El Shaarawy, adesso ci siamo. Possibile arrivo a Roma già nella giornata di oggi

Stephan El Shaarawy è ormai ad un passo dal diventare un nuovo giocatore della Roma. Conferme anche da Galliani, il Faraone potrebbe essere in città già oggi.

El Shaarawy, adesso ci siamo. Possibile arrivo a Roma già nella giornata di oggi
El Shaarawy, la Roma e Spalletti lo attendono

Se ancora c'erano dei dubbi legati all' arrivo di El Shaarawy alla Roma ci ha pensato Adriano Galliani da Milanello a spazzare via eventuali e residui dubbi a riguardo: "È in dirittura di arrivo con la Roma, vediamo se riusciamo a chiudere oggi." Davvero questione di ore e poi il Faraone proverà a ritrovarsi in giallorosso con Luciano Spalletti.

Il Milan, dopo il caso Luiz Adriano, ha voluto aspettare che tra El Shaarawy e la Roma fosse tutto a posto, prima di richiamare il giocatore del prestito al Monaco e girarlo con la stessa formula ai giallorossi. Tra Galliani e Sabatini l'accordo è stato trovato ormai già da un paio di settimane. Prestito oneroso sui due milioni di euro e riscatto a 13. Il motivo di un riscatto così alto è che dovrebbe essere un diritto a favore della Roma e non un obbligo come stabilito con il Monaco quest' estate. L' impressione però è che Sabatini si sia in qualche modo impegnato con Galliani per fare in modo che El Shaarawy diventi tutto della Roma quest' estate. Il Faraone, intanto, si è allenato regolarmente questa mattina con il Monaco, ma è pronto per fare le valigie e tornare in Italia. Stando alle parole di Galliani e secondo alcune indiscrezioni ci potrebbe essere già oggi lo sbarco di El Shaarawy nella capitale. Il primo rinforzo quindi per Luciano Spalletti che nei giorni scorsi ha ammesso pubblicamente di aver parlato con El Shaarawy per spiegargli i suoi progetti di campo. Possibile che l'allenatore della Roma possa proseguire con l'amato 4-2-3-1 e in quel caso il Faraone troverebbe perfettamente posto sulla tanto amata fascia sinistra, con Salah dalla parte opposta, Dzeko centravanti e Nainggolan alla Perrotta. In caso di difesa a 5 come ieri sera contro la Juventus, El Shaarawy si giocherebbe una maglia nei due dietro la prima punta. E' chiaro, in ogni caso, che la speranza dell'ormai ex giocatore del Milan sia quella di giocare il più possibile da qui a Maggio.

Soprattutto in ottica Europeo. Conte è stato chiaro, può sperare solo chi gioca con continuità nel proprio club di appartenenza. El Shaarawy è stato convocato dal ct nel corso delle qualificazioni e chissà che un grande girone di ritorno non gli regali un biglietto per la Francia.