Diretta Fiorentina - Roma, risultati live Serie A

Diretta Fiorentina - Roma, risultati live Serie A
Diretta Fiorentina - Roma, risultati live Serie A

Buonasera e benvenuti da Giorgio Dusi e dalla redazione di Vavel Itala alla diretta scritta di Fiorentina - Roma. Dallo Stadio Artemio Franchi di Firenze, vivremo insieme un appasionante partita, che ci dirà il vero ruolo della Roma di Garcia, e se invece la squara di Montella può davvero aspirare alla Champions League.

Così come accadrà a Lazio e Milan, le due squadre si ritroveranno contro anche nei quarti di Finale di Coppa Italia, il 3 Febbraio all'Olimpico. Olimpico che nella gara d'andata vide i padroni di casa giallorossi imporsi nel finale per 2-0 con i gol di Nainggolan nel primo tempo e Gervinho nel finale. La gara di quest'oggi invece sarà molto diversa, quantomeno negli animi delle squadre che si affronteranno al Franchi. La squadra viola viene da un periodo positivo e, complice la doppietta in settimana in Coppa Italia all'Atalanta, sembra aver ritrovato anche Mario Gomez. Vedremo se il tedesco è del tutto guarito oppure sarà stato soltanto un'occasione isolata. La Roma di Garcia, invece, viene da un momento tutt'altro che positivo. Il pareggio con l'Empoli in Coppa al termine dei regolamentari è l'ennesimo di una lunga serie interrotta dal successo fortunoso di Udine. Quattro pareggi nelle ultime cinque, sei delle ultime dieci: la Roma di Garcia è affetta da pareggite e non sembra bastare l'assenza di Gervinho per giustificare questi stop. 

COME ARRIVA LA FIORENTINA - Vincenzo Montella schiererà la squadra secondo il modulo 3-5-1-1 con Tatarusanu fra i pali Tomovic a destra, Gonzalo Rodriguez al centro e Basanta a sinistra. Le chiavi del centrocampo saranno affidate a Pizarro con Mati Fernandez e Borja Valero ai suoi lati. Sulle fasce ci saranno Joaquin e Pasqual mentre Cuadrado giocherà dietro l'unica punta che sarà Mario Gomez. Nessuna sorpresa, con Babacar e Gilardino che dovrebbero partire dallla panchina così come l'altro neo acquisto Diamanti. 

COME ARRIVA LA ROMA - Rudi Garcia schiererà la migliore formazione eccezion fatta per Gervinho impegnato in Coppa d'Africa e Maicon, acciaccato. De Sanctis difenderà la porta giallorossa, con Florenzi a destra e Holebas a sinistra. Il pacchetto arretrato sarà composto da Manolas e Yanga Mbiwa con Astori che dopo le recenti prestazioni scadenti (Palermo ed Empoli) dovrebbe sedersi in panchina. In mediana ci sarà De Rossi coadiuvato da Pjanic e Strootman. Il tridente d'attacco sarà composto da Iturbe, Totti e Ljajic. Da non scartare però un'idea alternativa, un modulo più coperto con Pjanic trequartista e tre mediani con Nainggolan al posto di un attaccante. In questo caso sarebbero Ljaijc e Iturbe a giocarsi un posto accanto a Totti. 

FIORENTINA (3-5-1-1): Tatarusanu; Tomovic, Gonzalo, Basanta; Joaquin, Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Cuadrado; Gomez. All. Montella

ROMA (4-3-1-2): De Sanctis; Florenzi, Yanga-Mbiwa, Manolas, Cholebas; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Pjanic; Totti, Iturbe. All. Garcia

