Roma, Garcia: "Dobbiamo assolutamente vincere contro l'Atalanta"

Il tecnico giallorosso:"Adesso conta solo vincere domani e poi vedremo i risultati delle altre, non possiamo fare altro. I ragazzi sono motivati, tranquilli e concentrati"

Roma, Garcia: "Dobbiamo assolutamente vincere contro l'Atalanta"
Roma, Garcia: "Dobbiamo assolutamente vincere contro l'Atalanta"

Alla vigilia della sfida contro l'Atalanta, Rudi Garcia, tecnico della Roma, non guarda a Juventus-Lazio:" Domenica siamo costretti a vincere, non c'è altra alternativa alla vittoria. Poi vedremo i risultati degli altri. Io tifo solo per la Roma, e per il fatto che dobbiamo vincere domani. Gli altri risultati non cambiano nulla. Noi siamo costretti a vincere contro l’Atalanta. La Juve è una grandissima squadra, ancora in corsa su tre fronti, e forse questa sera può chiudere il discorso-campionato. Ma qualsiasi risultato esce fuori per noi non cambia veramente nulla in vista di domani. Non ho sentito nessun giocatore parlare del terzo posto e questo è il modo migliore per affrontare la prossima partita. Per noi non c'è alternativa ai tre punti".  Il tema della squalifica della Curva Sud e della frattura tra il presidente Pallotta e gli ultras: "Io preferisco sempre giocare con lo stadio pieno e senza la Curva Sud è uno svantaggio per noi. La Roma siamo noi tutti, tifosi, allenatore e giocatori, ma anche dirigenti.  E il presidente, prima di tutti, difende sempre il club e fa di tutto per portare in alto i nostri colori. E il nostro ha sempre voluto uno stadio per le famiglie; la presenza di Pallotta è unabenedizione per la Roma, mica l'ha squalificata lui la curva"

 Domani dovrebbe tornare titolare Totti: "Si è allenato col gruppo, adesso sta bene e sappiamo tutti che quando il capitano è vicino al top, è  un valore aggiunto per la nostra Roma- aggiunge Garcia durante la conferenza stampa di Trigoria- le analisi le faremo a fine stagione, può esserci fatalità e responsabilità. Abbiamo ancora tanti infortunati. Pjanic e Gervinho ancora non ce la fanno, solo Keita ha recuperato e d è convocabile, sarà una risorsa in più. Ci sono però Uçan, Paredes e anche Florenzi per il centrocampo, non sono preoccupato, meglio giocare con gente che sta bene. Maicon invece fa un passo avanti e due indietro. Un problema al ginocchio è sempre delicato, ogni giorno cambiano le sue condizioni. Dovremo fare un punto con la società sulla sua situazione"