L'afflitto Palermo prepara la sfida al Genoa

Il Palermo, da domenica scorsa in B, dovrà onorare nel migliore dei modi il finale di campionato.

L'afflitto Palermo prepara la sfida al Genoa
L'afflitto Palermo prepara la sfida al Genoa

Il pareggio ottenuto allo Stadio 'Bentegodi' di Verona, contro il Chievo, in rimonta grazie ad un gol in extremis realizzato dal difensore Edoardo Goldaniga, non ha evitato agli uomini del tecnico Bortoluzzi di ottenere sul campo la matematica retrocessione in Serie B, con ben tre turni d'anticipo. Era nell'aria, e si attendeva ormai solo l'ufficialità della disfatta, che è arrivata, inesorabile, domenica scorsa. Il Palermo del nuovo corso Baccaglini è gia rivolto al prossimo anno, ovvero alla costruzione della rosa per potere immediatamente riprovare la scalata, e riprendersi un posto in Serie A.

Ci sono, in ogni caso, ancora tre gare che separano i rosanero da qui al termine del campionato. Partite comunque da onorare al meglio, soprattutto per garantire il regolare svolgimento del torneo. Domenica al Renzo Barbera ci sarà la visita del Genoa, rinsavito dal successo ottenuto tra le mura amiche contro l'Inter, ma non ancora certo della salvezza. Il tecnico rosanero è alle prese con diversi problemi di formazione, infatti più di un calciatore convive con problemi fisici. Questa mattina si è tenuta una seduta d'allenamento, proprio in avvicinamento del match domenicale. Per i rosanero, al ''Tenente Onorato'' di Boccadifalco, ai consueti esercizi di riscaldamento, sono seguiti dei lavori atletici in campo. La seduta è poi proseguita con un'esercitazione tattica, prima di concludersi con una partita mista in porzione ridotta del terreno di gioco.

Michel Morganella e Andrea Rispoli hanno lavorato regolarmente con i compagni.  Lavoro differenziato, invece, è stato programmato dallo staff tecnico palermitano per Andrea Fulignati, Mato Jajalo e Carlos Embalo. Fisioterapie, infine, per Alessandro Gazzi e Slobodan Rajkovic, con questi ultimi due che difficilmente riusciranno a recuperare e quindi prendere parte alla sfida contro il 'Grifone' rossoblù.

Intanto, sembrerebbero emerse le prime volontà di alcuni rosanero che intenderebbero dire addio al progetto e accasarsi altrove, poichè poco propensi a scendere di categoria e dunque giocare il prossimo anno in cadetteria. Secondo il Giornale di Sicilia, sarebbero già con la valigia in mano diversi giocatori, tra i quali spiccano i nomi di Ivaylo Chochev, Mato Jajalo, Toni Sunjic ed Edoardo Goldaniga. I nomi appena citati preferirebbero cambiare aria, e partire verso altri lidi. Avrebbero già espresso alla società, tramite i loro procuratori, la volontà di lasciare la Sicilia.