Risultato Hellas Verona - Roma: Florenzi risponde a Jankovic, termina 1-1

Risultato Hellas Verona - Roma: Florenzi risponde a Jankovic, termina 1-1
Hellas Verona
1 1
Roma
Hellas Verona: (4-3-3) Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen (79' Romulo); Sala, Greco, Hallfredsson; Gomez (74' Siligardi), Toni, Jankovic (83' Pazzini). A DISPOSIZIONE: Gollini, Vencato, Bianchetti, Winck, Albertazzi, Cecchin, Zaccagni, Laner, Viviani, All.: A. Mandorlini.
Roma: (4-3-3) Szczesny; Florenzi, Manolas, Castan, Torosidis; Nainggolan, De Rossi (66' Keita), Pjanic; Salah (66' Falqué), Dzeko, Gervinho. A DISPOSIZIONE: De Sanctis, Lobont, Gyomber, Anocic, Ucan, Paredes, Machin, Totti, Ibarbo, Ljajic. All.: R. Garcia.
SCORE: 61' Jankovic, 66' Florenzi
ARBITRO: Marco Guida. AMMONITI: 33' Souprayen, 51' Gomez, 87' Castan.
NOTE: Gara valida per la prima giornata di Serie A, stagione 2015/16. Si gioca allo stadio Bentegodi di Verona alle ore 18.00.

19.58 - Per questa sfida è davvero tutto, ricordo che la Serie A continua, sempre con noi, con Lazio-Bologna! Da Giorgio Dusi è tutto, buon proseguimento di serata.

19.57 - Una gara aperta, forse il Verona avrebbe meritato di più ai punti e per quanto messo in campo dal punto di vista della grinta e del cuore. Una Roma ancora tutta da testare e da rivedere, che ha trovato il tipo di avversario peggiore per lei. Il problema è che questo tipo di avversario è il più frequente da incontrare in Serie A.

19.54 - I due gol che hanno deciso la gara:

19.52 - FINISCE QUA!!! FINISCE 1-1 TRA VERONA E ROMA!!!! AL GOL DI JANKOVIC RISPONDE FLORENZI!!! 

90+3' - Ancora Rafael su Nainggolan! Stavolta molto più facile l'intervento! Se la cavano i gialloblu che ora provano a interrompere il ritmo offensivo avversario!

90+2' - Sala esce coi crampi, deve difendere in 10 il Verona ora!! Corner per la Roma!!

90+1' - Rafa Marquez rischia la follia perdendo palla su Iago, ma poi la riconquista in scivolata!!! 

SARANNO QUATTRO I MINUTI DI RECUPERO!!!!

89' - RAFAEL UN MIRACOLO, UN MIRACOLO!!!! SPETTACOLARE RAFAEL!!! PJANIC TUTTO SOLO IN AREA SI INSERISCE, SALA LO TIENE IN GIOCO E IL NUMERO 15 CALCIA A TU PER TU COL PORTIERE BRASILIANO, DI RIFLESSI SI RISCATTA SALVANDO IL RISULTATO!!!!

87' - Trattenuta plateale di Castan su Toni: prova l'anticipo ma non riesce, e allora deve ricorrere al fallo. Arriva anche il giallo, il terzo della gara. 

85' - Anticipa tutti Dzeko di testa, ma non trova la porta!!! Pericoloso su corner il bosniaco!! 

83' - Percussione di Keita, palla che finisce sul fondo. Garcia si gioca anche la carta Ibarbo, esce un evanescente Gervinho. Cambio anche nel Verona: dentro Pazzini e fuori un grande Jankovic. 4-3-1-2 con Siligardi dietro a Pazzini e Toni.

80' - Diagonale di Florenzi provvidenziale per metter fuori un cross di Romulo, subito di impatto nella gara.

79' - Souprayen non ce la fa più, deve lasciare il campo! Applausi di tutto il Bentegodi per lui, al suo posto va dentro Romulo! Sala terzino destro, Romulo in mezzo e Pisano terzino sinistro!

