Palermo - Lopez amaro dopo il ko: "L'atteggiamento era buono, dobbiamo riprendere la strada"

Dopo la sconfitta interna contro l'Atalanta per 1-3, Diego Lopez esprime la sua delusione ai microfoni della stampa, per una partita che è stata compromessa nelle prime fasi della sfida.

La partita era difficile e il risultato non è poi così sorprendente. C'è però comunque amarezza nelle parole di Lopez, dopo la sconfitta del suo Palermo contro l'Atalanta. I rosanero infatti hanno mostrato di essere vivi, nonostante le tante difficoltà, ma hanno compromesso il match con degli errori iniziali evitabili.

A Radio Rai il tecnico analizza così la sfida, battendo il tasto sugli errori della propria squadra e dichiarando che Nestorovski va supportato di più: "A prescindere da tutto sapevamo che squadra avremmo affrontato. Non siamo stati bravi a gestire la palla nei primi minuti, e ci sono venute meno sicurezze. L'Atalanta sta bene ma penso agli errori nostri, soprattutto in fase di uscita. Ci hanno rubato troppi palloni nella metà campo, dovevamo uscire meglio sulle fasce. Abbiamo segnato con Chochev rientrando in gara, ma al 15' ci hanno fatto il terzo ed è diventata molto difficile. Non basta Nestorovski da solo: noi gli dobbiamo dare più palloni puliti possibile. Dobbiamo sostenerlo di più, da solo non basta. L'atteggiamento era buono, dobbiamo riprendere la strada".

In conferenza stampa poi ribadisce la gravità dei palloni persi in zone di campo troppo pericolose, aggiungendo che comunque la squadra ha mostrato di esserci (fonte: TuttoPalermo.net): "Secondo me noi dobbiamo pensare a continuare a lavorare. Noi abbiamo perso alcuni palloni in zone del campo, dove non dovevamo. Loro sono una buona squadra e non dovevamo perdere questi palloni che hanno permesso a loro di trovare le reti. Noi nel secondo tempo eravamo ancora in partita. Noi abbiamo Nestorovski e dobbiamo cercare di far arrivare più palle giocabili per lui e per gli altri due attaccanti. La classifica è quella che è, però non si è mosso niente. Noi abbiamo commesso troppi errori. Dobbiamo continuare per fare sempre meglio, migliorando anche l'atteggiamento".

Lopez poi non vuole incolpare Jajalo per l'errore commesso, perchè non è stato l'unico a commettere leggerezze: "Gli errori li fanno i calciatori che giocano. Per me non bisogna condannare nessuno. Anche altri giocatori hanno perso palle importanti, però siamo stati bravi a rimediare a questi errori. Non è stato solo Jajalo, oggi tanti sono stati gli errori. Oggi noi non possiamo giocare tranquilli, però dobbiamo migliorare perchè se ci sono troppi errori in una gara, diventa difficile poter portare punti a casa. Peccato per la rete sprecata di Nestorovski. Sarebbe stato prima del terzo goal loro, diventando una botta di fiducia per noi. Lui ha carattere ed aiuta sempre la squadra. Dobbiamo essere più bravi a servirlo. Dobbiamo cercare di tirare di più in porta, questo è un aspetto psicologico da lavorare, non è possibile fare palleggio o passare all'indietro quando si è vicini la porta avversaria. Bisogna tirare molto di più".

A Rai Due poi aggiunge un commento sulla classifica del Palermo, sempre più drammatica: "Nel secondo tempo quando stavamo meglio abbiamo subito il terzo gol che ci ha tagliato le gambe. La situazione è complicata, dobbiamo giocare a calcio e si può fare con questa squadra. La classifica è come prima, dura e difficile ma noi ci siamo".