Il Vincenzo Montella che s'è presentato in conferenza stampa ieri è un allenatore sornione, quasi stranamente perfido (non nella natura del napoletano), che punzecchia gli avversari e tenta, velatamente, di mettergli pressione addosso:  "E' un momento positivo con qualche parentesi negativa. Siamo consapevoli che è una partita difficilissima ma anche che possiamo farcela se mettiamo tutto e anche qualcosa di più". Così Montella alla vigilia di Fiorentina-Roma. Da tecnico non ha mai battuto i giallorossi: "Per loro è una partita delicata, sono certo che metteranno in campo tutte le loro risorse. E' una grandissima squadra da qualche anno, con 15-16 giocatori di altissimo livello, ma la affronto come una partita qualsiasi". Montella sarà anche l'ex di giornata: "I derby di cuore e di affetto non mi portano bene, ho vissuto una settimana con molto distacco emotivo. Credo e spero di viverla così anche domani, anche se sarà un piacere ritrovarmi con chi ho giocato. E' una partita più delicata per loro, per questo è molto difficile. Conta anche riuscire a controllare l'emotività. La Roma può cambiare in corsa, anche se restano imprescindibili i 4 difensori e i 3 centrocampisti". Infine, capitolo mercato. Gilardino, ma anche Cuadrado: "E' la normalità avere tanti attaccanti nel calcio moderno: è un acquisto condiviso. Gilardino lo reputo ancora tra i più forti in circolazione. In attacco ci sarà spazio per tutti, siamo ancora in corsa su tre competizioni. E' un discorso semplice (su Cuadrado): c'è una clausola rescissoria sottoscritta, quindi se c'è qualcuno che mette sul piatto questi soldi e il giocatore vuole andare via non possiamo farci nulla. Per me è un giocatore incedibile così come per la società. Ma non siamo padroni del suo destino".

 

Vigilia turbolenta in casa Roma, con Garcia che è chiamato a spegnere l'incendio acceso dalla pareggite: "La squadra è come il suo allenatore: serena tranquilla e molto motivata. Andiamo a Firenze sapendo che per noi sarà un test molto importante". Garcia ammette il momento di difficoltà, ma chiede anche fiducia e soprattutto tempo per reagire: "Non so perché ci sia tutto questo scetticismo, ci sono ancora 57 punti da fare e guardiamo avanti. Andiamo un po' a corrente alternata, anche all'interno della stessa partita, per questo dobbiamo fare meglio e essere più continui. Però i numeri dicono che siamo la seconda Roma di tutti i tempi e dobbiamo essere fiduciosi. Quando le cose vanno bene o male, il merito e la colpa non sono solo di una persona. Dicono che mi sono italianizzato: ne sono fiero e onorato, perché gli italiani sono brave personeUno scudetto non si decide soltanto negli scontri diretti, il campionato è una maratona, è un lungo fiume tranquillo dove a volte c'è un po' di vento e bisogna mantenere la barra dritta". Infine sul mercato: "Se ci sono delle possibilità Sabatini me ne parlerà. Per me adesso esiste solo una cosa: Fiorentina, Fiorentina e Fiorentina".

I PRECEDENTI –  Ben 75 i precedenti al Franchi di Firenze tra i viola e i giallorossi in archivio, con un bilancio abbastanza equilibrato: 32 vittorie per i padroni di casa, 13 per i capitolini e 30 pareggi. L’ultimo precedente risale alla giornata numero 34 della stagione 2013/2014 con il gol di Nainggolan a decidere il match in favore della Roma.

LE STATISTICHE – La Fiorentina di Montella ha macinato sin qui 13 punti in casa sui 30 totali, mentre la Roma di Garcia dei 41 punti incamerati finora ne ha guadagnati 17 lontano dalle mura amiche. 180 i gol siglati in Fiorentina-Roma con 109 reti viola e 71 della Roma, mentre il momento più propizio per andare in gol sembra essere il quarto d’ora di gioco tra il 15′ e il 30′ con ben 40 gol complessivi messi a segno. Le statistiche medie a incontro parlano di sostanziale equilibrio nel possesso palla (48 - 52), nei passaggi riusciti (71 - 74,9), come anche nella pericolosità (55,9 - 56,2). Venendo ai singoli e ai probabili marcatori particolarmente pericolosi nella Roma i soliti Totti e Ljajic, ma occhio anche a Pjanic da cui ci si attende una reazione, mentre tra i padroni di casa l’attenzione è rivolta principalmente a Gomez, Cuadrado e Babacar.

Sarà Luca Banti di Livorno a dirigere il posticipo di questa sera. Con il fischietto di Livorno, i precedenti sorridono alla Fiorentina, che ha raccolto10 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte nelle 16 gare di Serie A arbitrate da Banti