77' - SILURO DI PJANIC!!! Sponda di Nainggolan e destro che sfiora il palo di un nulla!

77' ​- SI PRESENTA SILIGARDI! Riceve e prova il sinistro in mezzo a tre: Szczesny la blocca a terra senza troppi affanni.

75' - Moras puntato da Gervinho in velocità è strepitoso a mettersi davanti e guadagnare il fallo. Il greco sta giocando a meraviglia!

74' - Primo cambio nel Verona: entra Siligardi, lascia il campo Gomez.

73' - Buon calcio di Pjanic da fuori!!! Rafael prontissimo in risposta, stavolta coi pugni. Non era difficile stavolta.

71' - Castan stende Toni, Guida non reputa l'intervento irregolare (sbagliando): la Roma riparte ma Florenzi sbaglia il passaggio verso Gervinho.

70' - Buon cross di Florenzi, ci mette una pezza Rafael per anticipare Dzeko al centro!! Non era facile in uscita! 

68' - SI RISCATTA RAFAEL!! Sinistro di Dzeko da fuori, il portiere quasi in controtempo in due tempi riesce a tenerla lì.

66' - AAAAAAAAAAAAAAALESSANDROOOOOOOOOOOO FLOOOOOOOOOOOOOOOOOORENZIIIIIIII!!!!! CAMBIA GLI ATTACCANTI GARCIA, MA LA ROMA TROVA IL GOL CON ALESSANDRO FLORENZI!!! MA CHE PAPERONE DI RAFAEL!!!! DESTRO DA LONTANO, IL PORTIERE CI VA MALISSIMO E NON RIESCE A METTERLA FUORI!!!! CHE AIUTO DI RAFAEL SU UN TIRO SENZA PRETESE DI FLORENZI!!!!

66' - Garcia effettua un doppio cambio: dentro Iago Falqué e Seydou Keita, fuori Salah e De Rossi!

65' - Cross dalla destra per la Roma: sponda di Torosidis, Dzeko ci arriva malissimo e poi spazza ancora Moras. 

63' - Roma confusa, Pisano prova a ferirla ancora! Taglia in due il campo e prova a entrare in area, lo ferma Castan!

61' - BOSKOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO JAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAANKOVIC!!!!!!!!!!! VERONA IN VANTAGGIOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!! DIFESA DELLA ROMA TOTALMENTE SBALLATA!!!! TOTALMENTE SBALLATA!!!!!! CROSS DALLA SINISTRA DI HALLFREDSSON, TOROSIDIS SI DIMENTICA DI MARCARE JANKOVIC E STRINGE LA POSIZIONE SENZA UN APPARENTE MOTIVO, IL SERBO SUL SECONDO PALO ARRIVA PUNTUALE E NON PUO' SBAGLIARE!!!!! UNO A ZERO PER IL VERONA, PUNTEGGIO MERITATISSIMO!!!!

60' - Manolas abbatte Toni, qualche screzio tra i due, ma anche tra Torosidis e Jankovic, vecchie ruggini dovute a un fallo laterale (...). Nervosismo in campo, Guida mette tutto a posto.

58' - Salah prova a crossare al centro verso il taglio di Gervinho, palla troppo alta.

56' - DOPPIO INTERVENTO MIRACOLOSO DI SZCZESNY, ROMA PAZZA SUICIDA!!!! MANOLAS SI FA RUBAR PALLA DA HALLFREDSSON, SINISTRO A GIRO PARATO DAL POLACCO MA MESSO SUI PIEDI DI GOMEZ: ANCHE LUI COL MANCINO TROVA LA PARATA DELL'EX NUMERO UNO DELL'ARSENAL!!!! Voleva uscir palla al piede, una follia di Manolas!!! 

54' - Fase di gara con tante imprecisioni ora, sia da una parte che dall'altra. Non un bellissimo secondo tempo per ora.

51' - Secondo giallo della gara: Gomez sbraccia saltando e colpisce ancora un Manolas al centro del palcoscenico.

