Roma: Cech si, ma non adesso

Con De Santis ormai 37enne, e Neto vicinissimo alla Juve, i giallorossi sembrerebbero intenzionati ad affidare la porta a Peter Cech, che a Londra fa ormai il secondo di Courtois. Cech subito, o si dovrà attendere giugno?

Tra un Nainggolan da saldare ed un Florenzi da coccolare, spunta adesso un "buco" da riempire. Già, perchè ad oggi, le chiavi della porta giallorossa le tiene belle strette un numero 1 di tutto rispetto, uno che il proprio dovere lo ha sempre fatto, da Pescara fino a Istanbul, per arrivare a Napoli e, dato che tutte le strade portano a Roma, Morgan De Santis si accasa proprio sulle sponde del Tevere, dove l'abbruzzese continua a fare il goalkeeper, ma a 37 anni, chi si fida ancora del buon Morgan? 

La risposta andatela a cercare sulle pagine di autorevoli quotidiani o siti internet, che, alla vigilia della "befana", mettono nero su bianco il nome che accende le fantasie di Garcia: Peter Cech, ecco cosa vorrebbe trovare il tecnico giallorosso nella propria calza. 

Il 32enne portiere del Chelsea, dopo i tanti successi ottenuti con i Blues, si trova adesso relegato in panchina, costretto a fare da secondo ad un ragazzino (prodigio). La Roma ci prova, ma non sarà semplice, perchè Mourinho vorrebbe trattenere il portiere ceco fino a giugno, per poi dare il placet alla trattativa che vedrebbe Cech arrivare alla Lupa, ma solo in estate.

Il pressing della Roma continua, e se da un lato c'è Mourinho, dall'altro c'è proprio Peter, che di passare altri sei mesi in panchina sembra proprio non volerne sapere: e allora, come non farsi tentare da un'avventura in Serie A?