Roma, sulla via della continuità ecco il Sassuolo

Dopo l'interessante successo sul Frosinone i giallorossi cercano conferme in un campo ostico, il Mapei Stadium. Avversario il Sassuolo di Di Francesco, avversario non banale.

Roma, sulla via della continuità ecco il Sassuolo
Roma, sulla via della continuità ecco il Sassuolo

Un ostacolo non da poco, stasera, per la Roma di Spalletti, si frappone tra la voglia di successi e i punti da recuperare sulle altre: è il Sassuolo dei miracoli allenato da Eusebio di Francesco, un grande ex che da allenatore dei neroverdi si sta togliendo non poche soddisfazioni. L'alta classifica ormai non fa venire più i brividi ai modenesi e da anni un progetto serio, affidato dal presidente Squinzi proprio al pescarese, sta dando frutti notevoli. Tanti giovani, talento e buoni risultati. 

Sassuolo-Roma, dunque. Una sfida particolare, visti i precedenti. 

I numeri del match

Nessun sconfitta, fin qui, per gli uomini di Garcia, che hanno ottenuto 2 vittorie e 3 pareggi. Curiosamente, tutti i segni X sono arrivati in casa dei capitolini, mentre tra le mura dei neroverdi gli ospiti hanno sempre ottenuto un successo. La prima gara tra Roma e Sassuolo è datata 10 novembre 2013, all'Olimpico, quando le due squadre si divisero la posta per effetto dell'1-1 finale.

In questa prima abbondante metà di campionato, nel computo dei gol fatti Roma e Sassuolo hanno avuto un andamento assai dissimile: 26 reti messe a segno dal Sassuolo a fronte delle 40 firmate dalla Roma. Più equilibrato, invece, il rendimento difensivo: rispettivamente 24 e 25 i gol al passivo. Molto meglio i giallorossi in fase offensiva, con 14 occasioni create per match contro le 12 neroverdi; gli emiliani ne hanno invece concesse 13 ogni 90 minuti, a fronte delle 12 capitoline.

Pari - 27 anni - le età medie, mentre il club di Squinzi presenta pochissimi stranieri e nazionali - soltanto 3 - a fronte dei 24 e 14 del club di Pallotta. Poche le operazioni di mercato sull'asse Roma-Reggio Emilia. Dal 2008/2009 in poi, si è trattato di prestiti concessi e rientrati da parte di alcuni giovani, come ad esempio Andreolli, Frascatore, Antei e Sanabria. Nell'ultima sessione di mercato il trend è proseguito, con le cessioni da parte della Roma di Pellegrini e Politano ai neroverdi.

L'Arbitro

Sarà Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo l'arbitro della sfida di stasera. I giallorossi hanno incontrato l'abruzzese in sei occasioni, per un totale di tre vittorie e tre sconfitte, l'ultima all'Olimpico contro l'Atalanta per 2-0, in cui ha assegnato un rigore agli ospiti ed espulso Grassi e Stendardo, dopo aver esibito il rosso a Keita in un Roma-Sampdoria finito 0-2 per gli allora uomini di Mihajlovic. Quattro invece gli incroci in A con Calvarese per il Sassuolo, che con lui non ha mai vinto: un pareggio e tre sconfitte, l'ultima quella del Castellani di Empoli per 1-0.

Formazioni

Poche sorprese in casa Sassuolo, con Di Francesco che ritrova Cannavaro e Peluso, in mezzo al campo largo a Pellegrini. Solito attacco, con Defrel che insidia Falcinelli. La Roma è in emergenza: niente Digne, Torosidis, Florenzi, Dzeko, Iago, Manolas. Spalletti propone, come anticipato in conferenza, una difesa "a tre...e mezzo". Dubbi sul modulo. Perotti subito in campo, anche fuori ruolo?

Sassuolo (4-3-3) Consigli, Vrsaliko, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Pellegrini, Magnanelli, Duncan, Berardi, Sansone, Falcinelli. All Di Francesco.

Roma (3-4-3?) Szczesny, Rudiger, De Rossi, Zukanovic; Keita (Vainqueur), Pjanic, Maicon, Nainggolan; Salah (Perotti), El Shaarawy, Sadiq. All Spalletti.