50' - Buon cross con il sinistro di Gervinho, dritto per dritto in area dove non arriva nessuno.

50' - Ancora il greco provvidenziale su Hallfredsson, che lo punta in accelerazione e lo ferma!! Si sono viste idee migliori di quella dell'islandese. 

49' - NELL'ALTRA AREA MANOLAS!!! Stacca di testa sopra a tutti, centrale e innocuo per Rafael!!! Poteva far molto meglio!

48' - Provvidenziale Manolas in anticipo di un nulla su Toni!! Grande occasione sventata dal greco. 

46' - Svirgola clamorosamente il destro Sala, era una grandissima occasione! L'ex Amburgo aveva recuperato palla, sottraendola a Pjanic, e si era presentato al limite chiudendo il triangolo con Gomez. Mamma mia come ha calciato male, che peccato!

19.03 - E SI RICOMINCIA!!!! SENZA CAMBI DUNQUE DA NESSUNA DELLE DUE PARTI!!!

19.00 - Fanno riscaldamento i giocatori delle due panchine, vediamo se ci saranno delle sostituzioni. Non dovrebbero comunque essercene, anche se Siligardi ha incrementato i ritmi.

18.51 - Un primo tempo molto godibile, specialmente per merito di un Verona decisamente propositivo e non chiuso all'indietro come ci si poteva attendere. La Roma ci ha provato e ha avuto un paio di occasioni, ma le due più nitide sono senz'altro state per i padroni di casa, attivissimi con gli esterni specialmente sulla sinsitra, dove Hallfredsson e Souprayen hanno giocato un primo tempo di spessore. Bene in generale tutto l'Hellas, mentre la Roma ha faticato di più a trovare spazi e geometrie. Dzeko non ha auto grosse opportunità per concludere, sempre ben neutralizzato dai giocatori in giallo e blu.

18.47 - SENZA RECUPERO, FINISCE IL PRIMO TEMPO!!!!!! 0-0 ALL'INTERVALLO!!!  

43' - Ancora Verona, stavolta sinistro da fuori: palla larga!

42' - DE ROSSI SALVA SULLA LINEA!!!!!! CLAMOROSO!!!! STACCA JANKOVIC SUL PALO LUNGO, IL CAPITANO DI OGGI DELLA ROMA CI METTE LA TESTA!!!!! VERONA ANCORA VICINISSSSSSSSIMO AL GOL!!!! SOFFRE LA ROMA!!!

41' - SOUPRAYENNNNN!!!! PALLA FUORI DI UN NULLA!!!! SINISTRO IN DIAGONALE DA DENTRO L'AREA, SZCZESNY CI METTE LE DITA!!!!

40' - Sinistro di Dzeko da lontano, palla alta!!

37' - DESTRO DI GERVINHO, PALLA LARGA!!! Primo spunto su una palla sputata dall'area, tiro a giro fuori di circa un metro.

34' - Avanti di un ginocchio Jankovic! Fuorigioco per lui su un lancio millimetrico di Marquez.

33' - Arriva anche il primo giallo: è per Souprayen, che trattiene Salah per non farlo ripartire.

33' - Eccellente trama del Verona, Hallfredsson sugli scudi: si inserisce e crossa per il taglio di Jankovic, De Rossi copre tutto.

32' - Incornata complicata di Dzeko, palla direttamente sul fondo. Bravo Moras a ostacolare il bosniaco.

31' - Cross mal riuscito di Jankovic, direttamente sul fondo.

29' - SINISTRO DEBOLE DI TONI!!! Si era creato un 2-contro-1 dopo che il centravanti aveva battuto Castan nel duello fisico, ma poi ha calciato e non ha servito Jankovic che gli correva a fianco.

26' - Anche De Rossi vuol fare un regalo ai tifosi: un altro pallone. Destro da lontanissimo che va dritto per dritto in curva.

25' - Buon cross di Hallfredsson messo in corner da Manolas, puntuale!

