El Shaarawy: "Con Spalletti è arrivata la svolta, Pallotta ci ha chiesto di fare di più"

El Shaarawy ha avuto un impatto molto positivo nella sua nuova avventura alla Roma. Con Spalletti le cose vanno bene e adesso anche Pallotta chiede alla squadra qualcosa in più.

El Shaarawy: "Con Spalletti è arrivata la svolta, Pallotta ci ha chiesto di fare di più"
El Shaarawy

Tutti si chiedevano che tipo di impatto avrebbe potuto avere El Shaarawy sulla Roma di Luciano Spalletti. Al Monaco il Faraone non ha mai ritrovato quella continuità di rendimento già persa nell'ultima parte di esperienza al Milan. Con la cura Spalletti, però, El Shaarawy sta mettendo insieme numeri importanti in queste sue prime settimane in giallorosso.

Intervistato da Sky Sport, l'attaccante indica proprio nell'allenatore della Roma il motivo principale della svolta arrivata per tutta la squadra, soprattutto a livello di risultati con sei vittorie consecutive in campionato: "Spalletti è un grande allenatore, che sa comunicare al meglio con la squadra. Ha dato una svolta tecnico-tattica, esprimiamo un buonissimo gioco e dobbiamo seguirlo e fare ciò che ci chiede, i risultati in queste partite si sono visti. Facciamo molta tattica, cura molto i dettagli e dobbiamo cercare di fare anche in partita ciò che facciamo in allenamento." La classifica dice che la Roma con Spalletti è risalita fino all'attuale quarto posto insieme alla Fiorentina. Proprio la squadra di Sousa sarà il prossimo avversario ed El Shaarawy indica la via che bisogna mantenere. Anche perchè il presidente Pallotta, con cui si è incontrato nella giornata di ieri nel centro sportivo di Trigoria, ha lanciato un messaggio chiaro a tutta la squadra: "Dobbiamo riuscire a mantenere la consapevolezza delle nostre qualità. Siamo un gruppo fortissimo, dobbiamo proseguire sulla strada che abbiamo intrapreso, riuscendo a dare continuità ai nostri risultati. Adesso battiamo la Fiorentina per arrivare al secondo posto, Pallotta ci ha chiesto di dare di più."

Obiettivo Champions League, quindi, sognando anche il secondo posto in questo momento occupato dal Napoli. La Roma con Spalletti, però, sembra aver ritrovato fiducia, serenità e compattezza, ingredienti giusti per provare a regalare e regalarsi un grande finale di stagione. Per El Shaarawy, poi, c'è la motivazione extra dell'Europeo. Conte lo ha chiamato più di una volta durante le qualificazioni, ma per andare in Francia, il ct è stato chiaro, occorre giocare. El Shaarawy cercherà di farlo il più possibile con il doppio obiettivo di trascinare la Roma e guadagnarsi la Nazionale.