Serie B - Lo Spezia travolge il Pescara: 4-0 al Picco

La squadra di Gallo batte quella di Zeman grazie ai gol di Maggiore, Ammari, Granoche e Forte

Serie B - Lo Spezia travolge il Pescara: 4-0 al Picco
pescaracalcio.com
SPEZIA
4 0
PESCARA
SPEZIA: MANFREDINI; LOPEZ, GIANI, CAPELLI (58' MASI), DE COL, BOLZONI, PESSINA, MAGGIORE, MASTINU (54' AMMARI), GRANOCHE (81' SOLERI), FORTE. ALL. GALLO
PESCARA: FIORILLO; MAZZOTTA, CODA (35' FORNASIER), PERROTTA, CRESCENZI, BRUGMAN, CARRARO, PALAZZI (42' COULIBALY), CAPONE, PETTINARI, MANCUSO. ALL. ZEMAN
SCORE: 4-0. 1-0 33' MAGGIORE, 2-0 55' AMMARI, 3-0 73' GRANOCHE, 4-0 83' FORTE
ARBITRO: PINZANI AMMONITI: LOPEZ, FORTE (S)
NOTE: STADIO PICCO INCONTRO VALIDO PER LA SEDICESIMA GIORNATA DI SERIE B

Dopo un mese, e quattro pareggi consecutivi, lo Spezia torna a vincere e lo fa battendo il Pescara 4-0 nel match valido per la sedicesima giornata di Serie B. Successo più che meritato per i padroni di casa che schiantano il Delfino grazie al gol di Maggiore nel primo tempo e a quelli di AmmariGranoche e Forte nella seconda frazione di gioco. Con questo successo i liguri salgono a quota 20 punti e agganciano proprio la compagine di Zeman che incassa la terza sconfitta nelle ultime cinque partite di campionato. 

IL RACCONTO DELLA GARA

Per quanto concerne il capitolo formazioni 4-3-1-2 per lo Spezia con Mastinu a supporto di Granoche e Forte mentre il Pescara risponde col 4-3-3 con il tridente offensivo formato da Capone, Pettinari e Mancuso. 

Parte bene lo Spezia che dopo sette minuti va ad un passo dal gol con Granoches che scappa a Perrotta sulla destra e mette al centro per Forte che deve solo spingere in rete, ma calcia fuori. Con il passare dei minuti il Pescara prende campo, ma il giro palla della squadra di Zeman è sterile e non porta a a vere occasioni da rete. La squadra di Gallo, invece, aspetta e al 32' torna ad essere pericolosa con Forte che, sugli sviluppi di un cross di Lopez dalla sinistra, gira di testa, ma non trova la porta. Passano sessanta secondi e i liguri vanno in vantaggio con Forte che fa correre Maggiore il quale, davanti a Fiorillo, non sbaglia col diagonale di destro. Nel finale di tempo gli abruzzesi provano a reagire, ma perdono Coda e Palazzi per infortunio, al loro posto spazio a Fornasier e Coulibaly. La prima frazione si chiude con il vantaggio dello Spezia. 

Nella ripresa subito Spezia pericoloso con Forte che appoggia per Mastinu il quale calcia dal limite, ma Fiorillo blocca in due tempi. Al 53' la risposta del Pescara con Brugman che salta Capelli e dal limite lascia partire un potente destro. Manfedini respinge in tuffo. Gallo inserisce Ammari, come primo cambio, e dopo pochi secondi dal suo ingresso il numero 42 va in rete con un angolato destro dal limite che non lascia scampo a Fiorillo, 2-0. Il Delfino accusa il colpo e al 57' i padroni di casa sfiorano la terza rete con Granoche che si ritrova la palla tra i piedi, in area, e calcia col destro, ma Fiorillo salva con un miracolo.

Al 60' torna a farsi vedere il Pescara con Mancuso che ci prova con un destro dal limite dell'area, sfera fuori di pochissimo. Dall'altra parte sempre Forte continua il suo duello con Fiorillo, ma anche questa volta l'estremo ospite respinge la conclusione dell'attaccante spezzino. Il tris, però, arriva al 73' con Granoche che, sugli sviluppi di un corner, batte Fiorillo da pochi passi, 3-0. La squadra di Gallo non è sazia e dieci minuti più tardi cala il poker con Forte che, sugli sviluppi di un cross dalla destra, mette dentro da due passi, 4-0. Nel finale Forte va anche vicino alla doppietta con un tiro al volo ma Fiorillo si oppone. E' l'ultima emozione del match: lo Spezia torna a vincere dopo un mese demolendo il Pescara 4-0.