23' - RAFAEL SU NAINGGOLAN!!!! Sinistro dal limite del belga, troppo centrale!!! Aveva spazzato male la difesa dopo un salvataggio enorme di Rafa Marquez su Pjanic. 

21' - Rafael para, ma Gervinho è in offside! Sinistro da fuori di Salah con una selva di uomini davanti, l'ivoriano è sulla linea del pallone e ostacola Rafael, che comunque fa una grandissima parata.

20' - Salah e Dzeko danno il la a una combinazione velocissima, ma Souprayen chiude ancora!! Giocatore molto interessante l'ex Dijon. 

18' - ANCORA VERONA IN AVANTI!! Cross di Souprayen sul quale non arriva nessuno, Jankovic sul secondo palo vede il suo tiro respinto! Hallfreddson sventa il contropiede avversario e riapre per Gomez, fermato da Florenzi!! 

16' - DZEKO PER IL PUBBLICO! Sinistro volante da posizione impossibile sul secondo palo, probabilmente destinato a uno spettatore in curva.

16' - Nulla di fatto. Manolas anticipato e palla spazzata via da Juanito Gomez.

15' - Hallfredsson mette giù De Rossi ai 25 metri, buona palla da scodellare ina area per la Roma.

14' - Buon filtrante per Toni!! In leggero offside l'attaccante del Verona!

14' - Ci prova Toni! Stop di petto e girata di sinistro, palla decisamente larga. Non era facile, ma Castan se l'era perso.

13' - Prova a gestire la palla Nainggolan nell'area avversaria, la difesa se la cava alla grande!

12' - CHANCE ROMA!! Guizzo di Salah, palla verso Dzeko che cerca l'inserimento di Pjanic, Moras chiude tutto in piena area!! Poi buon cross di Florenzi su cui sempre il numero 15 non arriva. 

9' - Gestito male un possibile contropiede da parte dei padroni di casa, Sala allarga per Jankovic che viene anticipato da Castan e commette anche fallo. Guida lascia molto giocare e cerca di usare poco i cartellini, in precedenza anche Hallfredsson ha rischiato un giallo. 

7' - Molto compatto ancora una volta il Verona, davvero un bell'approccio quello dei padroni di casa. Giallorossi che provano ad appoggiarsi su Dzeko, per ora senza successo. 

4' - Roma quasi sorpresa dall'atteggiamento dell'Hellas, ora tutto chiuso dietro senza lasciare spazi. Molto bene i gialloblu, la squadra di Garcia fa girare lentamente palla dietro. 

2' - JUANITO GOMEZ!! OTTIMO VERONA!!! Atteggiamento aggressivo, Dzeko non la controlla e i gialloblu azionano le fasce: Hallfredsson apre per Gomez, destro a giro alto di poco!! 

18.02 -  E SI COMINCIA!!!! E' RITORNATA UFFICIALMENTE LA SERIE A!!!! SI PARTE AL BENTEGODI, HELLAS VERONA CHE GIOCA IL PRIMO PALLONE DELLA STAGIONE!!!

18.01 - Tempo di pensare al campo. Tutto pronto, le squadre si dispongono...

17.58 - Risuona per la prima volta l'inno della Serie A. Parere personale: si è sentito di meglio...

17.57 - CI SIAMO!!!!! Cominciano a vedersi le squadre in campo!!

17.50 - DIECI MINUTI AL FISCHIO D'INIZIO!!! Il via della Serie A sta per arrivare...

17.45 - Riassumiamo. Ecco formazioni e riserve:

17.40 - Ecco una panoramica dal Bentegodi, con le squadre al lavoro sul rettangolo di gioco:

17.35 - Dall'altra parte invece scalda il motore Edin Dzeko. Ecco la sua prima maglia ufficiale:

17.30 - Scendiamo nei due spogliatoi mentre le due squadre stanno arrivando sul campo per il riscaldamento. Vedremo questi due insieme nel corso della partita?

