Il Palermo prepara la sfida alla Sampdoria, Lopez pensa al rilancio di Diamanti

Una delle ultime chance per i rosanero di accorciare in classifica e rendere più avvincente la lotta per la salvezza. Sono attualmente 8 i punti di ritardo dall'Empoli, non vincere contro il "Doria" significherebbe Serie B ad un passo.

Il Palermo prepara la sfida alla Sampdoria, Lopez pensa al rilancio di Diamanti
Il Palermo prepara la sfida alla Sampdoria

Un match importante, troppo per il Palermo. Una sorta di dentro o fuori, o se preferite da ultima spiaggia. Al campo di allenamento "Tenente Onorato" di Boccadifalco il Palermo agli ordini del tecnico Diego Lopez prepara la sfida alla Sampdoria, che sarà il lunch match della 26^ giornata di campionato di Serie A. Per la gara di domenica l'allenatore uruguaiano dovrà rinunciare allo squalificato Goldaniga, ed al suo posto è ballottaggio a due tra Andelkovic e Cionek, con il primo al momento leggermente favorito per agire accanto a Gonzalez. A centrocampo salgono le quotazioni di Chochev, il quale dovrebbe soffiare il posto a Gazzi e completare la mediana con il brasiliano Bruno Henrique. Possibile chance in attacco per Alessandro "Alino" Diamanti nel tridente insieme a Sallai e Nestorovski.

Le brutte notizie per Lopez giungono da Carlos Embalo che nel corso dell'allenamento di ieri ha rimediato un trauma contusivo-distorsivo al ginocchio destro. Il calciatore oggi ha sostenuto una seduta fisioterapica programmata ed ovviamente non sarà a disposizione per il prossimo match.

A caricare l'ambiente rosanero ci ha pensato il difensore Roberto Vitiello che ospite della trasmissione "Casa Minutella", si è espresso in vista dei prossimi impegni ufficiali della sua squadra: "Crediamo nella salvezza, lavoriamo duramente tutte le settimane proprio per raggiungere questo obiettivo e ce la stiamo mettendo tutta, penso si veda. I risultati verranno. È difficile fare un'analisi precisa, perché quando si incappa in stagioni di questi tipo è difficile capire ciò che va e ciò che non va. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche senza pensare troppo al passato. Adesso dobbiamo dare il massimo e pensare a salvarci che è la cosa più importante. Mancano ancora molte partite e c'è margine per poter rientrare in corsa. Dobbiamo iniziare a fare risultato, sia in casa che fuori, iniziando dal prossimo impegno che assume per noi vitale importanza".