e il giovane Pezzella come terzini e il tandem centrale composto da Gonzalez e Goldaniga. In questo caso si abbasserebbe in mediana la posizione di Bruno Henrique, affiancato dai due mediani Gazzi e Jajalo, mentre la presenza di un ulteriore trequartista, al fianco di Quaison e alle spalle di un Nestorovski che non segna ormai da diverse partite, lascia spazio all'eventuale utilizzo di Diamanti dal 1': qualora Corini dovesse confermare però le sue idee, legate alla presenza in campo di Alino a gara in corso, potrebbe esserci spazio per uno tra Trajkovski e Balogh, con il nuovo arrivato Stefan Silva che scalpita.

PROBABILI FORMAZIONI

SASSUOLO - Consigli, Lirola, Letschert, Acerbi, Peluso, Aquilani, Sensi, Mazzitelli, Ragusa, Defrel (Matri), Politano.

PALERMO - Posavec, Gonzalez, Goldaniga, Pezzella, Rispoli, Jajalo, Gazzi, Aleesami (Diamanti), Bruno Henrique, Quaison, Nestorovski.