17.25 - Ed arriva anche la formazione del Verona! Alla fine Andrea Mandorlini ha optato per il 4-3-3 con una sola punta, ovvero Luca Toni. Pazzini si accomoda in panchina almeno dall'inizio, spazio a Gomez e Jankovic sulle fasce. Souprayen vince il ballottaggio con Albertazzi sulla fascia sinistra.

(4-3-3) Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala, Greco, Halldfredsson; Gomez, Toni, Jankovic. A DISPOSIZIONE: Gollini, Vencato, Bianchetti, Winck, Albertazzi, Romulo, Cecchin, Zaccagni, Laner, Viviani, Siligardi, Pazzini. All.: A. Mandorlini.

17.20 - I giallorossi sul campo!

17.15 - L'arrivo di Alessandro Florenzi al Bentegodi.

17.10 - Arriva la formazione ufficiale della ROMA! Un solo cambio rispetto all'undici previsto alla vigilia, in realtà più un nodo sciolto che una vera e propria novità: davanti, insieme a Salah e Dzeko, c'è Gervinho e non Iago Falqué. Per il resto solo conferme, anche perchè le scelte tra difesa e centrocampo erano abbastanza obbligate.

(4-3-3) Szczesny; Florenzi, Manolas, Castan, Torosidis; Nainggolan, De Rossi, Pjanic; Salah, Dzeko, Gervinho. A DISPOSIZIONE: De Sanctis, Lobont, Gyomber, Anocic, Keita, Ucan, Paredes, Machin, Totti, Ibarbo, Falqué, Ljajic. All.: R. Garcia.

L'abbiamo aspettata con ansia, vogliosi di tornare a vedere lo spettacolo che ci offre. C'era trepidazione per tutti dopo gli acquisti estivi, l'arrivo di diversi fuoriclasse nelle varie squadre. Tante squadre in cerca di conferma e miglioramento, tante in cerca di riscatto. Insomma, la stagione 2015/16 inizia sotto le migliori aspettative. Dopo avervela presentata in 20 episodi, cari amici di Vavel Italia, è ora di cominciare a godercela. COMINCIA LA SERIE A!

Ordunque, buon pomeriggio a tutti da parte di Giorgio Dusi e da tutta la redazione di Vavel Italia. Ve l'abbiamo detto, a questo punto ci siamo veramente: il campionato ricomincia. Lo stadio che inaugura la stagione è, per la terza volta di fila, il Marcantonio Bentegodi di Verona. Nel 2013 l'Hellas affrontò il Milan (vincendo 2-1), l'anno scorso toccò alla Juve (vittoria 1-0 con il Chievo), ed ora tocca alla Roma sfidare l'Hellas Verona di Mandorlini.

La prima romana di scena oggi alle 18, la seconda alle 20.45: un programma del Sabato già ricchissimo in attesa della scorpacciata domenicale. Aprono i campioni d'Italia della Juventus, in casa contro l'Udinese, poi alle 20.45 tutte le altre, in particolare Fiorentina-Milan e Sassuolo-Napoli sono da segnare sul calendario. Insomma, ecco il programma completo:

QUI VERONA

Un altro esordio in grande stile, un altro esordio contro una grande. Come due anni fa, con il Verona di ritorno nella massima serie che affrontò il Milan. Vincendo 2-1. Circa 730 giorni dopo, arriva la Roma al Bentegodi, e il tecnico Andrea Mandorlini non vuol sentir parlare della vittoria di quel giorno: "Un'altra storia. Affrontiamo una squadra che si è rafforzata tantissimo, una formazione che lotterà sino alla fine per la conquista dello scudetto. Sulla carta non c'è partita, i valori tecnici sono davvero differenti. Ma il calcio è lo sport più bello del mondo proprio perché non c'è nulla di scritto, di scontato. Credo che la Roma si sia avvicinata tantissimo alla Juve, hanno lavorato davvero bene durante l'estate. Allora, detto che la Roma è fortissima noi proveremo nel nostro piccolo a metterli in difficoltà".

