Roma sconfitta in Bielorussia, la delusione di Garcia e Nainggolan

Al termine della sfida, le parole dell'allenatore francese e del centrocampista belga ai microfoni di Mediaset Premium.

Roma sconfitta in Bielorussia, la delusione di Garcia e Nainggolan
Roma sconfitta in Bielorussia, la delusione di Garcia e Nainggolan

Una brutta sconfitta, che cancella anche il bellissimo pareggio di due settimane fa contro il Barcellona, e che mette la Roma già con le spalle al muro dopo soli due turni della fase a gironi della Champions League. Giallorossi ultimi a quota 1 nel gruppo E, che dovranno adesso affrontare il doppio confronto con i tedeschi del Bayer Leverkusen ed il Barcellona al Camp Nou, prima di chiudere in casa proprio contro gli avversari odierni del Bate Borisov. 

Una partita buttata al vento con uno sciagurato primo tempo, dove la Roma non entra in campo ed in partita e viene infilata per tre volte. Al termine della gara è evidente la delusione di Rudi Garcia, che analizza cosi la sfida ai microfoni di Mediaset Premium: "Abbiamo sbagliato il primo tempo, forse mancava equilibrio e abbiamo preso i gol dalla stessa fascia. Torosidis ha riequilirato, poi abbiamo pagato mancanza di cinismo e fortuna loro. Poi la traversa di Florenzi ma abbiamo fatto più errori di loro stasera, abbiamo fatto di tutto per prendere punti, meritavamo un punto ma non di vincere".

Tuttavia, secondo l'allenatore francese, la qualificazione non è persa: "Siamo a 2 punti dal secondo posto che è l'obiettivo principale. Potevamo raccogliere punti, nei primi 5 minuti abbiamo avuto palle gol e sul primo contropiede lo abbiamo preso. Poi la squadra si è disunita e nel secondo tempo abbiamo messo un po' le cose a posto".

L'analisi dei motivi della sconfitta continua senza cercare alibi: "Alla fine abbiamo pagato caro sui 3 tiri del BATE, era possibile un pareggio ma la vittoria era difficile. La fortuna non ci aiuta ma è colpa nostra, anche mia, per 40 minuti abbiamo giocato male. Stasera ci è mancata forza, eravamo corti sul piano della rosa. Ho pensato di schierare la migliore formazione e il migliore attacco, ma abbiamo mancato di equilibri. Ci serve continuità ma abbiamo fatto troppi errori, sia con la Samp che stasera nel primo tempo. La squadra ha reagito e mentalmente c'è, per fortuna rimangono 4 giornate ma servirà fare risultato con il Leverkusen. Nel primo tempo abbiamo perso tanti duelli e ne abbiamo vinti tanti nel secondo, è un aspetto importante ma tante occasioni non sono entrare, c'è stata sfortuna. Non siamo stati aggressivi, abbiamo sofferto le ripartenze. Avevamo anche avuto le occasioni per vincere benché sotto di 3 gol".

Oltre all'allenatore francese, ha parlato al termine della gara, a bordo campo, anche il centrocampista belga Radja Nainggolan: "Roma a due facce? Nel primo tempo siamo arrivati un paio di volte in porta e non abbiamo concluso bene, ma eravamo male equilibrati, loro hanno sfruttato male gli spazi, non abbiamo difeso bene in blocco. Eravamo consapevoli di poter recuperare, abbiamo avuto la chance per pareggiare. Iniziando diversamente, poteva andare meglio".

Si parla inevitabilmente anche dell'allenatore Garcia, che verrà aspramente attaccato dopo questa sconfitta: "Sapevamo quello che dovevamo fare, l'abbiamo fatto male. Bisogna vedere cosa abbiamo fatto male e cosa no, eravamo troppo indietro. Potevamo recuperare, ma abbiamo sbagliato troppo. Dobbiamo fare meglio. Approccio presuntuoso? Sapevamo sarebbe stata una gara difficile, giocando come nel secondo tempo sarebbe stato un altro risultato ma è facile dirlo dopo. E' colpa nostra. Scuse ai tifosi? Siamo consapevoli, è una partita a due facce, dovevamo giocare per 90 minuti. Bisogna prenderla come lezione".