Roma, con Mario Rui infortunato è caccia al sostituto

La Roma, dopo il ko dell'ex Empoli, cerca il sostituto ideale in difesa. Si spazia dal riutilizzo di Florenzi a Darmian.

Roma, con Mario Rui infortunato è caccia al sostituto
Roma, con Mario Rui infortunato è caccia al sostituto

Come noto, nella giornata di venerdì gli esami strumentali effettuati da Mario Rui hanno evidenziato una lesione di alto grado al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Già oggi il portoghese sarà a Roma e domani sarà operato dal professor Pierpaolo Mariani. Lo scrive Il Messaggero.

Sempre il quotidiano di Roma, inoltre, offre un ventaglio di nomi sui papabili sostituti dell'ex Empoli. Il primo nome per sostituire l'infortunato Mario Rui è quello di Matteo Darmian, per cui il Manchester United acconsentirebbe a un prestito con diritto di riscatto: c'è però la concorrenza del Napoli, pronto a offrire 20 milioni.

L'alternativa è l'interista Danilo D'Ambrosio, che come l'ex granata è in grado di giocare su entrambe le fasce. Un'altra idea è quella di Adam Masina, che a Bologna considerano una bandiera e che piace a Trigoria per il suo carattere. Poi ci sono Achraf Lazaar, per il quale il Palermo vuole 5 milioni (contatti già avvenuti tra Sabatini e il DS rosanero Faggiano), Kevin Constant e Ivan Strinić, che però è vicino allo Zenit. Il Tempo aggiunge il nome di Dennis Aogo dello Schalke 04 e fa sapere che da Trigoria smentiscono seccamente l'ipotesi del ritorno di Dodô, paventata ieri. La Gazzetta dello Sport scrive che ci sono perplessità anche su Davide Santon e che la Roma può ancora contare sulla possibilità Martin CaceresTuttosport oggi in edicola ripesca anche il profilo di Arthur Masuaku, francese dell'Olympiacos già cercato in passato. Nuovo nome fatto poi da Sky Sport: Gaston Silva del Torino.

Per il centrocampo sembra sfumare Diawara. Fenucci e De Laurentiis sono d'accordo su tutto per l'ex Bologna: 15 mln di euro più 2 di bonus. È quanto scrive quest'oggi il Corriere di Bologna sottolineando però che per il momento le firme non ci sono. Per questo resta un piccolo spiraglio per la Roma con Sabatini che potrebbe provare a pareggiare l'offerta e poi far valere l'amicizia tra il ds giallorosso e quello rossoblù.