Nelle parole del tecnico si specchia perfettamente l'animo del nuovo Verona 2015/16, una squadra fondata sull'attacco, o meglio, sugli attaccanti: Luca Toni e Giampaolo Pazzini sono una coppia d'attacco che nonostante i quasi 70 anni in due può ancora fare la differenza. L'ex Bayern Monaco l'ha ampiamente dimostrato negli ultimi due anni, scollinando entro quota 20 e rilanciandosi prepotentemente grazie al suo senso del gol unico. Certo, la convivenza tra i due non dev'essere comunque facile, come specifica anche lo stesso Mandorlini. Non è tanto un problema di intesa, ma proprio di tattica: entrambi sono attaccanti che vedono la porta e la cercano, e l'esperimento estivo di provare Pazzini largo in fascia è risultato fallimentare.

Tutto fa pensare che il nuovo Verona si schiererà con un 4-3-1-2, modulo che potremmo vedere già stasera. Ma in conferenza stampa il tecnico non ha dato indicazioni sulla formazione, che dipenderà tanto dallo schieramento dell'avversario. "Pazzini e Toni davanti con un trequartista alle spalle? Se loro giocano con Dzeko e Totti potrebbe essere. Se giocano con il tridente vedremo. I nomi e i moduli contano poco, conta l'atteggiamento quando incontri squadre come la Roma".

Ci sono diverse ipotesi per chi giocherà come trequartista. Potrebbe essere Luca Siligardi, arrivato dal Livorno dopo un anno di B, ma occhio a Juanito Gomez e a Bosko Jankovic, anche se sono più ali che trequartisti puri. Acquisto importantissimo sarà anche Romulo, che si sta riprendendo dopo una stagione difficilissima alla Juve, non tanto per i risultati ma per gli infortuni che l'hanno accompagnato per tutto l'anno. Trepidazione anche per uno che stasera sarà ex, ovvero Federico Viviani. Probabilmente non troverà spazio da subito, ma dovrà conquistarselo.

Il mediano è a disposizione per stasera, ma ci sono defezioni importanti: "Non avremo Ionita, ma abbiamo recuperato Viviani. Davanti alla difesa giocherà Greco (altro ex, ndr). Leandro può fare bene quel ruolo, sono sicuro che ne ha le capacità". Mandorlini ha comunque le idee chiarissime: "Abbiamo davanti un avversario talmente forte che sono sicuro saprà tirarci fuori il massimo. Il migliore dei giallorossi? Ne hanno tanti, ma io penso sempre al capitano, Totti è unico".

Il primo Hellas Verona della stagione 2015/16 dovrebbe schierarsi in campo con il sopracitato 4-3-1-2, anche se c'è un ballottaggio decisamente largo per i due posti in avanti. Più certezze dietro: davanti a Rafael giocherà la coppia formata da Moras e Rafa Marquez, con Eros Pisano a destra e verosimilmente Souprayen a sinistra, anche se Albertazzi preme e si gioca il posto fino all'ultimo. In mezzo al campo i dubbi sono molto pochi: Sala, desiderio di mercato di tante big, sulla destra, Hallfredsson sulla sinistra e Leandro Greco in mezzo. Davanti l'opzione più quotata è quella del trequartista (Jankovic) con le due punte in avanti Toni e Pazzini, altrimenti fuori l'ex Samp e dentro Gomez per passare al classico 4-3-3. Preme anche Siligardi per trovare un posto sugli esterni.

QUI ROMA

Vigilia d'esordio per la nuova Roma, con tante novità in campo ma con una certezza in panchina: Rudi Garcia. Dopo due secondi posti, il tecnico francese vuole provare a portare la Roma fino allo scudetto. Dopo aver caricato l'ambiente nei giorni scorsi, oggi il tecnico ha parlato in conferenza stampa, partendo dal resoconto del lavoro estivo: "Abbiamo scelto questo tipo di preparazione. Abbiamo scelto di giocare in trasferta contro squadre forti, anche in tournée, e di chiudere la preparazione contro il Siviglia, che ha vinto l'Europa League: abbiamo visto spettacolo e premesse di nuova Roma. Ora entriamo nel vivo, ci sono i tre punti da prendere. Non possiamo sapere a che livello siamo, ma le ambizioni non mancano. Io voglio che il gruppo sia concentrato, la prima è importante".

