Roma, che delusione: le voci del post gara dall'"Atleti Azzurri"

Dopo una prestazione pessima, la Roma torna a casa con 1 punto miracoloso, ma comunque deludente: è 3-3 a Bergamo. Decisivo l'eterno Totti. Le voci dalla mix zone.

Roma, che delusione: le voci del post gara dall'"Atleti Azzurri"
Roma, che delusione: le voci del post gara dall'"Atleti Azzurri"

Dopo i 90' di (poco) gioco, le parole. Una Roma sottotono quella vista in campo all'Atleti Azzurri di Bergamo, fermata 3-3 dall'Atalanta guidata da Borriello. La risolve Totti nel finale, ma passo indietro enorme dei giallorossi, anche in chiave secondo posto.

A fine gara, le consuete dichiarazioni. Le riportiamo dall'agenzia vocegiallorossa.it.

Nainggolan a Premium Sport

"Abbiamo sbagliato tanto, quando possiamo approfittare non lo facciamo, questa è la mancanza dell'annata in generale, adesso dobbiamo guardarci anche un po' indietro, inizia a essere più difficile. Sul 2-0 abbiamo cercato di continuare a giocare, a offrire calcio, poi ovviamente prendi l'1-2 e soprattutto il 2-2, diventa difficile, puoi perdere e puoi vincere, l'unico fatto positivo è aver recuperato il risultato, oggi c'è mancata cattiveria davanti alla porta, le occasioni le abbiamo avute. Tutti quanti pensiamo a vincere ogni partita, l'Inter ha accorciato, pensiamo a vincere e poi vediamo".

Ai microfoni dell'emittente di Cologno ha parlato anche il mister della Roma, Luciano Spalletti (espluso al 90').

Spalletti a Premium Sport

"Abbiamo perso equilibrio, la partita ha avuto continui ribaltamenti, l'abbiamo messa in discussione più volte, dopo il 2-0 era una vittoria clamorosa. Non ce la facciamo a rimanere applicati, perdiamo in alcuni momenti, non siamo sul pezzo, non guadagniamo più il centimetro, non prendiamo le posizioni giuste in modo preventivo, gli altri giocano contro di noi e sanno che se gli capiterà una situazione dovranno sfruttarla. È da addebitare all'allenatore tutto ciò, lo so.

Dzeko? Lui è come tutti, è sempre messo in discussione, lo anteponete a Totti, vince Totti e viene massacrato l'altro, deve fare di più ma li voglio entrambi in squadra. Per me non cambia niente, se Totti vuol fare il giocatore fa il giocatore, se lui calcia una palla fa gol, poi conta la corsa, la disponibilità, i contrasti. Conta prendere il pallino in mano, la squadra ha vinto 9 partite giocando senza di lui, vanno bene tutti e due, va bene anche che Totti vada dentro e metta due palle giuste, come quelle contro il Bologna, potevano essere 5 messe giuste per il piede che ha. Io alleno sempre la squadra, non sto a farne una questione di questo o di quello, ma di forza di squadra, di tentativo di vincere la partita".

Digne a Roma TV:

Condizioni? Sto male, sono uscito perché non potevo continuare la partita, adesso vedremo cos’ho. Penso che sia solo una botta, ma fa malissimo. La gara? Penso che dovevamo vincere la gara, specie col doppio vantaggio, non dovevamo prendere il secondo e il terzo gol, dobbiamo ancora lavorare. Sofferti D’Alessandro e Gomez? Abbiamo preso il gioco in mano all’inizio e in trasferta, dove è più difficile abbiamo fatto 2 gol, poi abbamo preso 2 gol di m…