Roma, Sabatini: "Critiche ingiuste, con l'Inter la partita più importante"

Il d.s giallorosso analizza la gara di Champions e punta a ritrovare, in tempi brevi, la vera Roma.

Un pari, sfortunato. Una serie di leggerezze a tarpare le ali europee della Roma. Il Cska impatta e i giallorossi sono chiamati a giocarsi il passaggio del turno all'ultima giornata, con il rischio, reale, di lasciare la Coppa più bella. Sabatini smorza i toni, cancella le polemiche per il "bollente" post partita e difende una squadra comunque ancora in corsa su tutti i fronti "La squadra aveva due ore di permesso, qualcuno è rientrato dopo due ore e mezza ma non siamo cerberi, siamo una società liberale. Dopo il risultato di Manchester la squadra aveva bisogno di distrarsi un po’ e lo hanno fatto in amicizia e compatti. Siamo contenti che la squadra voglia ritrovarsi insieme anche per far qualcosa di godibile”.

"Io vorrei ribadire la forza della squadra che abbiamo incontrato martedì. Hanno cinque o sei uomini dal grande mercato, forse la prima partita ha ingannato tutti. Abbiamo pareggiato la partita, giocandola a larghi tratti molto bene. A beffa finale fa male, l’abbiamo vissuta come una sconfitta perché non è un risultato buono per la Roma".

Mano tesa anche per Strootman. L'olandese, rientrato da poco nel radar di Garcia, al termine di una lunga riabilitazione, e gettato nella mischia nella gelida Mosca, protagonista sfortunato in occasione del pari russo, è assolto da Sabatini "Trovo ingiuste le critiche a Garcia e Strootman che è un grande calciatore. Sono state spese parole eccessive ed offensive per un calciatore e professionista di grandissimo livello. Lo dobbiamo recuperare e deve giocare pezzi di partite importanti, non 5 minuti sul 3-0. Io speravo entrasse in campo. Tra l’altro, dopo il passaggio sbagliato, ci sono state altre cinque-sei trasmissioni di palla dove potevamo intervenire”.

Qualcosa in più la Roma si aspetta dai giovani talenti. Ljajic, dopo l'exploit in campionato, è apparso fragile in Champions e Iturbe, pezzo pregiato del mercato, siede con continuità in panchina "E’ un ragazzo giovane che è stato colpito anche da tanti piccoli infortuni. E’ un ragazzo che lavora tantissimo durante la partita, fa lavoro oscuro, e subisce una marea di falli. E’ un calciatore che noi aspettiamo ed anche i tifosi devono farlo. Noi abbiamo un obiettivo e ci arriveremo con questi calciatori”.

In campionato arriva l'Inter di Mancini "la partita più importante,perché è la prossima", ma l'obiettivo è eliminare le tossine lasciate dal 7-1 firmato Bayern. La sensazione è che la Roma, da allora, abbia perso le sue proverbiali certezze "Questa squadra ha la forza mentale per reagire e uscire dal tunnel". 

Lesione di primo grado al gemello esterno di destra per Torosidis, per lui niente Inter. Garcia recupera invece Maicon.