Ad attendere la Roma c' la trasferta di Verona, sponda Hellas: "Hanno qualità - ha detto Garcia degli avversari - dovremo essere bravi per contrastarle e sfruttare anche le nostre qualità. Il campionato? Abbiamo grandi ambizioni, sono venuto a Roma per vincere dei titoli e faremo di tutto per lottare per vincere dei trofei. Obiettivo primario è sempre qualificarci per la Champions League".

Arrivato alla terza stagione in panchina, l'ex allenatore del Lille fa un appello importante a tutto il mondo giallorosso: "Chiedo ai tifosi di starci vicino, di unirsi alla squadra, alla società e allo staff: quando siamo insieme facciamo il bene della Roma. Lo scorso anno abbiamo avuto delle difficoltà nella seconda parte della stagione, ma abbiamo dimostrato vincendo il derby che dalle difficoltà possono venire cose belle e positive. Ora che conosco bene la piazza ci può stare un po' di disfattismo in alcuni momenti, forse la Roma nella sua storia non ha avuto i risultati che questa città avrebbe meritato, ma io sono molto positivo: tifosi, insieme siamo più forti. Ci saranno momenti difficili, ma se siamo insieme saremo più forti. Io alla Roma sono solo di passaggio, ci saranno altre persone dopo di me: ma il destino di questa squadra è vincere. Noi, e io per primo, dovremo essere all'altezza del destino della Roma".

Il pensiero a chi giocherà domani in attacco: "Dzeko? Ci da molte più soluzioni, E' un grande vantaggio per vincere le partite. Potrò cambiare non solo il modulo, ma anche gli uomini". E in porta: "Ho preso una decisione per domani e ho già parlato con i due portieri. Possiamo contare su due giocatori importanti. Sono alla pari. Domani giocherà Szczesny".

Tutti credono (sperano se sono tifosi) che Dzeko saprà inserirsi subito nell'ambiente e nei meccanismi della squadra giallorossa: il bosniaco è l'attaccante forte fisicamente e nel gioco aereo che mancava alla Roma; a queste doti Edin abbina un'ottima tecnica e un buon senso del gol. L'intesa con i compagni inevitabilmente non sarà perfetta ma se i compagni sapranno dargli palloni giocabili c'è da scommettersi che l'ex Wolfsburg non avrà a difficoltà a firmare il tabellino già alla prima uscita ufficiale.

Oltre al bosniaco, in attacco sono arrivati altri rinforzi importanti, giusto per ampliare ulteriormente un reparto già affollatissimo: Mohamed Salah, dopo una lunga soap opera in collaborazione con la Fiorentina e col Chelsea, ha potuto ufficialmente trasferirsi in giallorosso, dove va a comporre l'attacco con il sopracitato Dzeko e verosimilmente Iago Falqué, arrivato da Genova. E Iturbe? E Gervinho? E Ibarbo? E Ljajic? E soprattutto Totti? Insomma, il reparto appare decisamente troppo affollato. Oltre i tre titolari, ne servirebbero altri tre, che con tutta probabilità saranno Totti, Ibarbo e un terzo ancora da capire. Gervinho è difficile da vendere, Ljajic potrebbe ma vorrebbe giocarsi le sue chances a roma, resta Iturbe, che ha varie richieste in Italia, Fiorentina e Genoa su tutte.

E a proposito di mercato, c'è ancora un reparto da rinforzare, ovvero la difesa. Gli arrivi di Gyomber, Rudiger e Emerson in settimana hanno riportato un po' di alternative, ma solo il primo potrebbe essere a disposizione. Resta ancora un reparto incompleto, manca il terzino sinistro titolare: Digne è sempre vicino, ma se il PSG non trova il sostituto non lo libera. Quindi la Roma deve rimanere a guardare, in attesa.

