Pescara - Sebastiani vola in Cina. Parlano Campagnaro e Memushaj

Il patron del Pescara volerà nel mese di aprile in oriente per allargare gli orizzonti della società, mentre ai microfoni hanno parlato capitan Memushaj ed il rientrante Campagnaro.

Pescara - Sebastiani vola in Cina. Parlano Campagnaro e Memushaj
Pescara - Sebastiani vola in Cina, parlano Campagnaro e Memushaj (Fonte foto: Pescara Calcio)

Il Pescara continua a preparare la sfida del Milan conscio del fatto che queste saranno, con tutta probabilità, le ultime partite nella massime serie di quest'anno. La società, però, viaggia controcorrente visto, che il presidente Daniele Sebastiani, nel mese di Aprile, volerà in Cina per chiudere un accordo con Xiamen, un'azienda che fattura circa 5 miliardi di dollari l'anno occupandosi della gestione di porti e metropolitane. Un tassello in più per rendere ancor più solida la società, visti anche i tentativi delle grandi potenze cinesi di entrare nel calcio europeo con acquisti faraonici. Insieme al presidente biancazzurro ci saranno Daniele Becci e un giocatore che, molto probabilmente, sarà Simone Pepe.

Intanto buone notizie arrivano dall'infermeria visto che Campagnaro è tornato a completa disposizione di Zeman e, intervistato ieri allo store ufficiale, ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti partendo dalle speranze salvezza: "Nel calcio può accadere di tutto. Crotone, Palermo ed Empoli sono in difficoltà come noi. Basterebbero due o tre risultati positivi per tornare a sperare. Bisogna dare il massimo e alla fine tireremo le somme. Non possiamo arrenderci". L'ex Napoli prosegue parlando del suo stato di forma: "Sono a disposizione, ma non so se giocherò dal primo minuto. Deciderà l’allenatore, se dovessi avere la chance, mi auguro solo di dare un contributo, anche se la situazione in classifica è molto complicata".

La stagione sta prendendo una brutta piega e molti giocatori andranno via l'anno prossimo, su questo tema Campagnaro rassicura un po' tutti: "Da parte mia non c’è nessun problema a continuare il rapporto. I dirigenti conoscono le mie intenzioni e se per loro andrà bene troveremo di sicuro un accordo. In caso contrario, cercherò un’altra sistemazione e vedrò di prepararmi per una nuova avventura in un’altra squadra. Sono sereno, penso solo a chiudere bene la stagione, poi vedremo quello che succederà". L’Uruguaiano si è espresso anche su Massimo Oddo: "Ha pagato per tutti. Come spesso accade nel calcio quando le cose non vanno nel verso giusto gli allenatori vengono mandati via. Oddo non è riuscito a risolvere i guai di questa squadra, ma non era lui il nostro problema". In ultimo una battuta su Zeman: "Finora ho lavorato poco con lui. Non è facile prendere una squadra in corsa e risollevarla, specie in situazioni così difficili come quella che stiamo attraversando noi per adesso", chiude Campagnaro.

Insieme a lui c'era anche capitan Memushaj che, dopo gli impegni con la Nazionale Albanese, è tornato a pieno regime, queste le sue parole: "Le sconfitte non ti fanno dormire. Non abbiamo partecipato. È un dato di fatto. Decisamente al di sotto delle aspettative, anche dal punto di vista personale. Se avessi segnato i due rigori a disposizione, forse sarebbero cambiate tante cose. Il mio agente Mario Giuffredi ha dichiarato che merito di restare in serie A? Non sono parole pronunciate dal sottoscritto. È inutile parlare di queste cose. Il mio contratto col Delfino scade il 30 giugno 2020. Penso che Zeman sia stato e continui ad essere un esempio nel calcio italiano. È un onore essere allenato da un tecnico come lui. Affrontare gli azzurri a Palermo è stata un’emozione unica perché in Italia sono cresciuto".