Roma, Juan Jesus alza il tiro: "Possiamo lottare per lo Scudetto, siamo una grande squadra"

Conferenza stampa di presentazione per l'ex difensore dell'Inter che non ha paura di parlare di obiettivi importanti.

Roma, Juan Jesus alza il tiro: "Possiamo lottare per lo Scudetto, siamo una grande squadra"
Juan Jesus, vogliadiroma.com

Juan Jesus è finalmente arrivato alla Roma, visto che il suo nome è stato spesso accostato ai giallorossi nelle ultime finestre di mercato. Affare che ora si è concretizzato, con il difensore brasiliano che si è presentato in conferenza stampa ai suoi nuovi tifosi dal ritiro della Roma a Pinzolo.

Si parla subito di obiettivi per la nuova stagione e le idee dell'ex Inter su cosa deve fare questa Roma sono molto chiare: "Voglio ringraziare la Roma per la fiducia. Obiettivi? Per prima cosa il passaggio del preliminare di Champions, poi fare bene con questa maglia. La Roma è una squadra tosta, quando l'ho affrontata con l'Inter abbiamo sempre sofferto. Noi possiamo lottare per il titolo, siamo una grande squadra. Possiamo arrivare lontano." Passaggio anche sulle proprie caratteristiche personali e sul ruolo: "Io mi trovo bene sul centro-sinistra, ma sono a disposizione del mister. Ho forza e potenza, ma devo migliorare quando salgo con la difesa, il mister mi sta aiutando. Se devo scegliere dico difesa a 4. Prima c'era la scusa che ero giovane, ora devo fare il salto di qualità perché ho 25 anni. Possiamo sempre imparare, non siamo delle macchine."

Juan Jesus in campo a Pinzolo, pagineromaniste.com
Juan Jesus in campo a Pinzolo, pagineromaniste.com

Ultime parole sulla sua avventura all'Inter e sul rapporto con Roberto Mancini: "Giocare nell'Inter non è facile, quando le cose non vanno bene la gente vuole trovare un bersaglio e indicare un colpevole, credo che in generale la squadra abbia funzionato, non posso parlare male dell'Inter. Adesso sono contento, sto imparando tante cose e credo che qui farò bene. Con Mancini ho avuto sempre un buon rapporto, ovviamente un allenatore fa le sue scelte. Io lo ringrazio comunque per tutto quello che ha fatto per me."