Ecco cosa ha detto sul mercato il tecnico: "Il mercato non è finito ma la società ha lavorato bene. Questo è un momento non bellissimo per gli allenatori perché i giocatori possono risentire. Faremo di tutto per partire bene in campionato. Ne parleremo il primo settembre. Cerchiamo un terzino sinistro, è arrivato Emerson Palmieri ma non penso sarà convocato per domani. Ce ne serve un altro, non c’è niente di nascosto: Digne è una possibilità, ma preferismo concentrarmi sui calciatori che ho a disposizione domani".

C'è però anche chi non giocherà, almeno dall'inizio, anche se per Kevin Strootman il calvario sembra infinito: "E’ un formidabile giocatore, forse uno dei più forti centrocampisti al mondo. Ha il mio sostegno e quello della società: il secondo infortunio richiede tempo, sta lavorando e noi lo stiamo aiutando a tornare. Tornerà, non sono un medico, ma sono vicino a lui e lo aspetto, speriamo nel tempo più breve possibile". Sarà invece una stagione con il contagocce per Francesco Totti, in campo: "Abbiamo grande fortuna nell’averlo. E’ prezioso per la squadra, compirà 39 anni e non può giocare tutte le gare senza perdere di brillantezza e di forma fisica. Non ci sono problemi, è un vantaggio, un quid per la squadra e sarà sempre così finché avrà piacere a giocare il gioco della sua Roma. I singoli possono fare anche la differenza ma a lungo termine, se non c’è gioco, è difficile per loro esprimersi. Mi concentro sempre sul lato collettivo della squadra, il capitano avrà un grande ruolo da giocare, sia in campo sia fuori".

In chiusura, Garcia fissa gli obiettivi: "La mia ambizione non è cambiata da quando sono arrivato. Parlerà il campo che darà la sua verità: la società ha fatto un grande lavoro per migliorare tante cose, in attesa del nuovo stadio abbiamo fatto lavori qui. Lavoriamo su ogni aspetto, non solo sulla squadra: è un momento di crescita che serve a dare il massimo e a sfruttare al meglio la rosa e le potenzialità della squadra".

Il primo obiettivo è però quello di portare a casa i tre punti dal difficile campo di Verona. Le scelte di Garcia sembrano quasi obbligate, specialmente in difesa e a centrocampo. Tra i pali, come detto anche dal tecnico, giocherà Szczesny. Difesa a quattro con Florenzi a destra e Torosidis a sinistra, centralmente Castan (al rientro dopo un anno e oltre) al fianco di Manolas. Mediana con Nainggolan, De Rossi e Pjanic, mentre davanti dovrebbero agire Salah, Dzeko e Iago Falqué, anche se Gervinho e Totti premono per un posto.

I PRECEDENTI

l risultato sembra già scritto stando ai numeri che i precedenti forniscono. Verona – Roma ha visto ben 26 versioni nel corso della storia del campionato italiano: 7 volte ha vinto il Verona, 11 pareggi e 8 vittorie giallorosse. La squadra veneta non vince però sulla lupa da quasi 20 anni (2-1 nel 1996), e la Roma sembra aver preso il vizio di fare gol agli scaligeri: ben 16 le partite consecutive da cui i giallorossi portano a casa almeno un gol fatto. Ultimo precedente, l’1-1 dell’anno scorso, con il gol del  vantaggio siglato da Totti. L’anno ancora precedente si concluse con un 3-1 per la squadra di Garcia. A proposito di Garcia: al suo terzo anno sulla panchina della Roma, cercherà domani sera la sua terza vittoria nella gara di apertura. Gli scorsi campionati si impose con un 2-0 sul Livorno nel 2013, e con lo stesso risultato alla Fiorentina nel 2014. Mandorlini, dal canto suo, nei quattro Verona – Roma disputati tra andata e ritorno, ha collezionato finora un solo punto.