Roma, Rudi Garcia: "Vinceremo in Europa per i tifosi"

L'Europa League per scacciare la crisi, questo il proposito di Rudi Garcia, che vuole riconquistare i tifosi giallorossi battendo domani sera il Feyenoord: "Stavolta sarà una Roma da battaglia, saremo agguerriti come non mai. Vinceremo per i tifosi"

Roma, Rudi Garcia: "Vinceremo in Europa per i tifosi"
Roma, Rudi Garcia: "Vinceremo in Europa per i tifosi"

E' un Rudi Garcia che vuole vincere a tutti i costi e spazzare via questo periodo di crisi, che non vede la Roma vincere tra le mura amiche da ben 8 partite, se si esclude il successo ai supplementari di Coppa Italia contro l'Empoli, quello apparso in conferenza stampa insieme ad Alessandro Florenzi. Il tecnico giallorosso vuole riconquistare anche la tifoseria, che domenica pomeriggio ha fischiato la squadra dopo il pareggio a reti bianche con il Parma"Dobbiamo qualcosa ai nostri tifosi, domani dobbiamo soltanto vincere. Abbiamo due competizioni, le giocheremo tutte e due al massimo. In Europa abbiamo bisogno di farci un nome, in campionato lottiamo per qualificarci in Champions, è il nostro obiettivo. Dobbiamo migliorare l'efficacia davanti, perché è inutile creare occasioni se poi non le concretizziamo. Ma mi fido della squadra, i giocatori hanno voglia di lottare e correre come pazzi per dimostrare il loro valore".

Anche domani la Roma dovrà fare a meno di tanti giocatori: "Inutile pensare agli assenti, mi fido ciecamente di chi c'è. Di certo in Europa non c'è una squadra che ha avuto così tanti infortuni come noi. In queste condizioni, quello che stiamo facendo è più eccezionale che brutto: in campionato siamo sempre secondi con 5 punti sul Napoli ed a -7 dalla Juve. Vediamo quali sono i giocatori in forma e valutiamo in base a quali sono le partite che seguiranno. Al momento non ci sono problemi di stanchezza fisica, metterò in campo la squadra che riterrò migliore. Sappiamo che ci sono due gare: dobbiamo fare un risultato più che positivo, meglio una vittoria con due gol di scarto. Ora siamo concentrati alla partita di domani in casa. Non penso ai giocatori che non possono giocare, mi fido di quelli che sono a disposizione. Dovremo essere più efficaci in attacco. È normale che quando ci sono tante assenze alcuni giocatori stringano i denti per dare il massimo al momento giusto. Ucan? È un giocatore di grande talento ma è ancora giovane. Gli serve del tempo per ambientarsi, ha passato tanto tempo in infermeria. Ora sembra che non abbia problemi fisici ma deve ancora lavorare tanto. Sul suo talento non ho dubbi. Deve prendersela lui la chanche, come ha fatto Verde. Domani in porta giocherà Skorupski. Vedo il bicchiere mezzo pieno, penso che la stagione della Roma, considerando tutte le difficoltà, sia più vicina ad essere eccezionale che non buona."